A un anno dalla sua scomparsa una serata di tecnologia, musica, design e cinema
per ricordare l'uomo che ha rivoluzionato il mondo contemporaneo

Giovedì 4 ottobre alle ore 19.00 torna al MAXXI ContemporaneaMente, il fortunato ciclo di incontri con i protagonisti della cultura e dell'arte italiana che raccontano la loro contemporaneità. La rassegna riapre con A TRIBUTE TO STEVE JOBS, una serata speciale dedicata al genio irrequieto dell'informatica a un anno dalla sua scomparsa.

A TRIBUTE TO STEVE JOBS è una manifestazione indipendente, non collegata a Apple, che con filmati, interviste e racconti personali vuole celebrare uno degli uomini di questa generazione tra i più influenti del pianeta, una figura dal grande carisma che con la sua creatività ha rivoluzionato il mondo contemporaneo.

Organizzato in collaborazione con Philip Morris Italia e con il contributo della Camera di Commercio di Roma, A TRIBUTE TO STEVE JOBS sarà un happening di tre ore per parlare di design, economia, tecnologia, cinema e musica. Giornalisti, esperti di comunicazione e new media, famosi "Mac-user" si alterneranno nell'Auditorium del MAXXI per raccontare da prospettive diverse Steve Jobs, proporre al pubblico le loro analisi, ricordi personali e aneddoti.

Luca Damiani, giornalista e voce storica di RAI Radio3, avrà il compito di "cucire" i filmati, le testimonianze, le esecuzioni musicali e gli interventi degli ospiti.

In apertura di serata l'intervento del Ministro Filippo Patroni Griffi su Steve Jobs e sulle iniziative di semplificazione connesse alla digitalizzazione della pubblica amministrazione intraprese dal Governo.

Carlo Massarini giornalista e conduttore radiotelevisivo racconterà le idee di Steve Jobs e i sogni che è riuscito a trasformare in realtà e che hanno contribuito a cambiare la vita di tutti noi.

Salvatore Giuliano preside dell'Istituto Tecnico "E. Maiorana" di Brindisi, ideatore del progetto "book in progress", una iniziativa per ridurre la spesa dei libri scolastici, parlerà della visione di Steve Jobs per l'educational.

Sul mega schermo scorrerà la vita di Steve Jobs attraverso i racconti delle sue passioni, della sua creatività e del contesto culturale in cui è cresciuto; saranno proiettate le interviste all'esperto della beat generation Emanuele Bevilacqua, al direttore di Wall Street Italia Luca Ciarrocca, al giornalista e scrittore Furio Colombo e al direttore de La Stampa Mario Calabresi, raccolte in esclusiva per l'evento da Raffaello Siniscalco.

Massimo Teodori, editorialista e docente di storia contemporanea, interverrà sul tema del "sogno americano".

Nella parte della serata dedicata al design interverranno Umberto Croppi, d.g. Esposizione del Made in Italy e del Design italiano, l'architetto Enzo Pinci, Claudio Strinati, presidente Comitato Scientifico Fondazione Sorgente Group e l'editore Alberto Castelvecchi.

Di economia e responsabilità sociale dell'imprenditore parleranno con Aldo Cazzullo, Nicola Zingaretti presidente della Provincia di Roma, Francesco Forlenza presidente Olivetti e l'imprenditrice Sabrina Florio.

Il giornalista Eugenio Occorsio e l'ex manager di Apple Italia Doriano Guerrieri racconteranno i loro incontri con Steve Jobs.

Il 4 ottobre dalle ore 11.00 al MAXXI saranno anche esposte 12 famose creazioni di Steve Jobs, dallo storico Apple I, prestato da Marco Boglione presidente di BasicNet, ai rari Next Cube e Macintosh 128K concessi per l'occasione dal collezionista Paolo Cognetti.

Marco Cattaneo, Direttore di National Geographic Italia, coordinerà il dibattito sulla rivoluzione tecnologica di Steve Jobs a cui parteciperanno Massimo Temporelli, fisico e storico della tecnologia e Andrea Filacchioni, imprenditore/esperto informatico, che affronteranno lo storico confronto tra sostenitori del mondo Windows e quelli del mondo Apple.

Paolo Cardoni, grafico/disegnatore e Federico Luperi, giornalista esperto di new media parleranno di come Apple negli anni '90 ha rivoluzionato le tecniche di stampa.

Gaia Bottà, redattrice di Punto Informatico cercherà di smitizzare la figura di Steve Jobs attraverso la rielaborazione della sua immagine fatta dalla Rete.

Gabrele Niola, giornalista e critico cinematografico, parlerà di Steve Jobs e del suo contributo innovativo nel settore del cinema d'animazione (Pixar).

Concluderà la serata l'intervento di Luca Damiani su come è cambiata la fruizione della musica dopo l'arrivo dell'iPod.

La rassegna ContemporaneaMente proseguirà fino a dicembre. Prossimi appuntamenti: l'11 ottobre con Alessandro Bergonzoni e Marino Sinibaldi, il 25 ottobre con Francesco Rosi e Furio Colombo intervistati da Aldo Cazzullo e il 22 novembre con Emma Dante e Paolo Petroni.

L'iniziativa è realizzata con il sostegno del main partner eni, il contributo degli sponsor Poste Italiane e Gruppo Unipol e il supporto tecnico di After e RedStudio.

Informazioni, orari e prezzi

Auditorium del MAXXI
Museo Nazionale delle arti del XXI secolo

ore 19,00

ingresso libero fino ad esaurimento posti

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Altri eventi