Locandina: 18 regali

18 regali

La storia vera di Elisa Girotto
Regia di Francesco Amato.

Con Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli, Edoardo Leo, Sara Lazzaro, Marco Messeri, Betti Pedrazzi, Alessandro Giallocosta, Filippo Gili, Giacomo Rosselli, Marta Nuti, Beatrice Schiros, Anna Terio, Francesco Wolf, Lucia Zotti.

Genere Biografico - Italia, 2020. Durata 115 minuti circa.

Elisa, incinta, fa un'ecografia di controllo: è una bambina, e sta bene. Ma a non stare bene è invece Elisa, che scopre di avere un tumore. Essendo una donna estremamente concreta - anche perché il marito Alessio lo è molto meno - Elisa si adopera per provvedere al futuro di quella figlia che forse non riuscirà a conoscere, arrivando al punto da preparare per lei 18 regali, uno per ogni compleanno, fino alla maggior età. Ma la figlia Anna accoglierà quei regali non tanto come un dono d'amore, quanto come una pesante eredità, o una sorta di macabro ricatto morale. Il giorno del suo 18esimo compleanno si sottrarrà al rito, andando incontro alla più incredibile delle sorti: trovarsi faccia a faccia con la madre scomparsa.

Locandina: 1917

1917

Il nuovo film diretto da Sam Mendes
Regia di Sam Mendes.

Con George MacKay, Dean-Charles Chapman, Mark Strong, Andrew Scott, Richard Madden, Claire Duburcq, Colin Firth, Benedict Cumberbatch, Daniel Mays, Adrian Scarborough, Nabhaan Rizwan, Jamie Parker.

Genere Drammatico - Gran Bretagna, 2019. Durata 110 minuti circa.

6 aprile, 1917. Blake e Schofield, giovani caporali britannici, ricevono un ordine di missione suicida: dovranno attraversare le linee nemiche e consegnare un messaggio cruciale che potrebbe salvare la vita di 1600 uomini sul punto di attaccare l'esercito tedesco. Per Blake l'ordine da trasmettere assume un carattere personale perché suo fratello fa parte di quei 1600 soldati che devono lanciare l'offensiva. Il loro sentiero della gloria si avventura su un terreno accidentato, no man's land, trincee vuote, fattorie disabitate, città sventrate, per impedire una battaglia e percorrere più in fretta il tempo che li separa dal 1918.

Locandina: A casa tutti bene

A casa tutti bene

Frustrati, infelici e tutti inguaribilmente narcisisti, i personaggi di Muccino restano fedeli a se stessi
Regia di Gabriele Muccino.

Con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini, Massimo Ghini, Sabrina Impacciatore, Ivano Marescotti, Giulia Michelini, Giampaolo Morelli, Stefania Sandrelli, Gianmarco Tognazzi, Valeria Solarino, Renato Raimondi, Elisa Visari, Elena Rapisarda.

Genere Drammatico - Italia, 2018. Durata 105 minuti circa.

Pietro e Alba festeggiano cinquant'anni d'amore. Dal loro matrimonio sono nati Carlo, Sara e Paolo, imbarcati con coniuge, prole, zie e cugine per un'isola del Sud. In quel luogo ameno, in cui Pietro e Alba hanno speso il loro tempo più bello, si riunisce una famiglia sull'orlo di una crisi di nervi. Carlo, separato da Elettra, è vessato da Ginevra, la nuova e insopportabile consorte, Sara, sposata con Diego, cerca di recuperare un matrimonio alla deriva, Paolo, cacciato dalla moglie e disprezzato dal figlio a causa di un tradimento, gira a vuoto e finisce a letto con la cugina.

Locandina: Alla mia piccola Sama

Alla mia piccola Sama

Una ragazza filma la guerra ad Aleppo
Regia di Waad Al-Khateab, Edward Watts.

Con Jasmine Trinca.

Genere Documentario - Gran Bretagna, 2019. Durata 100 minuti circa.

Waad è una studentessa universitaria quando, nel 2011, sull'onda delle primavere arabe, la gioventù di Aleppo insorge contro la dittatura di Bashar al-Assas e ne domanda a gran voce la fine. La repressione del regime però è spietata e dà luogo alla più sanguinosa guerra civile del nostro presente. Molti fuggono, ma Waad resta, a fianco dell'amico Hamza, che diventa in quegli anni suo marito e anche l'ultimo medico rimasto, nella zona ribelle, per curare centinaia di feriti al giorno, nei mesi atroci dell'assedio della città, nel 2016.

Locandina: Ammèn

Ammèn

Dall'Irpinia al Cilento Regia di Ciro Villano.

Con Maurizio Mattioli, Davide Marotta, Ciro Villano, Gianni Parisi, Elisabetta Gregoraci, Rosaria De Cicco, Tommaso Bianco, Simone Schettino, Gino Cogliandro, Ivan Boragine.

Genere Commedia - Italia, 2020. Durata 90 minuti circa.

Un parroco di Roccatranquilla, don Vincenzo, impersonato da Maurizio Mattioli, arriva a Montecalvo Irpino a seguito di un incidente automobilistico e comincia a raccontare tutti i peccati dei suoi fedeli. Ne vengono fuori diversi equivoci ed eventi esilaranti.

Locandina: Bad Boys for Life

Bad Boys for Life

Tornano i ragazzacci
Regia di Adil El Arbi, Bilall Fallah.

Con Martin Lawrence, Will Smith, Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig, Charles Melton, Paola Núñez, Kate del Castillo, Derrick Gilbert, Joe Pantoliano, Happy Anderson, Sharon Pfeiffer, DJ Khaled, Jennifer Badger, Massi Furlan, Maria Z. Wilson, David Shae, Hans Marrero, Sidnei Barboza, Athena Akers, Ellen Marguerite Cullivan, Steve Heinz, Jacob Scipio, Scott Rapp, Joseph Velez, Matthew Carter, John Gettier, Ninos Sarkis, Chick Bernhardt, James William Ballard, Ashae Reagan.

Genere Azione - USA, 2020. Durata 113 minuti circa.

Nonostante l'età e i logoranti anni di servizio, Mike va a tutto gas. Marcus invece è diventato nonno e culla col nipote l'idea della pensione. Investigatori da sempre e amici per sempre, sorvegliano Miami e assicurano i cattivi di turno alla giustizia. Ma è da lontano che arriva il pericolo e colpisce in pieno petto Mike. Vittima di un sicario misterioso e di un passato burrascoso, Mike sopravvive grazie ai medici e al voto di Marcus, che ha giurato su Dio di non impugnare più un'arma. Le cose andranno altrimenti, perché Mike è deciso a scoprire chi lo voleva morto e Marcus non potrà fare a meno di aiutarlo.

Con buona pace di Dio e brutta fine dei cattivi.

Locandina: Black Panther

Black Panther

Il supereroe black della Marvel
Regia di Ryan Coogler.

Con Chadwick Boseman, Michael B. Jordan, Lupita Nyong'o, Danai Gurira, Martin Freeman, Angela Bassett, Forest Whitaker, Andy Serkis, Daniel Kaluuya, Florence Kasumba, Winston Duke, Sterling K. Brown, Stan Lee, Letitia Wright, John Kani, David S. Lee, Nabiyah Be, Isaach De Bankolé, Connie Chiume, Dorothy Steel, Danny Sapani, Sydelle Noel, Marija Juliette Abney, Zola Williams, Janeshia Adams-Ginyard, Maria Hippolyte, Marie Mouroum, Jénel Stevens, Sope Aluko, Atandwa Kani, Ashton Tyler, Denzel Whitaker, Shaunette Renée Wilson, Christine Hollingsworth, Lucy Hockings.

Genere Azione - USA, Sudafrica, Corea del sud, Australia, 2018. Durata 134 minuti circa.

Il Wakanda, nazione dell'Africa centro-Orientale, si nasconde agli occhi del mondo. In apparenza Paese povero di risorse e speranze, nei fatti il più tecnologicamente avanzato del mondo, grazie alla presenza del vibranio, minerale alieno dalle inimmaginabili potenzialità. Quando T'challa sale sul trono, divenendo così la nuova Pantera Nera che protegge il proprio popolo, intende preservare la tradizione, ma un ritorno inatteso a Wakanda lo obbligherà a rivedere i propri piani.

Locandina: Bombshell - La voce dello scandalo

Bombshell - La voce dello scandalo

La vicenda di Roger Ailes di Fox News, accusato di molestie sessuali

Regia di Jay Roach.

Con Nicole Kidman, Charlize Theron, Margot Robbie, Kate McKinnon, Allison Janney, John Lithgow, Malcolm McDowell, Alice Eve, Alanna Ubach, Stephen Root, Connie Britton, Brigette Lundy-Paine.

Genere Biografico - USA, 2019. Durata 108 minuti circa.

Nel 2016, durante un dibattito con Donald Trump, Megyn Kelly, anchorwoman di Fox News, rete televisiva espressione della destra conservatrice americana, incalza il futuro Presidente a proposito della sua misoginia, e per questo viene attaccata dagli ascoltatori e dal presidente del network, Roger Ailey. Nello stesso periodo, la presentatrice Gretchen Carlson, sensibile ai temi del femminismo in un ambiente poco incline a valorizzare le donne, viene licenziata da Ailey e poco dopo fa causa all'ex capo per molestie sessuali, dando così inizio alla bufera giudiziaria che travolgerà l'uomo e porterà al suo licenziamento. Sull'onda del caso, anche Megyn Kelly accusa ufficialmente Ailey, mentre la giovane giornalista Kayla Pospisil, che per coronare il sogno di fare carriera a Fox News aveva accettato le offerte di Ailey, trova il coraggio di lasciare il suo posto.

Locandina: Buio

Buio

Un mondo senza donne

Regia di Emanuela Rossi (II).

Con Denise Tantucci, Valerio Binasco, Gaia Bocci, Olimpia Tosatto, Elettra Mallaby, Francesco Genovese.

Genere Drammatico - Italia, 2019. Durata 98 minuti circa.

Tre sorelle, Stella, Aria e Luce vivono rinchiuse in una casa dopo la morte della loro madre. Il padre esce ogni giorno per procurarsi il cibo in una realtà esterna che descrive come apocalittica in seguito ad una eruzione solare. Per loro e per le donne in genere il mondo sembra essere diventato off limits.

Locandina: Cena con delitto - Knives Out

Cena con delitto - Knives Out

Un detective movie con Daniel Craig

Regia di Rian Johnson.

Con Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas, Jamie Lee Curtis, Michael Shannon (II), Don Johnson, Toni Collette, Lakeith Stanfield, Christopher Plummer, Katherine Langford, Riki Lindhome.

Genere Azione - USA, 2019. Durata 131 minuti circa.

Harlan Thrombey, romanziere, editore e carismatico patriarca di una bizzarra famiglia allargata, è morto. Scoperto dalla giovane cameriera Marta la mattina dopo un'imponente festa di compleanno per i suoi 85 anni, il cadavere eccellente ha la gola tagliata ma sembra essere il frutto di un suicidio. La lussuosa villa di campagna di Thrombey vede l'arrivo di due ispettori di polizia, dell'investigatore privato Benoit Blanc, e dei familiari del ricco imprenditore, guidati dai figli Linda e Walter e dalla nuora Joni.

Con un'eredità che fa gola a ognuno di loro, e con un'indagine che gratta sotto la superficie degli eventi, la costernazione lascia velocemente il posto al sotterfugio e al pregiudizio.

Locandina: Coco

Coco

La Pixar s'immerge in un'altra cultura per ribadire il suo nucleo tematico di sempre: per questo Coco è un film diverso eppure di famiglia
Regia di Lee Unkrich, Adrian Molina.

Con Anthony Gonzalez, Gael García Bernal, Benjamin Bratt, Alanna Ubach, Renee Victor, Mara Maionchi, Valentina Lodovini, Matilda De Angelis, Gabriel Iglesias, Cheech Marin, Lombardo Boyar, Alfonso Arau, Jaime Camil, Edward James Olmos.

Genere Animazione - USA, 2017. Durata 109 minuti circa.

Miguel è un ragazzino con un grande sogno, quello di diventare un musicista. Peccato che nella sua famiglia la musica sia bandita da generazioni, da quando la trisavola Imelda fu abbandonata dal marito chitarrista e lasciata sola a crescere la piccola Coco, adesso anziana e inferma bisnonna di Miguel. Il giorno dei morti, però, stanco di sottostare a quel divieto, il dodicenne ruba una chitarra da una tomba e si ritrova a passare magicamente il ponte tra il mondo dei vivi e quello delle anime.

Locandina: Doppia pelle

Doppia pelle

Commedia folle su un folle

Regia di Quentin Dupieux.

Con Jean Dujardin, Adèle Haenel, Albert Delpy, Pierre Gommé, Laurent Nicolas, Coralie Russier, Stéphane Jobert, Marie Bunel, Panayotis Pascot.

Genere Commedia - Francia, 2019. Durata 77 minuti circa.

Georges guida tutto il giorno per raggiungere un'anonima località di montagna e comprare un blouson di pelle. Pelle di daino 100%. Per soddisfare la sua ossessione, Georges ha dato fondo al conto e alla sua vita coniugale. Morbida, decorata di frange e rivestita in raso, la giacca lo innamora fino a possederlo e precipitarlo in un delirio criminale. Ad assecondare la sua follia c'è Denise, cameriera con la mania di smontare film celebri. Deciso a girare un film che celebri il suo blouson cognac, Georges si 'arma' di camera digitale e sbaraglia la concorrenza. Ogni altra giacca sulla faccia della terra non è che una mera imitazione e va 'eliminata'. Ad ogni costo e con ogni mezzo.

Locandina: Emilio Vedova - Dalla Parte del naufragio

Emilio Vedova - Dalla Parte del naufragio

Un racconto che procede con gli stessi segni del personaggio libero e anarchico che ne è protagonista
Regia di Tomaso Pessina.

Con Toni Servillo.

Genere Documentario - Italia, 2019. Durata 68 minuti circa.

Un ritratto della figura e del valore artistico del più importante pittore veneziano del XX secolo nel centenario della nascita. Sono i suoi diari, le sue parole ritrovate negli archivi, i ricordi dei suoi amici e degli artisti che ne hanno misurata la grandezza a guidare per mano lo spettatore in questo viaggio. Ed è la voce di Toni Servillo a prestare a Emilio Vedova quel suono che oggi ci permette di entrare nel suo emozionante mondo interiore.

Locandina: Favolacce

Favolacce

L'opera seconda dei fratelli D'Innocenzo

Regia di Fabio D'Innocenzo, Damiano D'Innocenzo.

Con Elio Germano, Tommaso Di Cola, Giulietta Rebeggiani, Gabriel Montesi, Justin Korovkin, Barbara Ronchi, Lino Musella, Barbara Chichiarelli, Max Malatesta, Ileana D'Ambra, Cristina Pellegrino, Giulia Melillo, Laura Borgioli, Aldo Ottobrino, Sara Bertelà, Enrico Pittari, Federico Majorana, Giulia Galiani.

Genere Drammatico - Italia, 2020. Durata 98 minuti circa.

Una calda estate in un quartiere periferico di Roma.Nelle villette a schiera vivono alcune famiglie in cui il senso di disagio costituisce la cifra esistenziale comune anche quando si tenta di mascherarlo. I genitori sono frustrati dall'idea di vivere lì e non altrove, di avere (o non avere) un lavoro insoddisfacente, di non avere in definitiva raggiunto lo status sociale che pensavano di meritare. I figli vivono in questo clima e ne assorbono la negatività cercando di difendersene come possono e magari anche di reagire.

Locandina: Figli

Figli

Dal monologo di Mastandrea
Regia di Giuseppe Bonito.

Con Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea, Stefano Fresi, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Andrea Sartoretti, Carlo De Ruggieri, Massimo De Lorenzo, Betti Pedrazzi, Gianfelice Imparato, Giorgio Barchiesi, Cristina Pellegrino, Carlo Luca De Ruggieri.

Genere Commedia - Italia, 2020. Durata 97 minuti circa.

Nicola e Sara hanno scoperto a loro spese uno dei segreti meglio custoditi della contemporaneità: fare il secondo figlio, nell'Italia della natalità zero e della precarietà come regola di vita, rischia di innescare una bomba ad orologeria, e aprire il varco ad una serie di incognite spesso difficili da gestire. La relazione fra Nicola e Sara, teoricamente imperniata su una divisione dei compiti 50/50, fa sentire ognuno di loro non riconosciuto nei suoi sforzi e gravato dal 200% delle incombenze familiari. Che fare allora quando tutto quello che vorresti è saltare fuori dalla finestra di casa tua e abbandonare il campo?

Locandina: Georgetown

Georgetown

La storia dell'arrampicatore sociale Albrecht Muth
Regia di Christoph Waltz.

Con Christoph Waltz, Annette Bening, Vanessa Redgrave, Corey Hawkins, Noam Jenkins, Sarah Jurgens, David Reale, Paulino Nunes, Laura de Carteret, Ron Lea.

Genere Drammatico - USA, 2019. Durata 99 minuti circa.

Ulrich Mott è un tedesco che ha fatto fortuna negli Stati Uniti, prima sposando Elsa Brecht, celebre giornalista sua connazionale (che ha l'età per essere sua madre), poi facendosi un nome all'interno della comunità diplomatica di Washington D.C. Ulrich e Elsa abitano in una bella brownstone nel cuore del quartiere chic Georgetown, con grande disappunto della figlia della donna, Amanda, docente di Diritto costituzionale all'Università di Harvard in rotta con il "patrigno" suo coetaneo. Ma al ritorno da una passeggiata notturna, dopo una cena di quelle che hanno fatto di Ulrich il re dei salotti della capitale americana, Elsa viene trovata morta nella villetta coniugale. E Ulrich è il primo sospettato di omicidio.

Locandina: Gli anni amari

Gli anni amari

La gioventù di Mario Mieli
Regia di Andrea Adriatico.

Con Nicola Di Benedetto, Sandra Ceccarelli, Antonio Catania, Tobia De Angelis, Lorenzo Balducci, Giovanni Cordì, Francesco Martino, Davide Merlini, Matteo Andrea Barbaria, Elles Case, Giacomo Martini, Adriana Barbieri.

Genere Biografico - Italia, 2019. Durata 112 minuti circa.

Il film ripercorre la vita e i luoghi di Mario Mieli, tra i fondatori del movimento omosessuale nostrano nei primi anni 70. Nato nel 1952 a Milano e morto suicida nel 1983, prima dei trentun anni, Mario fu attivista, intellettuale, scrittore, performer, provocatore, ma soprattutto pensatore e innovatore dimenticato. Figlio di genitori benestanti e penultimo di sette figli, vive una vita intera in un rapporto complicato con il padre Walter e la madre Liderica. La pellicola ne segue i passi a partire dall'adolescenza al liceo classico Giuseppe Parini di Milano. La gioventù e la vita notturna sfrenata, quando ancora omosessualità era sinonimo di disturbo mentale. Il viaggio a Londra e l'incontro fondamentale con l'attivismo inglese del Gay Revolution Front. Il ritorno in patria e l'adesione al "Fuori!", prima associazione del movimento di liberazione omosessuale italiano- La fondazione dei "Collettivi Omosessuali Milanesi" e la pubblicazione del saggio Elementi di critica omosessuale. La popolarità mediatica ma anche le turbe mentali.

Locandina: Gli anni amari

Gli anni amari

La gioventù di Mario Mieli

Regia di Andrea Adriatico.

Con Nicola Di Benedetto, Sandra Ceccarelli, Antonio Catania, Tobia De Angelis, Lorenzo Balducci, Giovanni Cordì, Francesco Martino, Davide Merlini, Matteo Andrea Barbaria, Elles Case, Giacomo Martini, Adriana Barbieri.

Genere Biografico - Italia, 2019. Durata 112 minuti circa.

Il film ripercorre la vita e i luoghi di Mario Mieli, tra i fondatori del movimento omosessuale nostrano nei primi anni 70. Nato nel 1952 a Milano e morto suicida nel 1983, prima dei trentun anni, Mario fu attivista, intellettuale, scrittore, performer, provocatore, ma soprattutto pensatore e innovatore dimenticato. Figlio di genitori benestanti e penultimo di sette figli, vive una vita intera in un rapporto complicato con il padre Walter e la madre Liderica. La pellicola ne segue i passi a partire dall'adolescenza al liceo classico Giuseppe Parini di Milano. La gioventù e la vita notturna sfrenata, quando ancora omosessualità era sinonimo di disturbo mentale. Il viaggio a Londra e l'incontro fondamentale con l'attivismo inglese del Gay Revolution Front. Il ritorno in patria e l'adesione al "Fuori!", prima associazione del movimento di liberazione omosessuale italiano- La fondazione dei "Collettivi Omosessuali Milanesi" e la pubblicazione del saggio Elementi di critica omosessuale. La popolarità mediatica ma anche le turbe mentali.

Locandina: I Am Not Your Negro

I Am Not Your Negro

Il concetto di razza nell'America di oggi

Regia di Raoul Peck.

Con Samuel L. Jackson.

Genere Documentario - USA, Francia, 2016. Durata 95 minuti circa.

Pensato in una vita e lasciato ai posteri come manoscritto incompleto, "Remember This House" di James Baldwin non è mai stato pubblicato. Raoul Peck ne ha acquisito i diritti per realizzarne un documentario "testamentario" sulla secolare questione dei neri, mescolando materiali d'archivio al proprio girato sullo sfondo dell'inedito testo letto da Samuel L. Jackson. Aveva uno sguardo indimenticabile James Baldwin. Forse per questo Raoul Peck l'ha messo in primo piano sulla locandina del suo film I Am Not Your Negro, gemma preziosa estratta - e rielaborata con cura - dalla miniera d'oro degli scritti del grande attivista/pensatore/scrittore nato ad Harlem nel 1924 e morto in Francia trent'anni fa.

Locandina: I Goonies

I Goonies

Un classico del genere avventura per ragazzi
Regia di Richard Donner.

Con Josh Brolin, Sean Astin, Jeff Cohen, Martha Plimpton, Joe Pantoliano, Corey Feldman, Kerri Green, Jonathan Ke Quan, John Matuszak, Robert Davi, Anne Ramsey, Lupe Ontiveros, Mary Ellen Trainor, Keith Walker, Curtis Hanson.

Genere Avventura - USA, 1985. Durata 111 minuti circa.

Elodie Fonnard è una cantante lirica impegnata nell'aiuto ai rifugiati in Francia. Conosce così un giovane afgano, Ahmad fuggito dalla cattura da parte dei talebani e di cui si occupa per aiutarlo ad ottenere asilo. Il film mette in scena alcune fasi del loro rapporto e le riflessioni di Elodie su di esso.

Locandina: I Miserabili

I Miserabili

Una denuncia dietro il fumo dell'azione e dei lacrimogeni
Regia di Ladj Ly.

Con Damien Bonnard, Alexis Manenti, Djibril Zonga, Issa Perica, Al-Hassan Ly, Steve Tientcheu, Jeanne Balibar, Sofia Lesaffre, Alexandre Picot.

Genere Drammatico - Francia, 2019. Durata 100 minuti circa.

Montfermeil, periferia di Parigi. L'agente Ruiz, appena trasferitosi in loco, prende servizio nella squadra mobile di polizia, nella pattuglia dei colleghi Chris e Gwada. Gli bastano poche ore per fare esperienza di un quartiere brulicante di tensioni tra le gang locali e tra gang e forze dell'ordine, per il potere di dettare legge sul territorio. Quello stesso giorno, il furto di un cucciolo di leone dalla gabbia di un circo innesca una caccia all'uomo che accende la miccia e mette tutti contro tutti.

Locandina: Il campione

Il campione

L'esordio alla regia di Leonardo D'Agostini
Regia di Leonardo D'Agostini.

Con Stefano Accorsi, Andrea Carpenzano, Ludovica Martino, Mario Sgueglia, Camilla Semino Favro, Anita Caprioli, Massimo Popolizio.

Genere Commedia - Italia, 2019. Durata 105 minuti circa.

Christian Ferro sembra avere tutto dalla vita: a vent'anni, vive in una megavilla con più Lamborghini in garage, ha una fidanzata influencer, migliaia di fan adoranti e un contratto multimilionario con la AS Roma. Ma la sua brillante carriera di attaccante è messa a rischio dal carattere iracondo e dalla bravate cui si abbandona, istigato da tre amici che lo provocano accusandolo di essersi "ripulito". Il campione infatti viene dal Trullo, quartiere periferico della Capitale, e ha alle spalle anni di miseria e degrado, un padre assente e una madre scomparsa troppo presto. Non c'è personal trainer, psicologo o life coach che tenga: Christian continua a comportarsi come un asociale, coperto dall'impunità che accompagna quei campioni cui il pubblico perdona (quasi) tutto. È a questo punto che il presidente della Roma decide di far affrontare a Christian l'esame di maturità, per inculcargli un po' di disciplina e migliorarne la pessima reputazione.

Locandina: Il delitto Mattarella

Il delitto Mattarella

Un vero e proprio tributo alla memoria di Piersanti Mattarella

Regia di Aurelio Grimaldi.

Con Antonio Alveario, Claudio Castrogiovanni, Nicasio Catanese, David Coco, Vincenzo Crivello, Francesco Di Leva, Donatella Finocchiaro, Lollo Franco, Sergio Friscia, Leo Gullotta, Guia Jelo, Ivan Giambirtone, Francesco Lamantia.

Genere Drammatico - Italia, 2020. Durata 97 minuti circa.

Il giorno dell'Epifania del 1980 il Presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella viene ucciso da un killer. Ad occuparsi delle prime indagini sarà il sostituto procuratore Pietro Grasso a cui farà seguito il giudice Giovanni Falcone. Le complicità saranno molteplici e gli esecutori materiali non saranno mai arrestati.

Locandina: Il lago delle oche selvatiche

Il lago delle oche selvatiche

Un noir sospeso tra classicità ed efferatezza contemporanea, opera seconda di un regista ormai nel pantheon dei più grandi

Regia di Yi'nan Diao.

Con Hugh Hu, Lun-Mei Kwei, Liao Fan, Regina Wan, Liang Qi, Jue Huang, Chloe Maayan, Yicong Zhang.

Genere Drammatico - Cina, 2019. Durata 113 minuti circa.

Zhou esce dal carcere e finisce immediatamente in una violenta contesa tra gang, che si conclude con l'uccisione di un poliziotto. Braccato dalla legge e dai rivali, è costretto a fidarsi di una prostituta, Liu, forse innamorata di lui.

Locandina: Il libro della giungla

Il libro della giungla

Un bel cartone animato dal libro di Kipling
Regia di Wolfgang Reitherman.

Genere Animazione - USA, 1967. Durata 78 minuti circa.

Mowgli, cucciolo d'uomo, è raccolto dalla pantera Bagheera che lo affida a una famiglia di lupi che lo educano bene. Vien su ragazzino selvaggio amico di tutti gli animali. Tratto da R. Kipling, gli è poco fedele nella lettera e ancor meno nello spirito. S'affida alle canzoni più che all'azione e ai personaggi: come sempre nei film di Disney, quelli più riusciti sono gli animali antropomorfizzati.

Locandina: Il Paradiso probabilmente

Il Paradiso probabilmente

Una riflessione su un mondo ormai divenuto surreale attraverso gag che però raramente funzionano

Regia di Elia Suleiman.

Con Elia Suleiman, Gael García Bernal, Holden Wong, Robert Higden, Sebastien Beaulac, François Girard, Aldo Lopez, Pascal Tréguy, Natascha Wiese, Ali Suliman, Kwasi Songui, Grégoire Colin, Vincent Maraval, Ossama Bawardi.

Genere Commedia - Francia, 2019. Durata 97 minuti circa.

Il cineasta Elia Suleiman viaggia in diverse città e trova parallelismi inaspettati con la sua terra natale della Palestina.

Locandina: In ogni istante

In ogni istante

La storia di un percorso di vita

Regia di Nicolas Philibert.

Genere Documentario - Francia, Giappone, 2018. Durata 105 minuti circa.

Ogni anno numerosissimi giovani uomini e donne si iscrivono all'Institut de Formation en Soins Infirmiers per accedere a un tirocinio pluriennale. Nicolas Philibert li segue dai primi apprendimenti teorico-pratici fino al confronto diretto con la malattia e il dolore.

Locandina: Interstellar

Interstellar

Un condotto spazio-temporale fa superare i limiti della fisica.
Regia di Christopher Nolan.

Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Michael Caine, John Lithgow, Ellen Burstyn, Casey Affleck, Wes Bentley, Mackenzie Foy, David Oyelowo, Matt Damon, Topher Grace, Bill Irwin, Elyes Gabel, Timothée Chalamet, David Gyasi, Liam Dickinson.

Genere Fantascienza - USA, 2014. Durata 169 minuti circa.

In un futuro imprecisato, un drastico cambiamento climatico ha colpito duramente l'agricoltura. Un gruppo di scienziati, sfruttando un "whormhole" per superare le limitazioni fisiche del viaggio spaziale e coprire le immense distanze del viaggio interstellare, cercano di esplorare nuove dimensioni. Il granturco è l'unica coltivazione ancora in grado di crescere e loro sono intenzionati a trovare nuovi luoghi adatti a coltivarlo per il bene dell'umanità. Il regista visionario della trilogia de Il Cavaliere Oscuro e Inception, che con i suoi film ha rinnovato più di ogni altro la cinematografia contemporanea, si misura questa volta con uno sci-fi dirigendo, come sempre, uneccezionale.

Locandina: J'ai Tué ma Mère

J'ai Tué ma Mère

Un dramma generazionale prima che familiare
Regia di Xavier Dolan.

Con Anne Dorval, Xavier Dolan, François Arnaud, Suzanne Clément, Patricia Tulasne, Niels Schneider, Monique Spaziani, Bianca Gervais, Benoît Gouin.

Genere Drammatico - Canada, 2009. Durata 96 minuti circa.

Hubert è un ragazzo cresciuto senza il padre e che soffre per la sua omesessualità. Il suo dolore represso viene continuamente gettato addosso a sua madre, l'unica figura della sua vita che può accogliere la sua ribellione e capire i motivi più profondi all'origine del suo disagio.

Locandina: Jojo Rabbit

Jojo Rabbit

Il coraggio di una donna durante il nazismo

Regia di Taika Waititi.

Con Roman Griffin Davis, Thomasin McKenzie, Taika Waititi, Rebel Wilson, Sam Rockwell, Scarlett Johansson, Archie Yates.

Genere Commedia - Germania, 2019. Durata 108 minuti circa.

Jojo ha dieci anni e un amico immaginario dispotico: Adolf Hitler. Nazista fanatico, col padre 'al fronte' a boicottare il regime e madre a casa 'a fare quello che può' contro il regime, è integrato nella gioventù hitleriana. Tra un'esercitazione e un lancio di granata, Jojo scopre che la madre nasconde in casa Elsa, una ragazzina ebrea che ama il disegno, le poesie di Rilke e il fidanzato partigiano. Nemici dichiarati, Elsa e Jojo sono costretti a convivere, lei per restare in vita, lui per proteggere sua madre che ama più di ogni altra cosa al mondo. Ma il 'condizionamento' del ragazzo svanirà progressivamente con l'amore e un'amicizia più forte dell'odio razziale.

Locandina: Joker

Joker

Il Joker di Phillips e Phoenix è un criminale prodotto dalla società in cui vive
Regia di Todd Phillips.

Con Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Zazie Beetz, Frances Conroy, Marc Maron, Bill Camp, Glenn Fleshler, Shea Whigham, Brett Cullen, Douglas Hodge, Josh Pais, Bryan Callen.

Genere Azione - USA, 2019. Durata 122 minuti circa.

Arthur Fleck vive con l'anziana madre in un palazzone fatiscente e sbarca il lunario facendo pubblicità per la strada travestito da clown, in attesa di avere il giusto materiale per realizzare il desiderio di fare il comico. La sua vita, però, è una tragedia: ignorato, calpestato, bullizzato, preso in giro da da chiunque, ha sviluppato un tic nervoso che lo fa ridere a sproposito incontrollabilmente, rendendolo inquietante e allontanando ulteriormente da lui ogni possibile relazione sociale. Ma un giorno Arthur non ce la fa più e reagisce violentemente, pistola alla mano. Mentre la polizia di Gotham City dà la caccia al clown killer, la popolazione lo elegge a eroe metropolitano, simbolo della rivolta degli oppressi contro l'arroganza dei ricchi.

Locandina: L'Eroe

L'Eroe

Un'opera prima che intavola una riflessione interessante ma soffre i limiti di esperienza e budget
Regia di Cristiano Anania.

Con Salvatore Esposito, Marta Gastini, Vincenzo Nemolato, Enrica Guidi, Cristina Donadio, Paolo Sassanelli, Fabio Ferrari.

Genere Drammatico - Italia, 2019. Durata 80 minuti circa.

Giorgio è un giornalista di cronaca che scrive romanzi ritenuti "non idonei alla pubblicazione". Quando una sua inchiesta dà troppo fastidio a un potente, il giovane uomo viene declassato ad un oscuro quotidiano di provincia. Ma il caso vuole che proprio nella località dove risiede il giornale abbia luogo un fatto di cronaca degno dell'attenzione nazionale: il rapimento del nipote di Giulia Guidi, proprietaria di un'importante azienda vinicola locale. E i sospetti ricadono su alcuni membri della comunità in cui Giorgio sta cominciando ad ambientarsi, fra cui Francesco, un disabile che si occupa delle consegne di bombole a gas, che Giulia Guidi descriverebbe come un "acino indifeso", di quelli che bisogna pigiare forte perché ne esca il mosto che "fa buono il vino".

Locandina: L'hotel degli amori smarriti

L'hotel degli amori smarriti

Una commedia brillante e ricca di colpi di scena che sa essere anche a una riflessione sul divenire

Regia di Christophe Honoré.

Con Chiara Mastroianni, Vincent Lacoste, Camille Cottin, Benjamin Biolay, Stéphane Roger, Harrison Arevalo, Carole Bouquet.

Genere Commedia - Francia, 2019. Durata 86 minuti circa.

Dopo 20 anni di matrimonio, Maria decide di lasciare la casa coniugale. Una notte, si trasferisce nella stanza 212 dell'hotel di fronte. Da lì, Maria ha una vista a volo d'uccello sul suo appartamento, su suo marito, sul suo matrimonio. Si chiede se ha preso la decisione giusta. Molte persone nella sua vita hanno un'idea su questo, e hanno intenzione di farglielo sapere.

Locandina: L'odio

L'odio

Le disperate banlieues parigine nel film che ha consacrato il talento di Mathieu Kassovitz

Regia di Mathieu Kassovitz.

Con Abdel Ahmed Ghili, Saïd Taghmaoui, Hubert Koundé, Vincent Cassel, Karim Belkhadra, Edouard Montoute, François Levantal, Vincent Lindon, Benoît Magimel, Philippe Nahon, Karin Viard, Solo, Joseph Momo, Héloïse Rauth, Rywka Wajsbrot, Olga Abrego, Laurent Labasse, Choukri Gabteni, Nabil Ben Mhamed, Medard Niang, Arash Mansour, Mathieu Kassovitz.

Genere Drammatico - Francia, 1995. Durata 95 minuti circa.

In un quartiere periferico parigino (i francesi li chiamano le cité), scoppia il vento della rivolta dopo il pestaggio del sedicenne Abel da parte della polizia. I giovani dellabanlieu scendono in strada e si battono tutta la notte con gli agenti. Tra loro ci sono tre amici: l'ebreo Vinz, il maghrebino Said e il nero Hubert, un trio di sfigati, disoccupati, arrabbiati e senza futuro. La giornata balorda dei tre giovani disperati ha inizio quando Vinz, che ha trovato una pistola d'ordinanza persa da uno sbirro durante gli scontri, decide di usarla. Diretto da Matthieu Kassovitz, un venticinquenne di talento, in un bianco e nero splendido, e parlato con un dialetto non facile da tradurre,L'odio è un film durissimo che ha totalizzato milioni di spettatori in Francia, ottenendo anche il premio per la miglior regia a Cannes nel 1994.

Locandina: La bella e la bestia

La bella e la bestia

Il live action de La bella e la bestia
Regia di Bill Condon.

Con Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Josh Gad, Ewan McGregor, Stanley Tucci, Audra McDonald, Gugu Mbatha-Raw, Ian McKellen, Emma Thompson, Sonoya Mizuno, Vittoria Puccini.

Genere Fantastico - USA, 2017. Durata 123 minuti circa.

Ventisei anni dopo il film d'animazione che per primo sfondò la barriera della nomination all'Oscar come Miglior Film, la Disney torna su quei luoghi incantanti: il villaggio francese di Belle e il castello stregato della Bestia, dove un orologio, un candelabro, una teiera e la sua tazzina, il piccolo Chicco, trascorrono l'esistenza prede di un sortilegio, sperando che non cada anzitempo l'ultimo petalo di una rosa o non torneranno mai più umani.

Locandina: La Dea Fortuna

La Dea Fortuna

Una nuova vita di coppia
Regia di Ferzan Ozpetek.

Con Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca, Sara Ciocca, Edoardo Brandi, Barbara Alberti, Serra Yilmaz, Cristina Bugatty, Filippo Nigro, Pia Lanciotti, Dora Romano, Barbara Chichiarelli.

Genere Commedia - Italia, 2019. Durata 118 minuti circa.

Alberto e Arturo sono una coppia consolidata, ma il loro rapporto sta mostrando la corda: Alberto, idraulico dal fascino animalesco che attira uomini, donne e bambini, porta a casa il pane e cede volentieri ai piaceri della carne; Arturo, traduttore passivo aggressivo, non è diventato né uno scrittore famoso né un cattedratico, e patisce l'assenza di un rapporto fisico, e ancor di più di uno scambio verbale, con il suo partner sfuggente. Nella routine cristallizzata dei due irrompono Annamaria, ex compagna di Alberto, e i suoi due figli nati da padri diversi, e tutti gli equilibri saltano. Annamaria deve fare alcuni esami diagnostici e affida i figli alla coppia di amici, che dovranno fare i conti con una responsabilità genitoriale forse mai nemmeno immaginata, nonché con la capacità dei bambini di metterti di fronte a quello che sei veramente.

Locandina: La famiglia Addams

La famiglia Addams

La famiglia Addams in computer grafica
Regia di Conrad Vernon, Greg Tiernan.

Con Virginia Raffaele, Pino Insegno, Eleonora Gaggero, Luciano Spinelli, Loredana Berté, Raoul Bova, Charlize Theron, Oscar Isaac, Chloë Grace Moretz, Finn Wolfhard, Nick Kroll, Bette Midler.

Genere Animazione - USA, 2019. Durata 105 minuti circa.

La famiglia Addams vive infelice e contenta nella sua magione, protetta da una fitta coltre di nebbia. Almeno fino a quando una donna di nome Margaux Needler, conduttrice di un reality televisivo, non fa bonificare la palude sottostante per edificare la città color pastello di Assimilazione. A quel punto trasformare radicalmente la grigia casa Addams diventa l'obiettivo di Margaux. Proprio nei giorni in cui gli Addams ospitano sotto il loro tetto una riunione di famiglia, in occasione della Mazurka della Spada di Pugsley.

Locandina: La sfida delle mogli

La sfida delle mogli

Donne in guerra

Regia di Peter Cattaneo.

Con Sharon Horgan, Kristin Scott Thomas, Teresa Mahoney, Jason Flemyng, Amy James-Kelly, Ruth Horrocks, Emma Lowndes, Davina Sitaram, Colin Mace.

Genere Commedia - Gran Bretagna, 2019. Durata 110 minuti circa.

Kate ha sposato Richard e con lui la guerra. Moglie di un colonello e madre di un figlio caduto in battaglia, Kate vive in una base militare inglese e condivide con altre donne una guerra di rassegnazione. Perché i loro uomini sono (di nuovo) in missione in Afghanistan e loro hanno un dannato bisogno di tenersi occupate, di non pensare al peggio. Veterana del 'campo', Kate si offre volontaria per sostenere Lisa, nominata responsabile delle attività ricreative. Compassata e classica l'una, informale e pop l'altra, Kate e Lisa si scontrano su tutto. A metterle d'accordo è finalmente il progetto di un coro. La musica si rivela un vero balsamo per le donne della base, un progetto che le porterà più lontano di quanto pensassero e più vicine ai rispettivi consorti.

Locandina: La vita invisibile di Euridice Gusmao

La vita invisibile di Euridice Gusmao

Storia di donne
Regia di Karim Aïnouz.

Con Carol Duarte, Júlia Stockler, Gregório Duvivier, Barbara Santos, Flávia Gusmão, Maria Manoella, António Fonseca, Cristina Pereira, Fernanda Montenegro, Flavio Bauraqui, Nikolas Antunes.

Genere Drammatico - Brasile, 2019. Durata 139 minuti circa.

Euridice e Guida sono due ragazze che crescono nella stessa famiglia rigida e conservatrice. Quando Guida fugge una notte per incontrare il suo amante, Euridice acconsente di reggerle il gioco. Guida però non farà ritorno, sceglierà di sposarsi all'estero e la lontananza tra le due sorelle diventerà presto un abisso insuperabile quando il padre di entrambe deciderà di eliminare la peccatrice Guida dalla memoria della famiglia, impedendole di avere qualunque contatto con sua sorella.

Locandina: La volta buona

La volta buona

La denuncia di una società che scommette sulla pelle dei bambini
Regia di Vincenzo Marra.

Con Massimo Ghini, Ramiro Garcia, Max Tortora, Francesco Montanari, Gioia Spaziani, Antonio Gerardi, Alessandro Forcinelli, Massimo Wertmüller.

Genere Drammatico - Italia, Uruguay, 2019. Durata 95 minuti circa.

Bartolomeo è un procuratore calcistico con il vizio del gioco, che gli è già costato moglie e figlia. Assediato dai creditori, l'uomo è sempre in cerca della "volta buona", ovvero l'occasione che gli cambierà la vita e lo renderà finalmente ricco. L'occasione ha il viso serio di un ragazzino uruguaiano, Pablito, che l'ex socio Bruno ha scovato nelle baraccopoli di Montevideo. Pablito ha un talento, ma anche un fisico "alla Maradona" che richiede un investimento importante sulla sua crescita fisica affinché possa competere in futuro a livelli importanti: e chi sarà disposto ad accollarsi quei costi? Fra l'uomo e il ragazzino si instaura un rapporto di necessità reciproca, ma anche un legame affettivo che Bartolomeo non aveva messo in conto.

Locandina: Le cose che non ti ho detto (Hope Gap)

Le cose che non ti ho detto (Hope Gap)

Uno shock da risolvere
Regia di William Nicholson.

Con Annette Bening, Bill Nighy, Josh O'Connor, Aiysha Hart, Ryan McKen, Nicholas Burns, Rose Keegan, Nicholas Blane, Sally Rogers, Jason Lines.

Genere Drammatico - Gran Bretagna, 2019. Durata 100 minuti circa.

Nella cittadina costiera di Seaford, nel sud dell'Inghilterra, Edward e Grace sono una coppia sposata da quasi trent'anni.

Con il figlio adulto Jamie che vive a Londra e non fa visita troppo spesso, i due coniugi tirano avanti tra silenzi e vecchie abitudini. Grace crede in Dio, raccoglie poesie e vuole parole d'amore; Edward cerca una pace più terrena nella solitudine e nella storia napoleonica. Una mattina a colazione, l'uomo le comunica che il loro matrimonio è finito, e che da un anno ha una nuova compagna. Per Grace è un trauma con cui è impossibile venire a patti, mentre Jamie si trova preso in mezzo tra i due genitori.

Locandina: Matthias & Maxime

Matthias & Maxime

Dolan non si ferma e conferma la capacità di raccontare con energia l'amore senza etichette
Regia di Xavier Dolan.

Con Xavier Dolan, Harris Dickinson, Anne Dorval, Marilyn Castonguay, Catherine Brunet, Pier-Luc Funk, Adib Alkhalidey, Christopher Tyson, Gabriel D'Almeida Freitas.

Genere Drammatico - Canada, 2019. Durata 119 minuti circa.

Maxime sta per abbandonare Montreal per trasferirsi il più lontano possibile: in Australia, dove conta di mantenersi facendo il cameriere in un bar. Il giovane uomo è circondato dagli amici di infanzia, un gruppo chiassoso e dissacrante che continua a volersi bene nel modo in cui lo fanno i bambini: giocando, ruzzolando, prendendosi a cazzotti. Intorno a lui non ci sono maschi adulti ma tante figure femminili, fra cui la madre alcolizzata e invelenita che lui conta di affidare a una guardiana in sua assenza dato che fino a quel momento, grazie alla latitanza di suo padre e suo fratello, è sempre stato il solo ad occuparsene.

Locandina: Memorie di un assassino - Memories of Murder

Memorie di un assassino - Memories of Murder

Un thriller dove l'indagine poliziesca incrocia la denuncia politica
Regia di Bong Joon-ho.

Con Song Kang-ho, Sang-kyung Kim, Roe-ha Kim, Song Jae-ho, Hie-bong Byeon, Seo-hie Ko, No-shik Park, Hae-il Park, Jong-ryol Choi, In-seon Jeong, Jeon Mi-seon, Ha-kyeong Kim, Lee Jae-eun, Young-hwa Seo, Ji-ru Sung.

Genere Poliziesco - Corea del sud, 2003. Durata 129 minuti circa.

Gyeonggi, 1986. Il cadavere di una ragazza violentata scatena le indagini dell'inadeguata polizia locale, intenta più a cercare un capro espiatorio che a trovare il vero colpevole. Gli omicidi si susseguono inarrestabili e un ispettore arriva da Seoul per fare luce sul mistero. Il volto di Song Kang-ho, uno dei migliori attori della sua generazione, guarda in camera attonito e si rivolge direttamente a noi, smarriti e confusi, pieni di "perché". Come è possibile che l'uomo possa compiere atti simili? O forse, se una nazione intera vive all'insegna della violenza e dell'ingiustizia, quanto avviene non è che una naturale conseguenza?

Locandina: Nel nome della Terra

Nel nome della Terra

Guillame Canet, uomo in difficoltà

Regia di Edouard Bergeon.

Con Guillaume Canet, Veerle Baetens, Anthony Bajon, Rufus, Samir Guesmi, Yona Kervern, Solal Forte, Marie-Christine Orry, Emmanuel Courcol, Michel Lerousseau, Christophe Rossignon.

Genere Drammatico - Francia, 2019. Durata 103 minuti circa.

Pierre a 25 anni torna nella natia Francia dal ranch in cui ha lavorato nel Wyoming per sposarsi e rilevare la fattoria paterna di cui continuerà a pagare l'affitto. Lo ritroveremo vent'anni dopo con due figlie un'attività di allevamento di capre ormai avviata ma i problemi non tarderanno ad arrivare imponendo delle scelte che avranno delle conseguenze sulla vita di coloro che gli sono vicini.

Locandina: Parasite

Parasite

Bong ritorna alla sua forma migliore grazie ad un'eccellente lettura del nostro tempo
Regia di Bong Joon-ho.

Con Song Kang-ho, Lee Sun-kyun, Yeo-jeong Jo, Choi Woo-Sik, Park So-dam, Hyae Jin Chang.

Genere Drammatico - Corea del sud, 2019. Durata 132 minuti circa.

Ki-woo vive in un modesto appartamento sotto il livello della strada. La presenza dei genitori, Ki-taek e Chung-sook, e della sorella Ki-jung rende le condizioni abitative difficoltose, ma l'affetto familiare li unisce nonostante tutto. Insieme si prodigano in lavoretti umili per sbarcare il lunario, senza una vera e propria strategia ma sempre con orgoglio e una punta di furbizia. La svolta arriva con un amico di Ki-woo, che offre al ragazzo l'opportunità di sostituirlo come insegnante d'inglese per la figlia di una famiglia ricca: il lavoro è ben pagato, e la villa del signor Park, dirigente di un'azienda informatica, è un capolavoro architettonico. Ki-woo ne è talmente entusiasta che, parlando con la signora Park dei disegni del figlio più piccolo, intravede un'opportunità da cogliere al volo, creando un'identità segreta per la sorella Ki-jung come insegnante di educazione artistica e insinuandosi ancor più in profondità nella vita degli ignari sconosciuti.

Locandina: PJ Harvey - A Dog Called Money

PJ Harvey - A Dog Called Money

Un documentario sulla cantante cult PJ Harvey

Regia di Seamus Murphy.

Con P.J. Harvey.

Genere Documentario - Irlanda, Gran Bretagna, 2019. Durata 94 minuti circa.

La musicista britannica PJ Harvey ha accompagnato più volte il fotografo irlandese Seamus Murphy nei suoi viaggi, in Afghanistan, Kosovo e a Washington DC. Dai suoi appunti ha tratto spunti per il disco "The Hope Six Demolition Project", contenente 11 tracce, registrato in uno studio costruito appositamente a Londra e pubblicato nel 2016. Il film è l'unione delle parole e le note della Harvey e delle immagini di Murphy.

Locandina: Resistance - La voce del silenzio

Resistance - La voce del silenzio

Boy Scout ebrei e Resistenza francese insieme contro il nazismo Regia di Jonathan Jakubowicz.

Con Jesse Eisenberg, Ed Harris, Clémence Poésy, Edgar Ramirez, Alicia von Rittberg, Bella Ramsey, Vica Kerekes, Matthias Schweighöfer, Géza Röhrig, Karl Markovics, Arndt Schwering-Sohnrey, Félix Moati, Philip Lenkowsky, Aurélie Bancilhon, Iva Sindelková, Steffen Jung, Ryan Hadaller.

Genere Biografico - USA, 2020. Durataminuti circa.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, milioni di bambini ebrei si ritrovano orfani e vengono soccorsi da gruppi di volontari che provano con tutti i mezzi a proteggerli dall'ombra lunga del nazismo. Marcel Mangel è uno di loro, un giovane uomo, figlio di un ebreo alsaziano, deciso a condurli in Svizzera facendo credere ai tedeschi che i bambini partano per una vacanza. Mimo e attore ancora sconosciuto, Marcel corregge (letteralmente) Mangel in Marceau e sigla il suo primo gesto artistico: salvare una vita, cento vite. Ricercato due volte, come ebreo e come membro della Resistenza, Marcel Marceau sfiderà il male col silenzio.

Locandina: Richard Jewell

Richard Jewell

Il biopic sulla guardia di sicurezza Richard Jewell
Regia di Clint Eastwood.

Con Sam Rockwell, Kathy Bates, Jon Hamm, Olivia Wilde, Paul Walter Hauser, Dexter Tillis, Wayne Duvall.

Genere Biografico - USA, 2019. Durata 129 minuti circa.

Atlanta, Georgia. Richard Jewell è un trentenne sovrappeso che vive ancora con la mamma e si considera un tutore della legge, ma in realtà svolge per lo più lavoretti di sorveglianza. Richard considera sua missione proteggere gli altri ad ogni costo: dunque, durante gli eventi che precedono le Olimpiadi del 1996, è il primo a dare l'allarme quando vede uno zaino sospetto abbandonato sotto una panchina. Questo fa sì che l'attentato dinamitardo del 27 luglio al Centennial Olympic Park abbia esiti po' meno tragici di quelli previsti dall'attentatore, e Richard diventa l'eroe che aveva sempre sognato di essere: ma la sua celebrità istantanea non tarderà a rivoltarglisi contro e a farlo precipitare dal sogno all'incubo.

Locandina: Si muore solo da vivi

Si muore solo da vivi

Le seconde occasioni della vita Regia di Alberto Rizzi.

Con Alessandro Roja, Alessandra Mastronardi, Neri Marcorè, Francesco Pannofino, Ugo Pagliai, Amanda Lear.

Genere Commedia - Italia, 2020. Durataminuti circa.

Dopo il terremoto che gli ha portato via il fratello e la cognata Orlando ha smarrito ogni direzione. Rintanato in una baracca su Po, lui che era stato il frontman della band Cuore aperto non suona più, e non riesce a tenersi un lavoro. I suoi genitori non sanno come scuoterlo dall'impasse, anche perché Orlando ha la responsabilità di Angelica, la nipotina undicenne rimasta orfana. Ma lui continua a vivere di ricordi, su tutti quello di Chiara, la donna della sua vita ora in procinto di sposarsi con un altro. A dare una scossa, questa volta positiva, alla sua vita sarà Giusi Granaglia, la ex manager musicale che lo spingerà a rimettere insieme i Cuore aperto.

Locandina: Stay Still

Stay Still

Due ritratti al femminile

Regia di Elisa Mishto.

Con Katharina Schüttler, Kim Riedle, Martin Wuttke, Natalia Belitski, Jürgen Vogel, Giuseppe Battiston, Juliane Elting, Hildegard Schroedter, Leslie Malton, Luisa-Céline Gaffron.

Genere Drammatico - Germania, 2019. Durataminuti circa.

Julie ha compiuto una scelta di vita legata a una sua teoria sull'immobilità.Entra ed esce da una clinica psichiatrica in cui si sente seguita dal dottor Hermann, il quale sta ora per andare in pensione. Le viene affidata come supervisore l'infermiera Agnes la qualenon riesce a controllarla sentendosene in qualche misura attratta a causa anche della sua difficile condizione familiare.

Locandina: The Grudge

The Grudge

Il reboot dell'omonimo horror giapponese
Regia di Nicolas Pesce.

Con Andrea Riseborough, Demián Bichir, John Cho, Betty Gilpin, Lin Shaye, Jacki Weaver, David Lawrence Brown, Nancy Sorel, Stephanie Sy, Joel Marsh Garland, Ernesto Griffith, Robin Ruel, Bradley Sawatzky, Stefanie Sherk, Zoe Fish, Robert Kostyra, Tara Westwood, William Sadler, Lorrie Papadopoulos, Frankie Faison.

Genere Horror - USA, 2020. Durata 94 minuti circa.

2004: Fiona Landers lascia Tokyo in anticipo per rientrare negli Stati Uniti informando della cosa la collega Yoko: qualcosa che ha visto l'ha disturbata molto. 2005: la vita della coppia formata da Faith e William Matheson, sposati da cinquant'anni, è turbata dalla malattia della donna, che soffre di avanzata demenza senile. Per porre fine alle sue sofferenze, il marito invita a casa Lorna Moody, specializzata nel suicidio assistito. 2006: la poliziotta Muldoon arriva a prendere servizio. Ha un figlioletto di sei anni ed è vedova da poco con tutto ciò che ne consegue. Assieme al partner Goodman si deve occupare del caso di una donna trovata morta in avanzato stato di decomposizione all'interno della sua auto rimasta nascosta nella vegetazione per mesi. È il cadavere di Lorna Moody. Su tutto, una strana maledizione che aleggia su chiunque venga in contatto con una certa casa al 44 di Reyburne Drive.

Locandina: The Hunt

The Hunt

Thriller ad altissima tensione
Regia di Craig Zobel.

Con Betty Gilpin, Emma Roberts, Justin Hartley, Ike Barinholtz, Glenn Howerton, Amy Madigan, Macon Blair, Teri Wyble, Alexander Babara, Steve Coulter, Wayne Duvall, Sturgill Simpson, J.C. MacKenzie, Reed Birney, Hans Marrero, Juan Gaspard, Jim Klock, Sylvia Grace Crim, Dean J. West.

Genere Azione - USA, 2020. Durata 90 minuti circa.

Dodici sconosciuti si risvegliano improvvisamente in una radura: non sanno dove sono, non sanno come sono arrivati in quel posto, e dopo essersi liberati dalla cinghia che teneva chiusa loro la bocca e aver trovato una cassa piena d'armi devono difendersi dagli spari che provengono dal bosco. Buona parte di loro muore subito, mentre altri, tra cui l'ex soldatessa Crystal, riescono a sopravvivere e si mettono in fuga. Chi sono le persone rapite e trasformate nelle prede di una caccia insensata? E chi sono i cacciatori? C'entra forse il fatto che le vittime siano appartenenti alle classi più povere e meno istruite della società americana, mentre gli autori della mattanza siano liberal bianchi e milionari?

Locandina: Tony Driver

Tony Driver

La storia di un grande Personaggio raccontata da manuale di cinema americano

Regia di Ascanio Petrini.

Con Pasquale Donatone.

Genere Commedia drammatica - Italia, Messico, 2019. Durata 73 minuti circa.

Pasquale un giorno decide di cambiare nome e farsi chiamare Tony. Perché sebbene nato a Bari, a 9 anni, a metà degli anni Sessanta, vola oltreoceano con la famiglia e cresce da vero americano. Tassista di professione a Yuma, viene arrestato a causa del suo "secondo lavoro": trasportare migranti illegali negli Stati Uniti attraverso la frontiera messicana. È così costretto a scegliere: la galera in Arizona o la deportazione in Italia. Rientrato in Puglia, si ritrova a vivere solo in una grotta a Polignano a Mare e guarda l'Italia come un piccolo Paese immobile, senza opportunità e senza sogni. Ma Tony non è disposto ad arrendersi...

Locandina: Trolls World Tour

Trolls World Tour

Il sequel di Trolls
Regia di Walt Dohrn, David P. Smith.

Con Francesca Michielin, Stash, Elodie, Sergio Sylvestre, Anna Kendrick, Justin Timberlake, Jamie Dornan, Sam Rockwell, James Corden, Karan Soni, Flula Borg, Kunal Nayyar, Anthony Ramos, Ron Funches.

Genere Animazione - USA, 2020. Durataminuti circa.

Poppy e Branch scoprono di essere solo una delle sei tribù di Troll sparse su sei terre diverse e che si esprimono attraverso sei differenti tipi di musica: Funk, Country, Techno, Classica, Pop e Rock. Il loro mondo sta quindi per diventare molto più grande e molto più rumoroso. Ma, come membro della regalità hard-rock, la regina Barb, aiutata da suo padre Re Thrash, vuole distruggere tutti gli altri tipi di musica per far sì che il rock regni sovrano.

Con in gioco il destino del mondo, Poppy e Branch, insieme ai loro amici Biggie, Chenille, Satin, Cooper e Guy Diamond, partono per visitare tutte le altre terre e unire i Troll in armonia contro Barb, che invece fa di tutto per metterli in ombra.

Locandina: Un figlio di nome Erasmus

Un figlio di nome Erasmus

Un manuale d'istruzione semi-serio per uomini afflitti dalla Sindrome di Peter Pan
Regia di Alberto Ferrari.

Con Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Daniele Liotti, Ricky Memphis, Carol Alt, Filipa Pinto, Giorgio Gobbi, Fernando Rodrigues, Valentina Corti (II), Elena Vanni, Giulia Galiani, Andrea Bonella, Frederico Amaral, Giordana Faggiano, Gabriele Carbotti, Giordano Agrusta.

Genere Commedia - Italia, 2020. Durata 107 minuti circa.

Jacopo lavora per una multinazionale di carattere umanitario; Ascanio fa la guida alpina per manager in cerca di ispirazione; Enrico è un architetto candidato alla Camera dei deputati e in procinto di sposarsi; e Pietro è un "manager artistico" il cui principale cliente è un gruppo che fa cover dei Pooh. Sono amici da quando erano ragazzi, ed è proprio un ricordo di gioventù a riunirli: una loro ex fiamma, Amalia, conosciuta durante il periodo di studio del quartetto in Portogallo, è deceduta e un giudice li ha convocati per comunicare loro le ultime volontà della defunta. All'arrivo scopriranno che uno di loro è il padre del figlio di Amalia: ma chi? Non resta che partire per un viaggio alla scoperta della paternità, che sarà anche un viaggio di scoperta di se stessi e un rinnovo dell'amicizia decennale.

Locandina: Villetta con ospiti

Villetta con ospiti

I sette vizi capitali incarnati dai sette protagonisti
Regia di Ivano De Matteo.

Con Marco Giallini, Michela Cescon, Massimiliano Gallo, Erika Blanc, Cristina Flutur, Ioan Tiberiu Dobrica, Bebo Storti, Vinicio Marchioni.

Genere Drammatico - Italia, 2020. Durata 88 minuti circa.

In un paese non meglio identificato del Nordest italiano una famiglia altoborghese fa il bello e il cattivo tempo. L'erede della fortuna famigliare, Diletta, è una donna fragile che cerca di dare un senso alla sua vita impegnandosi in cause che vedono protagonista don Carlo, il prete con un debole per le parrocchiane. Suo marito Giorgio, romano, le è infedele e approfitta delle ricchezze della moglie a scapito dell'azienda di famiglia. La figlia Beatrice è un'adolescente arrabbiata, e la nonna è severa e taccagna. Intorno a loro si aggirano un poliziotto napoletano corrotto, un medico venduto e una famiglia di immigrati rumeni: Sonja, cameriera della famiglia altoborghese, il fratello Ilia, che traffica in affari loschi, e il figlio Adrian, combattuto fra l'onestà della madre e la furbizia dello zio.