Un racconto di Serena Romano

La Scuola romana di pittura a cavallo tra Due e Trecento fu una delle più importanti correnti attive in Italia e in occidente in generale. Oggetto di contesa tra gli studiosi è ancora oggi il rapporto infatti tra i romani e i toscani (Cimabue, Giotto): non è chiaro quale delle due scuole abbia influenzato l'altra e quale effettivamente diede avvio al rinnovo. È probabile infatti che fossero stati romani, disponendo di un maggior numero di dipinti e di mosaici tardontichi e dell'alto medioevo da cui trarre spunto, a studiare nuove forme di rappresentazione della figura umana e dello spazio, subito colte e sviluppate dai toscani. Sia Cimabue che Giotto infatti fecero probabilmente dei viaggi a Roma fin dalla loro prima gioventù. Lo racconta Serena Romano in Giotto a Roma / Giotto e Roma. A seguire visita di Palazzo Venezia con il direttore Sonia Martone.

Giotto a Roma, Giotto e Roma

Di S. Romano.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma