Al Macro la retrospettiva sulla performer francese

L'esposizione ripercorre l'intera avventura artistica della nota artista e performer francese ORLAN, dalle prime sculture fotografiche, alle performance registrate su video, fino alle ultime opere che usano la realtà aumentata e il 3D. Sarà inoltre sperimentato per la prima volta in Italia "Expérimentale Mise en jeu" (2015-2016), uno spettacolare video gioco con installazione interattiva.

Un'immersione totale che riporta nella Capitale l'artista francese a vent'anni dalla mostra antologica "ORLAN a Roma 1964-1996" allestita da Studio Miscetti e Sala 1.

La mostra al MACRO è caratterizzata da un sorprendente utilizzo del digitale, frutto del recente affacciarsi dell'artista a una realtà virtuale apparentemente opposta e simmetrica alla carnalità dei lavori che hanno punteggiato il percorso di una delle più radicali, innovative, coraggiose artiste europee, capace di cavalcare lo spirito dei tempi con instancabile ricerca.

Per ORLAN, da sempre attratta dal multimediale e da tutti i mezzi che la contemporaneità offre, in realtà il digitale rappresenta un modo diverso di costruire le immagini e di traghettare i temi di sempre (il corpo, la sessualità, gli stereotipi di bellezza, le imposizioni culturali, politiche, religiose, e l'ampia simbologia che va dalla metamorfosi all'ibrido) verso universi più impalpabili, ma non per questo meno potenti.

Curatrice Alessandra Mammì


Parteciperai? Commenta ()

Banner La Taverna dei Corsari