Convegno sugli orrori delle Foibe

L'Associazione Culturale il Gabbiano è lieta di annunciare, che il 12 marzo 2016 alle ore 17:00, a titolo completamente gratuito presso il Teatro Petrolini in via Rubattino 5 zona Testaccio, si terrà il convegno sugli orrori delle Foibe nella ricorrenza dai settantun'anni dalla fine della prima guerra Mondiale, fino alle ultime Foibe del 1945, anche se purtroppo sono proseguite in parte anche dopo.

In questa dodicesima celebrazione della tragedia della Foibe, saranno analizzati il tema il "Terrore e la Vendetta", le immani tragedie perpetrate nel '900, dalla follia umana, segnate il più delle volte da puro e cinico sadismo, come dimostrazione di grande potere o vendetta, legato principalmente al regime prettamente dittatoriale e al suo disfacimento.

Di fronte alla crudeltà della guerra o alla caduta di un regime autoritario, l'uomo può trasformarsi in una belva feroce o soggiogare la paura, la frustrazione, la rabbia, trasformandola in eroismo. In alcuni casi, la violenza viene usata nei confronti del nemico in modo sistematico: i carnefici cercano di sottomettere le proprie vittime con l'uso indiscriminato del terrore, ma quando la situazione cambia, finiscono per essere ripagati con la stessa moneta.

Così nascono da una parte stragi famigerate, come quella delle Fosse Ardeatine, le Purghe Staliniane, i Desaparicidos, dall'altro massacri altrettanto indiscriminati come quelli perpetrati da alcuni gruppi di partigiani a fine guerra o quelli ai danni della popolazione italiana da parte delle truppe di Tito le famigerate le cavità carsiche, meglio conosciute come le Foibe.

Le Foibe hanno rappresentato per anni un vergogna negata, diciamo pure da ambo le parti sia Italiana che Jugoslava.

L'appuntamento, del 12 marzo al Teatro Petrolini di Roma, sarà dedicato interamente alle cavità carsiche, intervallato da brani di musica classica, il tutto presentato dal curatore del progetto il Paolo Gatti, che ne evidenzierà le finalità.

Paolo Gatti tratterà i seguenti argomenti:

•PREMESSA E FINALITA' DEL PROGETTO - CALENDARIO DEGLI AVVENIMENTI

•I SEGNI DELLA PRESENZA VENEZIANA

•BREVE STORIA DELLA REGIONE GIULIANA DEL PRIMO NOVECENTO

Le esecuzioni saranno curate dal quartetto: "Le dissonanze"

Con musiche di Mozart, Barber, Mahler.

Organico:

Primo violino: Plamena Krumova

Secondo violino: Giulia Pavan

Viola: Achille Taddeo

Violoncello: Francesco Sorrentino

Seguirà un Cocktail offerto dall'associazione.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma