Sarà presentata al festival O una nuova installazione del compositore Pierre Jodlowski e dell'artista François Donato

Martedì 2 ottobre,Il progetto, totalmente site specific, consiste in un dispositivo audiovisivo collocato nell'aula ottagona del Planetario ed è stato appositamente concepito per questo luogo. Il contenuto audiovisivo ha come punto di partenza gli elementi caratteristici del luogo: l'acqua e il fuoco. Il progetto si articola in 2 fasi: - modalità installazione: il sistema è autonomo e crea un ambiente contemplativo. Questa modalità è attivata prima e dopo la performance e in presenza di un numero ristretto di visitatori; - modalità performance: per 1 ora e 30, l'installazione diventa dinamica e si sviluppa in maniera organica interagendo con il comportamento del pubblico.
L'incontro dell'acqua e del fuoco costituisce una metafora artistica intensa, tumultuosa, demoniaca ma anche accattivante, avvolgente, penetrante. Il principio della performance si basa sul controllo dei flussi (suono, video, luce, fumo) in maniera continuativa e in funzione delle azioni del pubblico. Si tratta di una forma di interazione che include sistemi di intelligenza artificiale, ma le cui decisioni principali sono sotto la responsabilità dei due artisti. Penetrando nello spazio centrale di proiezione, i visitatori sono catturati da linee di forza, traiettorie ascendenti o discendenti, correnti, flussi e riflussi di materia a volte compatta, a volte evanescente.
L'idea è quella di ritrovare una sorta di condizione originaria in collegamento con le terme romane dove, per l'appunto, acqua e fuoco interagiscono. Durante la performance assistiamo a un'alternanza di quadri, ognuno dei quali si articola in un gran numero di variazioni/declinazioni, che saranno attivate dai visitatori stessi (in funzione dei loro spostamenti e della natura dei loro movimenti).
Pierre Jodlowski è un compositore, sound artist, improvvisatore e performer che si muove sulle scene della musica elettronica, dell'elettroacustica, del jazz e del rock. L'artista e musicologo François Donato ha collaborato ripetutamente con la danza e il teatro (Compagnie Pal Frenak; Compagnie Coda Norma; Compagnie Hypothèse Théâtre) e ad altri compositori come Pierre Jodlowski e Hervé Birolini o artisti visivi per lavori interattivi multimediali.

Musica, danza, arte alle Terme di Diocleziano dal 14 settembre al 16 dicembre 2018. Oltre 40 gli artisti internazionali che ogni sera da settembre a ottobre, e poi sei domeniche mattina tra ottobre e dicembre al Planetario restituiscono a uno dei siti più affascinanti di Roma la vocazione di spazio ideale quale palestra per la conoscenza. Il Museo Nazionale Romano, diretto da Daniela Porro, promuove l'innovativo progetto ? presso la sede monumentale delle Terme di Diocleziano. Il


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma