Esposizione che analizza un momento cruciale che copre i due decenni '60 e '70

La mostra, a cura di Paola Ugolini, analizza un momento cruciale che copre i due decenni '60 e '70, anni di presa di coscienza e di autodeterminazione in cui si collocano le ricerche sperimentali che hanno declinato in vario modo le istanze femministe di alcune artiste come Marina Abramovi?, Tomaso Binga, Sanja Ivekovi?, Ketty la Rocca, Gina Pane, Suzanne Santoro e Francesca Woodman e di pioniere nella danza come Trisha Brown, Simone Forti e Yvonne Rainer negli scatti di Claudio Abate, le cui opere sono esposte in dialogo con il linguaggio del corpo ripreso da artiste dell'ultima generazione come Goldschmied &Chiari, Chiara Fumai, Silvia Giambrone, Valentina Miorandi e Alice Schivardi e il duo parigino Claire Fontaine.


Hai partecipato? Commenta ()

Banner La Taverna dei Corsari