L'Associazione Riverrun inizia al Tufello, la borgata cuore del III Municipio di Roma, un percorso partecipato di storytelling innovativo per il triennio 2020-2022.

Il primo evento aperto al pubblico il 19 novembre con Alessandro Portelli, Claudio Cippitelli, Lorenzo Mori e Christian Raimo

È la borgata Tufello, cuore del III Municipio di Roma, la protagonista di Storytelling nell'Oltre Aniene, un nuovo progetto di valorizzazione territoriale guidato dalla Associazione Riverrun e vincitore dell'Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022, che fa parte di ROMARAMA 2020 - il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale - ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Il progetto risponde allo scopo di "rendere più intenso il dialogo tra Roma e il contesto nazionale e internazionale di riferimento, facendo emergere la produzione culturale mettendo in relazione spazi e persone e stimolando la riflessione e il confronto sulle sfide presenti e future della società odierna".

Un progetto che si svilupperà nel triennio 2020-2022, dando voce all'intera comunità e coinvolgendola in uno storytelling partecipato e innovativo del quartiere. Un racconto corale a più voci che partirà dal "genius loci" del Tufello per raccontarlo in modo inedito attraverso due percorsi di podcast geolocalizzato, cioè dei veri e propri itinerari tematici ed esperienziali fruibili da chiunque abbia uno smartphone, più la realizzazione di una guida cartacea sul quartiere distribuita in tutte le librerie d'Italia da Messaggerie.
La scelta di dar voce in modo innovativo a una delle più antiche e periferiche borgate di Roma nasce dalle sue caratteristiche uniche, come l'aver mantenuto intatto un profilo popolare poco gentrificato - con famiglie residenti da oltre quattro generazioni passate da una società tardo contadina alla società industriale - e l'aver costituito dagli anni '70 uno straordinario laboratorio di innovazione sociale e civile.

L'obiettivo di Storytelling nell'Oltre Aniene è quello di promuovere interventi di cittadinanza attiva che favoriscano la diffusione della cultura nel territorio, restituiscano vitalità alla produzione culturale contemporanea ed attivino una nuova interpretazione degli spazi pubblici del quartiere. Le azioni, che coinvolgono direttamente i residenti grazie al laboratorio permanente "redazione di comunità", si svolgeranno (quando possibile vista l'emergenza covid19) in luoghi particolarmente significativi per la comunità, come il Liceo Aristofane, la biblioteca Ennio Flaiano e il centro sociale Astra; mentre la stanza virtuale di Riverrun, ed i social network della rete dei partner coinvolti, saranno la piazza nella quale si potrà assistere senza rischi alle conferenze e ai meeting on line. Innovazione è la parola chiave degli strumenti scelti per coinvolgere i residenti in questo progetto: podcast, realtà aumentata ed edizione di una guida cartacea partecipata che valorizzi il territorio. L'obiettivo è quello di mettere in atto una forma di storytelling partecipato, innovativo, diffuso e soprattutto fruibile senza rischi in tempo di covid.

"I principi di questo, come di tutti i nostri progetti", spiega Lorenzo Mori, direttore di Riverrun, hub di innovazione culturale specializzata in progetti sostenibili di sviluppo locale e innovazione culturale, "sono la democrazia partecipativa e la cittadinanza attiva: siamo convinti in primo luogo della scelta del podcast come strumento di comunicazione democratico, sempre più diffuso tra i giovani perché accessibile a tutti attraverso lo smartphone e il QR Code; dal punto di vista artistico poi, il podcast avvicina il fruitore e il creatore in un'esperienza intima particolarmente attuale ed efficace. I residenti del Tufello saranno coinvolti in prima persona nella realizzazione di un itinerario culturale interattivo in cui i punti di interesse, i contenuti e gli eventi pubblici saranno realizzati collettivamente. Sarà il quartiere stesso, quindi, a raccontarsi e soprattutto ad immaginare il proprio futuro, grazie alla realizzazione del laboratorio permanente "redazione di comunità", che porterà avanti un processo di rafforzamento del tessuto connettivo di quartiere, facendo dialogare le diverse generazioni e producendo una consapevolezza diffusa circa il "chi siamo e chi vogliamo essere". Tutto questo per valorizzare al meglio gli attrattori e le specificità locali e per attivare scambi e incontri con il resto della città, anche oltre la scadenza formale del progetto."

La fase conclusiva di Storytelling nell'Oltre Aniene vedrà la creazione, pubblicazione e distribuzione in tutte le librerie d'Italia di un prodotto editoriale dal titolo: "NONTURISMO/TUFELLO, deviazioni inedite raccontate dagli abitanti". Il volume sarà arricchito da contenuti di realtà aumentata e percorsi di podcasting geolocalizzato e verrà pubblicato nella collana "NONTURISMO" edita da EDICICLO e distribuito in tutto il circuito librario nazionale, nelle principali piattaforme di e-booking e nelle librerie indipendenti di Roma Capitale. I contenuti digitali saranno invece inseriti in canali tematici nell'APP di podcast geolocalizzati LOQUIS ascolta e racconta il mondo.

Il primo evento, Storytelling nell'Oltre Aniene. Esiste un Genius loci del Tufello? si terrà il 19 novembre alle 18.00 in diretta streaming su StreamYard con link reperibile sui canali facebook: 

riverrunHub
Nonturismo
astra.spa
puzzle.welfareinprogress
BrancaleoneRoma

Alessandro Portelli storico profondo conoscitore del III municipio, affronterà un tema cruciale, la memoria storica del quartiere, insieme al sociologo Claudio Cippitelli di Parsec, Lorenzo Mori di Riverrun e Christian Raimo, Assessore alla cultura del III Municipio di Roma. Spinti da una domanda iniziale -apparentemente paradossale- che si chiede: "esiste un filo rosso che lega gli abitanti del Tufello dai tempi del Neolitico fino ai giorni nostri?", gli ospiti si confronteranno sul tema della memoria storica e del genius loci specifico che anima la storica borgata a nord-est di Roma.  
L'evento non sarà tanto una conferenza, quanto un panel aperto ad una partecipazione corale allargata a tutti coloro che vorranno partecipare ponendo domande e intervenendo all'evento.

I PARTNER DEL PROGETTO

? Municipio III e Assessorato alla Cultura e Assessorato delle Politiche Educative Scolastiche per il supporto istituzionale per la concessione di spazi e attrezzature;
? Associazione di Promozione Sociale "Astra" fornirà il suo contributo attraverso un supporto diretto nelle attività di community management, comunicazione locale e co-supervisione per la logistica dei workshop in programmazione;
? Cooperativa sociale "Parsec", attiva nella prevenzione al disagio giovanile con focus su dipendenze e nuove dipendenze Per la realizzazione del progetto la cooperativa offrirà il suo know-how nella gestione dei workshop per la ricostruzione della memoria storica del Tufello e la sua caratteristica evoluzione architettonica; inoltre, contribuirà ad inserire giovani talenti e giovani NEET nelle azioni di progetto e supporterà l'associazione nelle azioni di sostenibilità a medio/lungo termine;    
? Cooperativa sociale "Brutto Anatroccolo" promuove lo sviluppo di politiche sociali che contrastino la marginalità e il disagio. La Onlus nel progetto garantisce la partecipazione ai progetti a cittadini con disagi psichici e motori per favorire la loro piena integrazione nei workshop formativi;
? "Liceo Aristofane" promuoverà la partecipazione degli alunni nei workshop del progetto; la scuola inoltre metterà a disposizione lo spazio "Base camp" che ospiterà il laboratorio permanente  denominato "redazione di comunità";
? Biblioteca "Ennio Flaiano": le sale lettura e sala conferenze della biblioteca comunale del quartiere e i suoi spazi multimediali saranno messi a disposizione per la realizzazione di attività e il suo staff sarà coinvolto nella logistica dei workshop creativi e realizzazione di eventi pubblici;
? Loquis-Ascolta il mondo intorno a te è partner tecnico sviluppatore dell''innovativa App di geo-podcasting. Grazie alla collaborazione con Loquis sarà possibile creare dei canali digitali dedicati agli itinerari culturali interattivi del Tufello contenenti podcast d'autore creati in esclusiva per il progetto;
? Casa editrice Ediciclo si occuperà della pubblicazione della Guida d'arte dedicata al Tufello nella collana "NONTURISMO", distribuita da Messaggerie Libri in tutte le librerie nazionali e circuiti di e-booking.

Il progetto è vincitore dell'Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022, fa parte di ROMARAMA 2020 il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Appuntamenti virtuali