Quattro incontri dedicati alle storie delle grandi attrici che hanno recitato e abitato il Valle

Primo appuntamento venerdì 14 dicembre (ore 20) nel Foyer del Teatro Valle

ADELAIDE RISTORI, UNA ATTRICE NOBILE.

Al via GLI ANNI PERDUTI DEL TEATRO VALLE il ciclo di quattro incontri dedicati alle storie delle grandi attrici che hanno recitato e abitato la storica sala. Primo appuntamento venerdì 14 dicembre (ore 20) nel foyer del teatro con ADELAIDE RISTORI, grande interprete del pieno Ottocento.

Una serata per raccontare la storia dell'attrice, attraverso la lettura di alcune scene degli spettacoli che ha interpretato al Valle, con le splendide voci di Alvia Reale e Simone Francia che daranno vita ai testi a cura di Emanuela Pistilli, accompagnati dalle musiche eseguite dal vivo da Alice Cortegiani (clarinetto) e Stefano Berluti (corno).

Un'occasione per riportare alla memoria dei romani la parabola più epica ma anche più lontana della sala settecentesca, lungo il corso di due secoli, dall'inaugurazione alla Seconda guerra mondiale, ossia prima della recente stagione variamente definibile "a vocazione pubblica". Inaugurato nel 1727, il Teatro Valle è uno dei più antichi teatri romani: qui sono passati tutti gli autori e tutti gli attori che hanno fatto grande il teatro italiano da allora fino alla sua chiusura, nel 2011, cui sono seguiti tre anni di occupazione. La storia di un teatro come il Valle, per oltre due secoli di proprietà della famiglia Capranica che lo gestì in prima persona (fino al passaggio all'Eti negli anni Cinquanta del secolo scorso), si offre come quella di un luogo nel quale il rito teatrale assume tutta la sua importanza storica e sociale: è in una sala come questa, infatti, che si incontrano i linguaggi scenici e le esigenze sociali. Auspice di questo incontro, naturalmente, è l'attore. E proprio come il palcoscenico di una storia d'Italia fatta dagli attori che si può vedere, oggi, il Teatro Valle.

Le illustri protagoniste dei prossimi incontri saranno Sarah Bernardt, Eleonora Duse e Anna Magnani.

Il ciclo di incontri si inserisce nel programma di attività Interludio Valle curato dal Teatro di Roma e promossa all'Amministrazione Capitolina che animerà gli spazi del Valle. Si tratta di un "palinsesto" di attività, diversificate per linguaggi e discipline, che non prevede lo svolgimento di spettacoli teatrali, ma naviga attraverso differenti espressioni artistiche ed esperienze innovative dedicate alla storia della sala settecentesca – da installazioni a visite speciali, da mostre a creazioni site-specific – che consentiranno di svolgere attività nel rispetto dei limiti imposti dalle attuali condizioni e caratteristiche storiche dello stabile.

Ancora in corso la mostra multimediale PAOLO POLI È… al Teatro Valle fino al 6 gennaio 2019 per la calorosa affluenza e accoglienza con cui il pubblico ha omaggiato il genio trasformista di uno dei più originali artisti del Novecento.

Adelaide Ristori _ Nata cittadina austriaca il 29 gennaio 1822 a Cividale del Friuli da una famiglia d'Arte. Il matrimonio con il marchese romano Giuliano Capranica del Grillo, proprietario fra l'altro del Teatro Valle, fu determinante per la sua carriera. Fu interprete di arte drammatica e comica, in Italia e all'estero. Intraprese numerosi viaggi oltreoceano per portare l'arte italiana in paesi in cui nessuna compagnia italiana aveva mai recitato. Musa espiratrice di Alexandre Dumas, Ernest Legouvé e George Sand con il suo stesso esempio testimoniò la possibilità di coniugare arte e vita. Fervente patriota partecipò con entusiasmo al nascente Regno d'Italia intrattenne rapporti con Camillo Benso conte di Cavour, Giuseppe Mazzini, Giuseppe Garibaldi e Daniele Manin. Morì a Roma nel 1902 acclamata e ricordata dalle corone blasonate d'Europa e dalle nuove leve artistiche che in lei riconosceranno un modello di riferimento.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma