L'appuntamento è per martedì 6 ottobre, ore 18.30 con il webinar  in compagnia dello scrittore Paolo Di Paolo che, intervistato dalla giornalista e scrittrice Marida Lombardo Pijola, ci guiderà alla scoperta del suo ultimo libro "LONTANO DAGLI OCCHI" (Feltrinelli Editore, 2019, pag. 192). 

Paolo Di Paolo dà quindi appuntamento sui canali Facebook e Youtube di Università eCampus a  tutto il suo pubblico per raccontare i personaggi del suo libro e per approfondire,  attraverso domande e riflessioni, l'importanza delle radici, della nascita, della lontananza e della trasformazione che ci fa diventare noi stessi. Ed anche del potere che la letteratura ha di avvinarci a realtà diversamente inaccessibili.

Lontano dagli occhi è la narrazione di tre storie diverse, accomunate dalla stessa città - Roma- e dallo stesso destino: smettere di essere soltanto figli e diventare genitori. Madri. E, forse, anche padri.

Siamo agli inizi degli anni Ottanta  e una nuova vita arriva inaspettata per Luciana, Cecilia e Valentina. Tre giovani donne destinate a diventare "ragazza madre", diverse e lontane per estrazione sociale e condizione di vita, eppure accomunate dalla trasformazione cruciale del proprio corpo e della propria esistenza.
Tra bandiere che sventolano festose, manifesti elettorali che sbiadiscono al sole e volantini che parlano di una ragazza scomparsa, le speranze italiane somigliano a inganni. Poi ecco che una nuova vita arriva e qualcosa si svela.

Con Lontano dagli occhi, Paolo Di Paolo ha vinto la novantunesima edizione del Premio Viareggio Rèpaci nella Sezione Narrativa.
La motivazione:
"Quante storie ci vogliono per fare un uomo? La letteratura e il cinema contemporanei hanno assuefatto lettori e spettatori a romanzi e film "plurimi", costruiti attorno a una serie di vicende che scorrono in parallelo fino a quando, col procedere del racconto, i diversi fili non

si annodano in un unico intreccio, in qualche modo illuminandosi a vicenda. Apparentemente, anche Lontano dagli occhi sembrerebbe costruito secondo lo stesso modello. Siamo a Roma, nel 1983, e tre giovani donne incinta, destinate a diventare quella che all'epoca si chiamava una "ragazza madre", attraversano i mesi più difficili di una gravidanza che inaspettatamente, di punto in bianco, le ha proiettate in un altro tempo della 
vita. Sono diversissime, socialmente e caratterialmente, eppure si assomigliano nel crescente sgomento  per un corpo  che  cambia  giorno  dopo  giorno e un futuro che appare sempre più
incerto. Si riconosceranno l'una nell'altra? Solidarizzeranno? Il lettore non può evitare di domandarselo. In questo romanzo della sua maturità di narratore, Paolo Di Paolo non ha però previsto alcun incontro per i suoi personaggi. Sul più bello una pagina interamente inchiostrata di nero – matrice della vita e della scrittura – impone alla storia una svolta inaspettata e svela una struttura del racconto completamente inedita, che proietta il romanzo su un altro piano e dissolve gli aneddoti e gli affanni delle tre ragazze in una interrogazione verticale. Memoir immaginario, estrema autofiction e derisione di ogni possibile autofiction, Lontano dagli occhi prende così la forma di un'inchiesta sull'origine e sul destino. Un'inchiesta privatissima che – tanto più per questo – paradossalmente non lascerà nessuno indifferente" (Gabriele Pedullà).

"Uno dei migliori scrittori del nostro Paese." Wlodek Goldkorn, L'Espresso
"Brillante, imprevedibile, originale." Florence Noiville, Le Monde

 WEBINAR PRESENTAZIONE LIBRI
ALL'UNIVERSITA' eCAMPUS IL PREMIO VIAREGGIO REPACI 2020

LONTANO DAGLI OCCHI di Paolo Di Paolo
(Feltrinelli Editore, 2019, pag. 192)

PAOLO DI PAOLO
Paolo Di Paolo è nato nel 1983 a Roma. Ha pubblicato i romanzi Raccontami la notte in cui sono nato (2008), Dove eravate tutti (2011; Premio Mondello e Super Premio Vittorini), Mandami tanta vita (2013; finalista Premio Strega), Una storia quasi solo d'amore (2016), Lontano dagli occhi (2019) Premio Viareggio-Rèpaci, tutti nel catalogo Feltrinelli e tradotti in diverse lingue europee. Molti suoi libri sono nati da dialoghi: con Antonio Debenedetti, Dacia Maraini, Raffaele La Capria, Antonio Tabucchi, di cui ha curato Viaggi e altri viaggi (Feltrinelli, 2010), e Nanni Moretti. È autore di testi per bambini, fra cui La mucca volante (2014; finalista Premio Strega Ragazze e Ragazzi), e per il teatro. Scrive per "la Repubblica" e per "L'Espresso". paolodipaolo.it

MARIDA LOMBARDO PIJOLA
Marida Lombardo Pijola è giornalista, per trent'anni inviata speciale al Messaggero. Ha scritto Ho 12 anni faccio la cubista mi chiamano principessa. Storie di bulli, lolite e altri bimbi (2007), Facciamolo a Skuola, storie di quasi bimbi (2011), il romanzo L'età indecente (2009) e, da ultimo, L'imperfezione delle madri (2020). È opinionista sui principali network nazionali e tiene un blog sull'Huffington Post dedicato ai temi della famiglia e delle donne. Tra gli altri riconoscimenti, ha ricevuto una targa da Telefono Azzurro per il suo impegno in favore dei minori. Pugliese, vive a Roma con suo marito e i suoi tre figli.
 
L'Università eCampus è un Ateneo che, attraverso una didattica e-learning, propone 49 indirizzi di studio e numerosi master altamente professionalizzanti. Tra i principali obiettivi, la c.d. "Terza Missione", l'insieme cioè di tutte quelle attività con le quali l'Università, oltre a fare Alta formazione e Ricerca, entra in contatto con il contesto socio-economico attraverso il trasferimento e la valorizzazione delle conoscenze. Ciò sin dalla sua istituzione (con Decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca  del  30 gennaio 2006) e  grazie alla presenza capillare con proprie sedi  in tutte le principali città d'Italia.

Informazioni, orari e prezzi

Ore 18.30

In diretta sui canali Facebook e Youtube di Università eCampus:
facebook: unieCampus
canale youtube: UniversitaeCampus

Info:
info 
eventiecampus@uniecampus.it

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Appuntamenti virtuali