Al via una nuova settimana di eventi di Roma Culture con le iniziative proposte dalle istituzioni culturali cittadine tra arte, teatro, danza, musica, cinema, incontri e attività per bambini e famiglie. Ecco alcuni degli appuntamenti.

IN EVIDENZA
Dal 5 maggio prende il via la nuova programmazione della Casa del Cinema che, dallo scorso febbraio, su delibera di Roma Capitale, è gestita dalla Fondazione Cinema per Roma, l'ente che organizza la Festa del Cinema. La nuova programmazione farà il suo esordio alle ore 19 con un appuntamento speciale: la diretta de Il cinema alla radio in programma su Rai Radio 3 con la conduzione di Steve della Casa, voce storica della trasmissione e Direttore del Torino Film Festival, insieme ad Alberto Anile, critico cinematografico e Conservatore della Cineteca Nazionale. Direttamente dalla Sala Cinecittà andrà in onda il primo appuntamento, dedicato a 8½ di Federico Fellini, della serie Il cinema nel cinema alla Radio (conservare, restaurare, proiettare), un'iniziativa promossa dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Rai Radio3 e Direzione Radio Rai, tesa a valorizzare il patrimonio del più importante archivio cinematografico italiano e a testimoniare l'impegno culturale, didattico e formativo della Cineteca Nazionale. Accesso libero fino a esaurimento dei posti disponibili con ritiro di un coupon distribuito presso la biglietteria da mezz'ora prima dell'inizio. Nel corso della serata, inoltre, le sale Cinecittà, Fellini e Volontè ospiteranno proiezioni di un montaggio di quindici minuti con le scene più iconiche di celebri film ambientati nella Capitale.
Dal 6 maggio la programmazione entrerà nel vivo con la partenza della prima rassegna cinematografica dal titolo Passeggiate romane, un omaggio alla città di Roma realizzato in collaborazione con Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale. Si comincia con due giorni (6 e 7 maggio) di proiezioni continue a ingresso gratuito, inaugurate alle ore 11 del 6 maggio da Roma Silent, un'inedita sequenza di tre film muti. Si proseguirà dall'8 al 15 maggio con il resto della programmazione (ingresso 5 euro) composta da trentadue film e diciannove cortometraggi, realizzati dai primi del '900 a oggi, che hanno per protagonisti la Capitale, i personaggi, le storie, gli scorci che l'hanno resa famosa in tutto il mondo.


CINEMA
Al Nuovo Cinema Aquila, l'8 maggio alle 19, in occasione della prima giornata di programmazione de Gli ultimi giorni dell'umanità (Italia, 2022), è in calendario l'incontro con il co-regista Alessandro Gagliardo che introdurrà il film alla presenza di Enrico Ghezzi. Seguirà proiezione del documentario. Proseguono le altre proiezioni in corso: Beau ha paura (Canada/Usa, 2023; in v.o. sottotitolata) diretto da Ari Aster; Cane che abbaia non morde (Corea del Sud, 2000; in v.o. sottotitolata) di Bong Joon-Ho; Il sol dell'avvenire (Italia, 2023) diretto e interpretato da Nanni Moretti. I biglietti sono acquistabili esclusivamente presso il botteghino del cinema. 

Al MACRO torna 16MM RUN, la rassegna cinematografica sperimentale in collaborazione con Villa Lontana. Il 4 maggio alle 19 la Sala Cinema del museo ospita l'artista britannico Jonathan Monk che presenterà un suo lavoro inedito realizzato per l'occasione: Bits & Pieces Put Together to Present a Semblance of a Whole. La proiezione è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Proseguono gli appuntamenti del ciclo di proiezioni a ingresso gratuito HOLLYWOOD PROIBITA. Il cinema senza censure del "Pre-Code", in corso di svolgimento nella Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni. Questo il cartellone della settimana: il 5 maggio The public enemy (Usa, 1931) di William A. Wellman; il 6 maggio Gold diggers of 1933 (Usa, 1933) di Mervyn LeRoy; il 7 maggio Forbidden (Usa, 1932) di Frank Capra. Tutti i film sono in versione originale sottotitolata in italiano. Inizio proiezioni alle ore 20. Ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione dalle ore 9 del giorno precedente alla proiezione fino a un'ora prima.

TEATRO E DANZA
L'8 maggio alle 19 il palcoscenico del Teatro Argentina ospiterà Come d'aria, una serata dedicata ad Ada d'Adamo, scomparsa lo scorso 1° aprile, a cura di Alfredo Favi, Claudia Di Giacomo e Roberta Scaglione con Daria Deflorian e Fabrizio Arcuri, dove la "lingua esatta e implacabile" della sua scrittura diventa la voce di un'intera comunità, artistica e umana composta da 40 personalità del mondo della cultura. Nel corso della serata verrà data la lettura integrale del suo romanzo d'esordio, Come d'aria, pubblicato lo scorso gennaio da Elliot Edizioni e candidato al Premio Strega 2023. In programma letture di Daria Deflorian, scelta come custode del suo scritto, Chiara Bersani, a cui sono dedicate profonde riflessioni sul corpo e la disabilità, e Cecilia Fassina. Interverranno anche Concita De Gregorio e Ippolita di Majo, Mattia Feltri e Chiara Gamberale, continuando tra gli altri con Lisa Ginzburg, Emio Greco, Mario Martone, Tiziana Panella, Valeria Parrella, Francesco Piccolo, Alessandro Sciarroni, Virgilio Sieni, Elena Stancanelli, Emanuele Trevi, Elisabetta Valgoi, Francesca Cutolo, Roberto Gandini, Silvia Rampelli, Attilio Scarpellini e i compagni di classe della figlia Daria, Caterina Alagia, Luca Muzzi, Alessandro Paradiso ed Edoardo Spina. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Prosegue, inoltre, programmazione del Teatro di Roma – Teatro Nazionale. Il 9 maggio approda al Teatro India, in prima nazionale, l'incessante lavoro di ricerca sul tempo di Claudia Sorace (alla regia) e Riccardo Fazi (drammaturgia e suono) dei Muta Imago, che si confrontano con un classico della drammaturgia teatrale di Anton Cechov, Tre sorelle. Una riscrittura che vede sulla scena Federica Dordei, Monica Piseddu e Arianna Pozzoli. Tra le pareti di un edificio sospeso nello spazio-tempo, bloccato tra un passato da ricordare con nostalgia e un futuro che si fa fatica a immaginare, tre donne lottano disperatamente per cercare un senso, scavalcare l'orizzonte degli eventi e rientrare nel mondo. Musiche originali eseguite dal vivo da Lorenzo Tomio. In scena fino al 14 maggio da martedì a sabato ore 20, domenica ore 18.
Sempre fino al 14 maggio proseguono sul palco del Teatro Argentina le repliche de Il tango delle capinere di Emma Dante, che firma anche la regia, con Sabino Civilleri e Manuela Lo Sicco. Lo spettacolo è la danza della vita di due innamorati che, componendo il mosaico dei ricordi, rende più sopportabile la solitudine di una donna giunta nell'ultima fase della vita. Orari: martedì e venerdì ore 20, mercoledì e sabato ore 19, domenica e giovedì 4 maggio ore 17. 

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Piccola, dal 4 al 6 maggio alle ore 21 va in scena Ettore e Achille. Il duello malinconico del viver breve, spettacolo tra l'epico e il poetico, un adattamento dall'Iliade diretto da Esper Russo che vede in scena Archita Giuseppe Russo e Leonardo Silla. La solitudine dei due eroi di fronte al loro comune destino di breve vita, è esaltata dalle loro figure in solitario ed è un crescendo d'intensità fino al loro furente duello. Un duello malinconico per la loro gioventù spezzata, uno scontro verbale in cui Ettore e Achille violentemente vogliono distinguersi l'uno dall'altro e in tal modo emergono le loro profonde differenze.
In Sala Grande, appuntamento il 5 maggio alle 21 con Nicola Vicidomini, il più grande comico morente, e Miriam Vicidomini per lo spettacolo Fauno: una possessione visionaria, autentico attentato all'uomo e al retaggio strutturale della sua narrazione. Stessa sala il 6 e 7 maggio per Viva la guerra!, un'opera per rivivere l'ultima guerra da un'ottica inedita, quella goliardica e disimpegnata della giovinezza. Lo spettacolo è scritto e diretto da Andrea Bizzarri, anche in scena con Alida Sacoor, Roberto Bagagli, Guido Goitre e Matteo Montapert. Orari: sabato alle ore 21, domenica alle ore 18.
Si torna in Sala Piccola dal 9 al 12 maggio alle 21 per Bu(f)fe(t)ra a domicilio, commedia scritta e diretta da Alessandro Carvaruso sulle dinamiche tra uomo e donna, quelle definite banali, le uniche di cui abbia senso parlare e su cui abbia senso ridere. In scena Alessandra De Pascalis, Rocco Ciarmoli, Raffaele Risoli, Mauro Tiberi e Francesca Cordioli.

Al Teatro del Lido di Ostia, il 5 maggio alle 17, Humanitas Mundi Teatro presenta un nuovo appuntamento di EDUCAZIONE POETICA PUBBLICA lettura ad alta voce di opere teatrali contemporanee a cura di Flavia Gallo. Incontro aperto a tutti e a ingresso gratuito, dal titolo Mito e Riscritture: Filottete, da Sofocle a Müller.
Il 7 maggio alle 16, con partenza dal teatro, appuntamento con la restituzione finale site-specific del laboratorio out-SIDE: un'indagine del rapporto tra il corpo e l'immagine, sulla composizione, sulla presenza e il luogo partendo dalla rilettura delle opere fotografiche di Francesca Woodman. Il progetto è ideato e diretto da Elisabetta di Terlizzi, danzatrice, coreografa e performer, con Chiara Davolio, drammaturga e attrice, e con la collaborazione della fotografa Stefania Scerna. Prenotazione obbligatoria.
Il cartellone del Teatro Biblioteca Quarticciolo, nell'ambito di Orbita La Stagione Danza realizzata da ORBITA | Spellbound Centro Nazionale di Produzione della Danza, propone il 5 maggio alle 17.30 LINGUA_Da Claude Cahun, prova aperta della performer e danzatrice Alessandra Cristiani in scena con Alberto Canu, Samantha Marenzi, Ivan Macera e Maddalena Gana su musiche di Ivan Macer. Il 6 e 7 maggio, inoltre, sono in programma due spettacoli: B-OR DER, nuova performance di Masoumeh Jalalieh. Le persone si confrontano costantemente con i confini in ogni possibile accezione della parola (fisici o mentali, esterni o interni). Uno studio attraverso il corpo e il movimento dei significati attribuiti a questa parola che spesso dipendono dalla posizione e dal punto di vista di chi li significa. Ricerca sul movimento, Soolmaz Shoaie, Zahra Roostami e Masoumeh Jalalieh; musiche, Payman Abdali; drammaturgia, Ines Minten. A seguire, Songs & Borders di Michael Getman: progetto di collaborazione internazionale che riunisce artisti, comunità e intellettuali di diversa estrazione culturale e religiosa provenienti da Israele, Siria, Libano, Germania e Norvegia. Il focus della ricerca è il corpo umano, letto attraverso un attento processo di esplorazione dell'identità, storiografia, narrazioni e situazioni politiche, osservando come queste siano incorporate ed espresse. Assistente coreografica e dramaturg, Yael Venezia; ricerca, Dániel Péter Biró; canto, Neue Vocalsolisten. Orari: sabato ore 21, domenica ore 17. 

Al Teatro dell'Opera di Roma è in scena fino al 9 maggio La Fille mal gardée, il più antico dei balletti ancora stabilmente nel repertorio di tutte le maggiori compagnie di danza. Presentato nella versione di Frederick Ashton – ripresa da Jean-Christophe Lesage – con le scene e i costumi di Osbert Lancaster, il balletto vede in scena Solisti e Corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma (Rebecca Bianchi, Federica Maine, Susanna Salvi, Alessio Rezza, Simone Agrò, Daniil Simkin e Michele Satriano). La partitura è eseguita dal vivo dall'Orchestra dell'Opera di Roma, mentre sul podio sale per la prima volta il direttore Philip Ellis. Orari: martedì, giovedì e sabato ore 20 (sabato anche alle ore 15), domenica ore 16.30. 

ARTE
Al Palazzo delle Esposizioni dal 5 maggio la World Press Photo Exhibition 2023 presenta in anteprima nazionale le 120 foto finaliste del prestigioso concorso internazionale di fotogiornalismo che dal 1955 premia ogni anno i migliori fotografi professionisti. L'esposizione è ideata dalla World Press Photo Foundation di Amsterdam e organizzata da Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con 10b Photography. Esposte anche le foto dei quattro vincitori mondiali dell'edizione 2023: l'ucraino Evgeniy Maloletka (foto dell'anno), il danese Mads Nissen (premio World Press Photo Story of the Year), l'armena Anush Babajanyan (premio per il World Press Photo Long-Term Project Award) e l'egiziano Mohamed Madhy (World Press Photo Open Format Award). In mostra fino al 4 giugno.
Prosegue fino al 27 agosto VITA DULCIS. Paura e desiderio nell'Impero romano, la mostra dedicata alla più recente produzione di Francesco Vezzoli a cura dello stesso artista e di Stéphane Verger. Ideata da Azienda Speciale Palaexpo, Museo Nazionale Romano e Studio Vezzoli, l'esposizione propone al pubblico un inedito e sorprendente percorso che accosta arte contemporanea, archeologia e cinema. Immersa in una dimensione installativa suggestiva e teatrale disegnata dall'artista Filippo Bisagni, con i giochi di luci e ombre concepiti da Luca Bigazzi, il più celebrato direttore della fotografia italiano vivente. La mostra vede l'intersezione di diversi livelli: l'arte contemporanea, la storia romana attraverso le opere provenienti dalle sedi del Museo Nazionale Romano e la rappresentazione che della storia romana è stata fornita attraverso il cinema nel corso del Novecento. 
Fino al 21 maggio, la Sala fontana ospita la mostra a ingresso gratuito Millelire di Stampa Alternativa, a cura di Roberto Iacobelli con la partecipazione di Marcello Baraghini e Daniela Piretti. L'esposizione raccoglie più di 500 titoli della collana di libri Millelire: un percorso affascinante nella nostra storia recente vista attraverso i piccoli testi che tra gli anni Ottanta e Novanta, al prezzo simbolico di "una tazzina di caffè", rivoluzionarono il mercato editoriale.
Le due mostre saranno visitabili dal martedì alla domenica dalle 10 alle 20 (ingresso consentito fino a un'ora prima della chiusura).

Al Mattatoio a Testaccio queste le mostre in corso. Il Padiglione 9b ospita fino al 21 maggio la mostra gratuita Roma periurbana | Risorse agricole, Territorio, Realtà sommerse a cura di Matteo Amati, Carlo Cellamare, Vezio De Lucia, Cristiano Tancredi e Alessandra Valentinelli. Il tema conduttore dell'esposizione è "Roma città a consumo di suolo zero" con lo scopo di rilanciare l'agricoltura urbana e periurbana; sono esposti al pubblico documenti, filmati e materiali fotografici che in questi anni sono stati prodotti dalle Associazioni e dai Gruppi che hanno lavorato nei territori ma anche contributi di urbanisti e tecnici. Tre gli incontri a ingresso libero di questa settimana nell'ambito della mostra tutti alle ore 17: il 5 maggio il gruppo Mobilità dell'Associazione Roma Ricerca Roma discuterà de La mobilità a Roma come diritto sociale; il 6 maggio c'è Invisibili, un incontro a cura del MuSEd in collaborazione con le cooperative agricole di Roma (CoBrAgOr, CoRAgGio, Agricoltura Nuova) a cui interverranno, tra gli altri, Fridanna Maricchiolo, Francesca Zubbani e Giacomo Lepri; il 9 maggio appuntamento a cura di Nuove Ri-Generazioni Lazio dal titolo La rigenerazione urbana come opportunità di inclusione sociale, patto inter-generazionale e lavoro giusto a cui interverranno Alessandro Pontoriero (Comitato Quarticciolo), Stefano Monticelli (Federconsumatori), Annalisa Corrado (AzzeroCO2), Andrea Micangeli (Università La Sapienza), Rossella Muroni (Nuove Ri-Generazioni nazionale), Mauro Lengo (Legacoop Lazio), Edoardo Zanchini (Ufficio Clima di Roma Capitale), Carlo Cellamare (Università La Sapienza), Tullia Nargiso (Rete degli Studenti Medi del Lazio), Daniela Patti, Linda Moroni e Diego Piccoli (Nuove Ri-Generazioni Lazio).

Nel Padiglione 9a, fino al 27 agosto, c'è Terra animata | Visioni tra arte e natura in Italia (1964-2023) a cura di Paola Bonani e Francesca Rachele Oppedisano. L'esposizione raccoglie alcuni tra gli esempi più significativi di artisti contemporanei italiani che hanno lavorato sulle relazioni esistenti tra arte, creatività, estetica e i territori naturali che l'uomo abita. La selezione copre un arco cronologico che va dagli anni Sessanta ai giorni nostri, un periodo caratterizzato da grandi cambiamenti nella percezione del rapporto tra natura e uomo. Le opere proposte, attraverso linguaggi diversi, approfondiscono temi legati alla terra e al paesaggio, indagandone e restituendone da un lato i processi di trasformazione e di sfruttamento, dall'altro proiezioni oniriche, emotive, fiabesche e poetiche. 
Le mostre sono visitabili dal martedì alla domenica dalle 11 alle 20 (ingresso consentito fino a un'ora prima della chiusura.

Al MACRO proseguono le mostre in corso. Fino al 24 settembre è visitabile In Prima Persona Plurale, collettiva concepita come un set cinematografico nel quale le opere agiscono come personaggi in grado di attivare storie diverse all'interno dello stesso scenario, tra arte, musica, artefatti, maschere, superfici riflettenti e performer. Tra gli artisti esposti: Gina Beavers, Alexandra Bircken, Corrado Cagli, Judy Chicago, Enzo Cucchi, Jimmy DeSana, Eliza Douglas, Wayland Flowers, Massimo Grimaldi, Duane Hanson, Mark Leckey, Nancy Lupo, Tala Madani, John Miller, Hudson Mohawke, Paul Mpagi Sepuya, Ulrike Ottinger, Lucia Pica, Francisco Sierra, Erik Thys e Gianfilippo Usellini. Sono quattro le esposizioni aperte al pubblico fino al 27 agosto: After The Light, la prima mostra istituzionale che cerca di contestualizzare il lavoro dell'artista Jochen Klein, all'interno delle più ampie riflessioni collettive e personali che hanno caratterizzato le vite e le pratiche di coloro che hanno lavorato con lui. L'esposizione accoglie anche opere di Julie Ault, Thomas Eggerer, Ull Hohn, Wolfgang Tillmans e Amelie von Wulffen; Beethoven Was a Lesbian è la mostra che raccoglie pubblicazioni e registrazioni sonore che ripercorrono l'intera carriera di Pauline Oliveros, compositrice, performer, autrice ed educatrice, dai suoi primi lavori che uniscono improvvisazione, montaggio e suoni elettronici a quelli successivi che cercano sempre più di ampliare l'interazione tra dispositivi tecnologici, ambiente e musicisti; nell'esposizione What why WET? Leonard Koren, fondatore ed editore di "WET: The Magazine of Gourmet Bathing", rivista che ha rappresentato un luogo di sperimentazione editoriale, grafica e narrativa, ripercorre la sua traiettoria dalle origini fino alla chiusura, avvenuta nel 1981; Tempus Fugit, la mostra di Studio Temp, studio di design grafico fondato da Guido Daminelli, Marco Fasolini e Fausto Giliberti, la cui ricerca visiva è orientata verso un processo di semplificazione formale, contaminato dalla grafica popolare e dallo stile tipografico internazionale. Sono ancora visitabili, inoltre: Hervé Guibert: This and More, esposizione a cura di Anthony Huberman organizzata in collaborazione con il Wattis Institute di San Francisco, che presenta una selezione di fotografie dello scrittore, giornalista e fotografo francese Hervé Guibert in cui oggetti inanimati, interni e spazi domestici evocano la presenza di personaggi fuori campo, catturando così l'assenza dell'elemento umano (fino al 21 maggio); Rome is still falling che presenta un nucleo di venti opere di Robert Smithson, realizzate tra il 1960 e il 1964. Il titolo della mostra deriva da una lettera che Smithson scrive, mentre si trova nella città eterna, nel luglio 1961, alla moglie Nancy Holt e nella quale compaiono, nell'angolo in basso a sinistra del foglio, le quattro parole: ''Rome is still falling'' (fino al 21 maggio). Tutte le mostre sono a ingresso gratuito e visitabili dal martedì al venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Nell'ambito delle iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali si segnala che il 7 maggio, prima domenica del mese, torna l'ingresso gratuito per tutti nei Musei civici e in alcune aree archeologiche della città come il Circo Massimo (ore 9.30-19, ultimo ingresso alle 18) e i Fori Imperiali (ingresso dalla Colonna Traiana ore 9-19.15, ultimo ingresso un'ora prima). Nei Musei civici saranno visitabili gratuitamente sia le collezioni permanenti sia le mostre temporanee, a eccezione della visita in realtà aumentata e virtuale Circo Maximo Experience e degli spettacoli al Planetario. In entrambi i casi è consentito l'ingresso con biglietto ridotto ai possessori della MIC Card.
