Visite guidate, Sulle tracce di san Filippo Neri e il trionfo del Barocco romano: SANTA MARIA IN VALLICELLA (Chiesa Nuova)



Una visita guidata organizzata dall'Associazione Esperide

Sulle tracce di san Filippo Neri e il trionfo del Barocco romano: SANTA MARIA IN VALLICELLA (Chiesa Nuova)
Domenica 15 gennaio, ore 16.30

Situata ai confini del Rione Parione, l'edificio di culto dedicato alla Natività della Vergine è tra le più ispirate e note chiese barocche di Roma, il cui curioso nome deriva dalla particolare morfologia del terreno su cui si erige, che, proprio in quel punto, sprofonda in una piccola depressione, come una piccola valle, da cui, appunto, "in vallicella". Voluta da San Filippo Neri, Santa Maria in Vallicella, o Chiesa Nuova, così chiamata per distinguersi dalle tre strutture ecclesiastiche sopra le quali si eresse, è l'immagine del fermento creativo del XVII secolo, nel quale comparteciparono nomi illustri della genialità artistica dell'epoca: dall'olandese Pieter Paul Rubens a Pietro da Cortona, dal Pomarancio all'elegante rococò di Carlo Maratta, fino all'architetto Francesco Borromini, il quale ideò l'imponente struttura adiacente dell'Oratorio dei Filippini. L'apoteosi barocca della volta, la ricchezza espressiva delle immagini votive e la policroma varietà dei marmi, rispecchia fedelmente il progetto della Chiesa riformata, del culto cattolico nuovamente trionfante sull'oscurantismo protestante. Allo stesso tempo la chiesa è legata a una immagine cara al popolo romano, ovvero San Filippo Neri, le cui stanze private ancora sono visitabili all'interno dell'edificio di culto. Lo scintillio degli ori, i giochi di stucchi e la sacralità dell'immagine della "Madonna Vallicelliana", accompagnano il visitatore in un vorticoso turbinio di bellezza barocca, che, per la ricchezza dei dettagli e delle maestranze impiegate, rende Santa Maria in Vallicella un capolavoro storico artistico degno solo delle più grandi basiliche della comunità cristiana romana.

Per ulteriori informazioni visita il sito.

La prenotazione è obbligatoria.



Hai partecipato? Lascia un commento ()


Banner La Taverna dei Corsari