Visita guidata con apertura "esclusiva e straordinaria"

Nei pressi della fermata della Metro A "Arco di Travertino" esiste un'area archeologica di grande impatto emotivo, ancora poco conosciuta al grande pubblico. La Via Latina, che collegava Roma con Capua, ancora pavimentata per un lungo tratto dell'antico basolato in selce, conserva su entrambi i lati i resti di monumenti funebri disposti su più piani e con camera sepolcrale sotterranea databili dall'età repubblicana fino all'alto medioevo. Visiteremo tutte le tombe restaurate e riaperte al pubblico ammirando le volte riccamente affrescate e stuccate dei sepolcri dei Valeri e dei Pancrazi, le decorazioni fittili e marmoree delle tombe dei Corneli, dei Calpurni e dei Fortunati. Di grande fascino i resti di una basilica paleocristiana eretta da Demetriade della famiglia degli Anicii, in un settore della loro villa.

I sotterranei affrescati della via Latina
Visita guidata con apertura "esclusiva e straordinaria" dell'area archeologica e dei sepolcreti ipogei della Via Latina, dei resti della Villa degli Anicii e della Basilica paleocristiana dedicata a Santo Stefano Protomartire

La visita sarà condotta da: Luisa Delle Fratte, storica dell'arte in possesso dell'abilitazione di guida turistica della Provincia di Roma.


Hai partecipato? Commenta ()

Banner La Taverna dei Corsari