Tra gli altri appuntamenti della settimana: il 5 maggio dalle 17 alle 19, al Museo Napoleonico, in occasione dell'anniversario della morte di Napoleone e dei 150 anni dalla morte di Manzoni, autore della celebre ode, si terrà l'evento Ei fu, è, sarà. Una conversazione intorno alla figura di Napoleone tra passato, presente e futuro, accompagnata da reading letterari e da un finale musicale. La pubblicazione del libro Essere Napoleone di Carlo Miccichè (Edizioni Ares, 2022) sarà lo spunto per una conversazione aperta tra l'autore, la dott.ssa Laura Panarese (Museo Napoleonico), il Prof. Manfredi Merluzzi (Università di Roma Tre) e la Prof.ssa Paola Perazzolo (Università di Verona). All'incontro prenderà parte anche la Prof.ssa Marta Marchetti (Sapienza Università di Roma) con studenti e attori del corso di laurea in Letteratura, musica e spettacolo, Rebecca Clausi, Gabriele Ferrara e Samuele Marrone, che intervallano la conversazione con letture di brani scelti di Manzoni, Hugo, Stendhal, Calvino e Kubrick. A chiudere la serata un intervento musicale a tema eseguito dai giovani artisti del Liceo Musicale Farnesina coordinati dalla Prof.ssa Cristina Nocchi e dal Prof. Ovidio Ovidi (ingresso libero fino a esaurimento posti).
A Villa Torlonia, come ogni sabato, il 6 maggio dalle 10 alle 19, torna l'apertura straordinaria della Torre Moresca. Singoli visitatori e gruppi potranno visitare i due piani dell'imponente costruzione, scoprire le suggestive vetrate colorate e gli stucchi policromi del suo interno e rivivere in parte quello stupore che doveva impressionare i pochi e privilegiati ospiti del Principe Torlonia (max 20 visitatori per turno, con il biglietto d'ingresso alla Serra Moresca e su prenotazione obbligatoria al call center 060608).
Prosegue per tutto il mese di maggio, Circo Maximo Experience, l'emozionante visita immersiva in realtà aumentata e virtuale del più grande edificio per lo spettacolo dell'antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi.  Il visitatore potrà immergersi totalmente nella storia del sito grazie alle ricostruzioni architettoniche e paesaggistiche di tutte le sue fasi storiche. Le visite, la cui narrazione è disponibile in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, cinese e giapponese, si svolgono dal martedì alla domenica dalle 10 alle 15 (ingresso ogni 15 minuti, l'ultimo alle 13.50). Biglietti pre-acquistabili online sul sito www.circomaximoexperience.it oppure al contact center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).
Per il ciclo di conferenze Roma Racconta… le professioni del patrimonio culturale, questa settimana al Museo di Roma a Palazzo Braschi, in programma due incontri (seguibili anche online: il 4 maggio alle 16.30 La cultura ai raggi X: la diagnostica dei beni archeologici e storico-artistici. Il mestiere dell'archeologo con relatore Giorgio Trojsi (Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli); il 9 maggio, sempre alle 16.30, la conferenza Patrimonio orale. Un archivio di voci e memorie per il teatro. Il mestiere dello storico del teatro con relatrice Donatella Orecchia (Tor Vergata Università degli Studi di Roma).
La partecipazione ai due incontri in presenza è libera e gratuita fino a esaurimento posti, mentre per seguire l'incontro da remoto occorre compilare sul web il modulo di prenotazione entro le ore 14 del giorno stesso della conferenza; si riceverà poi una mail con il link all'aula virtuale su Google Suite.
Al Planetario di Roma, il 6 maggio alle 18, appuntamento con il nuovo spettacolo Ecologia Cosmica: Figli delle Stelle, Custodi della Terra di Stefano Giovanardi, un percorso di osservazione e di pensiero in bilico fra la terra e il cielo per considerare il nostro rapporto con il pianeta da una prospettiva inedita, quella spaziale, finora riservata soltanto agli astronauti. Con la partecipazione di Antonello Pasini (CNR - Istituto sull'Inquinamento Atmosferico) ed Elisa Palazzi (Dipartimento di Fisica, Università di Torino).
In settimana proseguono, inoltre, gli altri spettacoli astronomici: Ritorno alle stelle (il 6 maggio alle 10, alle 11 e alle 17; il 7 maggio alle 10, alle 11 e alle 16; il 9 maggio alle 16, alle 17 e alle 18) e La Notte Stellata (il 6 maggio alle 16 e il 7 maggio alle 18). Biglietti online su https://museiincomuneroma.vivaticket.it.
Infine, per il ciclo aMICi, il 9 maggio alle 14.30, al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, in programma una visita guidata alla mostra in corso Pericle Fazzini. Lo scultore del vento con Ileana Pansino e con Roberta Serra (Fondazione Pericle Fazzini).
Per tutti gli eventi, info e prenotazioni allo 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19). 

