Robert Doisneau e Vivian Maier nei documentari di estaRte

Vivian Maier, Robert Doisneau, Maurizio Cattelan e Peggy Guggenheim saranno i protagonisti dei documentari che saranno proiettati il 16 e il 17 luglio al cinema Farnese (piazza Campo de' Fiori) per il terzo appuntamento dela rassegna "estaRte: i grandi protagonisti dell'Arte nel fresco della sala cinematografica" organizzata in collaborazione di Wanted Cinema.

Si parte domenica 16 luglio, alle 18:30, con il documentario "Alla ricerca di Vivian Maier" (2013) di John Maloof e Charlie Siskel (distribuito da Feltrinelli Real Cinema in collaborazione con Wanted). Il film, vincitore di numerosi premi internazionali e candidato all'Oscar come Miglior Film Documentario, narra una storia incredibile: il regista Maloof ha acquistato a un'asta per poche centinaia di dollari una scatola di vecchie foto e, rimanendo incantato dalla loro bellezza, ha iniziato a indagare su chi fosse la loro autrice. Vivian Maier era una tata con una passione irrefrenabile per la fotografia, ma non aveva mai condiviso i suoi numerosissimi scatti con il pubblico. Un personaggio misterioso – qualcuno credeva fosse una spia – sfaccettato e sfuggente, che ha lasciato in involontaria eredità un archivio di decine di migliaia di negativi che sono tutt'ora in corso di sviluppo. Ma da questa scoperta, è nato uno degli astri più luminosi della fotografia contemporanea, con mostre di enorme successo in tutto il mondo – tra cui l'appena conclusasi mostra a Trastevere – e schiere di fan tra cui VIP e star di Hollywood. Alle 20:30, in prima serata, il documentario "Robert Doisneau – La lente delle meraviglie" (2016), distribuito da Wanted, biografia tenera e priva di retorica girata dalla nipote di Doisneau, Clémentine Deroudille, sul grande fotografo "umanista" che amava definirsi il "ritrattista della felicità umana". Amico di Daniel Pennac, Prevert, Sabine Azema e tante altre personalità di spicco dell'elite francese del suo tempo, Doisneau ha impresso su pellicola immagini indimenticabili – come il "Bacio davanti all'Hotel de Ville, uno dei primi esempi di immagine divenuta "virale" – che ancora oggi ne fanno una delle superstar della fotografia del Novecento.

La rassegna prosegue lunedì 17 luglio, alle 18:30, con il ritratto dell'artista più provocatorio – e quotato – dei nostri giorni: Maurizio Cattelan – Be Right Back (distribuito da Feltrinelli Real Cinema in collaborazione con Nexo Digital), di Maura Axelrod (2016). Nel corso della sua carriera ventennale, Maurizio Cattelan – nato a Padova nel 1960 da una famiglia modesta – non ha mai smesso di stupire come hanno dimostrato opere quali La nona ora (che mostra Papa Giovanni Paolo II colpito da un meteorite, immagine utilizzata da Paolo Sorrentino nella sigla di The Young Pope) e Him (che ritrae Hitler in ginocchio, come uno scolaretto intento a pregare), fino alla retrospettiva All del 2011 a lui dedicata dal Guggenheim Museum di New York, che ne ha consacrato definitivamente il successo. Alle 20:30 è invece la volta di Peggy Guggenheim – Art Addict (2015) di Lisa Immordino Vreeland. Erede delle fortune della famiglia Guggenheim, Peggy è stata una figura centrale per il mondo dell'arte contemporanea: non solo collezionista di opere, ma anche di artisti. Nella sua appassionante esistenza ha vissuto appuntamenti segreti, relazioni, matrimoni, e amicizie con personaggi come Samuel Beckett, Max Ernst, Jackson Pollock, Marcel Duchamp. Il film è anche un compendio delle correnti artistiche del ventesimo secolo, mescolate alla vita selvaggia e iconoclasta di una delle donne più potenti della storia dell'arte che con il suo istinto ha "determinato" l'arte del secondo Novecento.

Il viaggio cinematografico nel mondo dell'Arte proseguirà inoltre domenica 23 luglio con una serata dedicata alla grande performer Marina Abramovic, con alle 18:30 la proiezione di The Artist Is Present e alle 20:30 The Space in Between – Marina Abramovic and Brazil. Lunedì 24 la rassegna continua con i "classici" Monet e Segantini per poi chiudersi domenica 30 luglio con due spettacoli dedicati a uno degli artisti più amati (e discussi) dei nostri giorni: Banksy.Ma estaRte non è solo film. Grazie a un'ampia rete di partner, gli spettatori potranno assaporare pranzi, aperitivi, birre, cocktail, gelati, tiramisu e tanti altri prodotti nei migliori ristoranti ed esercizi della zona, entrando al Cinema Farnese a soli 5€ su presentazione dello scontrino. E viceversa dopo il film, con il biglietto del Cinema si potranno ottenere degli sconti speciali riservati ai partecipanti della rassegna.

I miti mondiali della fotografia Robert Doisneau e Vivian Maier nei documentari di estaRte al cinema Farnese.

Continua la rassegna estiva nel cinema di Campo de' Fiori il 16 e il 17 luglio con quattro documentari:
Alla ricerca di Vivian Maier; Robert Doisneau – La lente delle meraviglie; Maurizio Cattelan – Be Right Back e Peggy Guggenheim – Art Addict.

Il programma completo è sul sito:
info


Hai partecipato? Commenta ()

Banner La Taverna dei Corsari