Venerdì 28 settembre una mostra in cui la scienza incontra l'arte

Venerdì 28 settembre l'Aula Brunelli del Centro Enea di Frascati (in provincia di Roma) ospita la mostra "Elementi di esplosioni", un momento di incontro tra scienza e arte, tra fisica e natura, tra l'uomo e l'universo.

Nella scienza lo studio della realtà è fondamentale per capire la verità della natura. La natura si esprime con delle proprie leggi e all'uomo è permesso svelarne i misteri. Questo percorso verso la conoscenza può essere rappresentato nell'arte riprendendo il filo conduttore dell'arte di Mondrian, della sua ricerca artistica sull'universale nell'uomo.

Non solo la matematica, ma anche la fisica contiene l'universale, quello delle leggi della natura. "Elementi di Esplosioni" vuole mostrare la fisica non lineare nelle sue diverse forme, quelle forme infinite che ogni esplosione reale può assumere quando vengono liberate le forze della natura.

Si scopre, nelle opere di Armando Pelliccioni, fisico teorico e pittore, il ruolo delle forze di coesione molecolari nella formazione di filamenti di materia, quello della pesantezza della materia per il trasporto su brevi e lunghe distanze.

Esistono delle somiglianze tra le esplosioni mostrate nelle opere presentate e quelle osservate nelle stelle? Sarà questo il tema affrontato durante la presentazione dell'evento.

Oltre agli effetti della fisica non lineare, le esplosioni possono fungere da suggestione per la musica. Alla mostra sarà presente il compositore Theo Allegretti, che proporrà una sonorizzazione dal vivo al pianoforte dell'opera "Esplosione" del 2014.

Programma:

ore 19:00. Presentazione della mostra (Stefano Loreti)

ore 19: 10. Esplosioni nell'arte ed esplosioni nell'universo (Armando Pelliccioni)

ore 19: 30. Filmato di una esplosione fredda (Armando Pelliccioni)

ore 19: 40. Sonorizzazione dal vivo di  "Esplosione" (Theo Allegretti)

ore 20:00. Conclusioni (Cinzia Folcarelli)

Per prenotare online clicca qui


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma