Home, i'm darling

Un salto negli anni '50

Categoria: Spettacoli
Dal 09/11/2021 al 13/11/2021
Teatro Tor Bella Monaca
Via Bruno Cirino - 00133 - Roma (RM) (Casilino)

Dal 09/11/2021 al 13/11/2021

La Compagnia pupilunari presenta dal 9 al 13 novembre alle ore 21 al Teatro Tor Bella Monaca HOME, I'M DARLING, una produzione Hermit Crab in coproduzione con il Teatro del Carro e Compagnia Dracma, prodotto grazie al contributo del Nuovo Imaie e co-finanziato dalla Regione Calabria Cultura Art.4 – L.R. 19 del 18/05/17 e PAC Calabria 14/20.

Judy e Johnny vivono in una deliziosa villetta anni '50, completa di tutti i comfort che l'epoca può concedere. Judy volteggia per la casa con le sue splendide gonne a ruota dalle fantasie sgargianti, mentre si occupa delle pulizie e dei fantastici manicaretti che prepara per il suo Johnny. Siamo nei magnifici anni '50! Ma poi, da un cassetto Judy tira fuori un laptop e così scopriamo che la casa, i vestiti e quella vita perfetta sono una messa in scena. Piano piano la carta da parati si scolla, rivelando la realtà delle cose: Judy, manager di successo, ha deciso di abbandonare il competitivo mondo della finanza per diventare una casalinga perfetta anni '50, trascinando il consapevole Johnny in un gioco che precipita entrambi in un'anacronistica divisione dei ruoli, confinati in un piano di realtà immaginario. "Home, I'm darling" ci racconta un insolito rifiuto del mondo contemporaneo, ci riporta all'origine di quella fuga, e alla sua evoluzione, illustrando la forsennata calibratura degli equilibri che regolano il rapporto tra uomo e donna, al ritmo di un jive.

Gli uomini e le donne degli anni '50 hanno i volti del cinema hollywoodiano: Cary Grant, Doris Day, Grace Kelley, James Stewart, James Dean, Marlon Brando, Bette Davis, Jack Lemmon, Katherine Hepburn, Spencer Tracey, Rock Hudson, Sandra Dee, Lauren Bacall, Jane Russell; si aggirano prevalentemente in ambienti glam, dal design curato e le maniglie tirate a lucido. Frigorifero, congelatore, lavastoviglie, televisore, giradischi, radio, casco per i capelli e bigodini, sono presenti in tutte le case, ricche e meno ricche. Ma dietro l'ottimismo, dietro i sorrisi smaglianti, i nastri colorati tra i capelli freschi di shampoo e le automobili ultimo grido, si nasconde la disperazione dei sopravvissuti. Gli anni '50 sono la reazione alla Seconda Guerra Mondiale, la reazione di un Occidente segnato da una ferita così distruttiva e recente da dover essere rimossa. Si guarda avanti, ci si abbandona alla vita, per scuotere via le sanguinose macerie della Guerra, nella certezza che qualcosa d'incredibile arriverà a cambiare in meglio le vite di tutti. Eppure questi sono anche gli anni in cui si acuisce il conflitto razziale e cresce la paura per l'altro, inteso come straniero o semplicemente diverso, sono gli anni della Guerra Fredda. Sotto la patina della favola o del paradiso domestico, si muove un'inquietudine esistenziale, collera, sfiducia nel futuro. Perché Judy, figlia del XXI secolo, sceglie gli anni '50 come ambientazione della sua fuga dalla contemporaneità? E perché Johnny la segue in questa messa in scena? Judy, donna in carriera, leader qualificata di un team di manager abbandona il mondo della finanza perché non sopporta la competizione sfrenata, le gerarchie del mondo del lavoro, l'ansia da prestazione, il maschilismo. E sceglie come rifugio un'epoca che ha fatto della casalinga perfetta un codice sociale. E questa è la grande invenzione di Laura Wade: una storia semplice, di complicità domestica, rappresentata sotto la lente della commedia e della distanza temporale, ci permette di osservare il fenomeno senza sentirci troppo coinvolti e ci racconta l'angoscia che emerge dal divario di genere, tutt'ora irrisolto, nella società di oggi. Home, I'm Darling è un'esplorazione sul tema gender, che riesce a porre domande inattese su ciò che le donne, e gli uomini, desiderano nel XXI secolo, sulla natura dell'equilibrio da instaurare per azzerare il gap tra i sessi, e su come alcuni desideri, quelli più profondi di dialogo e integrazione, potrebbero essere realizzati.

Il testo è di Laura Wade, nella traduzione di Andrea Peghinelli, interpretato da Valentina Valsania, Roberto Turchetta, Laura Nardi, Luchino Giordana, Elena Callegari, Roberta Mattei, e diretto da Luchino Giordana ed Ester Tatangelo.

Informazioni

Dal 09/11/2021 al 13/11/2021
A PAGAMENTO SERALE
Ore 21.00

BIGLIETTI
intero 12,00 Euro
ridotto 10,00 Euro
giovani 8,00 Euro
GIFT CARD 78,00 Euro (10 ingressi)

Info:
tel. 06/2010579 (dalle 10:30 alle 19:30)
promozione@teatrotorbellamonaca.it

Luogo

Teatro Tor Bella Monaca
Via Bruno Cirino - 00133 - Roma (RM)
Casilino

Mappa

Vai al sito per la versione completa
Il sito utilizza i cookies, anche di terzi, necessari al funzionamento e per inviare pubblicità. Accetta