In occasione della mostra "Le tute e l'acciaio" di Antonio Fraddosio

25 gennaio 2019 ore 18.30 - 21.30

Letture per Taranto

Galleria d'Arte Moderna di Roma (via F. Crispi, 24)

 

Tre poesie dedicate di Dante Maffia e brani di Giuse Alemanno, Alessandro Leogrande, Elisa Mauro.

 

Leggono gli autori e Federico Pacifici

 

Antonio Bernardo Fraddosio ha progettato e realizzato l'installazione Le tute e l'acciaio nel modo in cui interpreta da sempre il ruolo di artista: per dare forma alla sue forti motivazioni ideali. Come ha fatto nei suoi cicli precedenti, sempre legati a temi universali, così ha agito in questa opera, che appartiene al ciclo intitolato Quello che resta dello sviluppo.

Uomo del Sud dalle forti passioni antagoniste, Fraddosio interpreta la condizione e i rischi degli operai della più grande fabbrica siderurgica d'Europa, l'Ilva di Taranto.

Il contesto è il quartiere cittadino Tamburi. I cassoni in acciaio Cor-Ten ossidato altro non sono che le logge delle case "dei Tamburi". Sul fondo di ciascun cassone gli altorilievi sono le tute dal panneggio antropomorfo che gli operai, finito il turno di lavoro, depositano in una specie di camera di compensazione prima di andare alle docce e che dovrebbero difenderli dai tumori.

 

 

 

 

 

 

Appartiene ad un evento principale:


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma