Designer di gioielli, di abiti, di accessori in un'atmosfera spigliata tra mercato e cultura. Ad affiancare la fiera, A.I.Gallery espone l'artigianato artistico nelle gallerie d'arte trasteverine

Roma, 5 luglio 2012 - Il futuro della moda e dei giovani talenti è nel fatto a mano. Il boom delle produzioni seriali ha generato un forte desiderio di qualità e di esclusività, riportando sotto i riflettori i cosiddetti "mestieri antichi" come unica risposta al desiderio di unicità. L'artigianato, vero fiore all'occhiello del nostro paese, rappresenta un vero e proprio trampolino di lancio per i talenti emergenti che mettono la loro creatività a servizio dell'abilità manuale.

Ed è proprio per celebrare i virtuosi del fatto a mano e della tradizione che torna A.I.Fair, la prima fiera della vanità artigiana dove design autoprodotto, nuovi brand, pezzi unici ed edizioni limitate si incontrano in un'atmosfera spigliata e informale tra cultura e mercato. L'evento si terrà domenica 8 e lunedì 9, presso il Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia nella Sala Bavigli.

In questa edizione A.I. Fair, parte integrante del progetto A.I. Artisanal Intelligence di Altaroma, è ideata come un'esposizione domestica: case di artisti-artigiani aperte, salotti, camere, angoli dove si vive, si pensa e si crea. Designer di gioielli, di abiti, di accessori espongono il loro lavoro in uno spazio continuo ispirato agli ambienti del film Dogville. La suggestione di entrare in un grande album di famiglia, sarà amplificata dalle immagini dell'archivio storico Cicconi e dai costumi della sartoria Farani.

L'evento, ideata da Clara Tosi Pamphili e curato da Ornella Cicchetti, nasce dall'aver studiato il modo migliore di promuovere l'artigianato non più attraverso le vecchie formule fieristiche, che tendono a riempire gli spazi di vendita senza delineare una direzione artistica. Gli espositori vengono, di volta in volta, selezionati per configurare un luogo che possa fondere le esperienze di mostra, vendita e conoscenza, e che possa rappresentare un momento d'incontro oltre che un'occasione per promuovere e conoscere giovani e promettenti talenti.

Ad affiancare la fiera dell'artigianato, A.I. Gallery, la componente live di A.I. Artisanal Intelligence, che permette al pubblico e agli addetti ai lavori di entrare in contatto diretto con la realtà sfaccettata dell'artigianato contemporaneo considerando, nelle esposizioni organizzate, il lavoro dell'artigiano come se fosse quello di un artista.

Il percorso 2012 di A.I.Gallery, curato da Alessio de'Navasques, si sviluppa tra le vie più suggestive dello storico quartiere Trastevere, tra la Lungara, la zona delle Mantellate e l'Orto Botanico, attorno alle gallerie d'arte di fama internazionale che rendono questa una delle zone più vibranti e culturalmente vive della città di Roma: fondazione VOLUME!, Studio Stefania Miscetti, ExElettrofonica, Studio RenzoGallo, Associazione culturale Esthia, diventano i fuochi del progetto.

Ogni artigiano realizzerà un'installazione site specific utilizzando i pezzi delle proprie collezioni, in un inedito dialogo con gli spazi che abitualmente accolgono opere d'arte contemporanea. Gli Orti d'Alibert, ciò che resta degli antichi giardini fatti costruire nel 1670 da Cristina di Svezia, diventano chiusura e fine del percorso.

Informazioni, orari e prezzi

L'evento si terrà domenica 8 e lunedì 9, presso il Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia nella Sala Bavigli.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Altri eventi