In concomitanza con l'inaugurazione dei lavori di restauro architettonico e strutturale del Teatro Valle – Franca Valeri, la Sala Squarzina del Teatro Argentina ospita la mostra Il Valle, un teatro gajo e lucido. L'esposizione è dedicata alla storia e al progetto di recupero e valorizzazione dell'edificio e ripercorre le vicende della sala teatrale. La mostra si compone di una prima parte sulla storia dell'edificio e una seconda dedicata alla storia teatrale: il visitatore viene accompagnato attraverso una serie di pannelli immersivi e un video per immagini che permettono di ricordare il valore civile e il prestigio artistico del monumentale Teatro. La mostra è un progetto realizzato dal Teatro di Roma – Teatro Nazionale con la collaborazione scientifica della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali ed è visitabile fino al 21 maggio a ingresso libero. Orari: venerdì e sabato 15-18, domenica 13-16. 

Nel foyer del Teatro del Lido di Ostia inaugura il 6 maggio alle 17.30 GRAFIE DEL CORPO pratiche della fotografia e della performance a cura di Samantha Marenzi con Officine Fotografiche Roma e Ass. Cult. Le Decadi. In mostra le opere di Giovanni Contese, Giovanni Elia, Cristina Latini, Luigi Marangio, Gianni Rauso e Stefano Scherma: un progetto di sperimentazione teorica e pratica sul rapporto tra la figura umana – la sua presenza, la sua azione espressiva e performativa – e la fotografia. Nel corso del vernissage è in programma una performance di Alessandra Cristiani e dei fotografi coinvolti. La mostra fotografica è disponibile fino al 4 giugno.
Inoltre, nell'ambito di IMMAGINA Festival Internazionale del Teatro di Figura, dal 9 al 14 maggio appuntamento con Teatri nel mondo, reportage fotografico di Ennio Brilli, restituzione di Un re da Marciapiede, laboratorio teatrale espressivo realizzato in Etiopia con i ragazzi di strada di Debre Marcos. La mostra è realizzata in collaborazione con C.V.M. (Comunità Volontari per il Mondo), Teatro Verde e il Festival I Teatri del Mondo di Porto S. Elpidio.
Entrambe le esposizioni sono a ingresso libero dal venerdì alla domenica dalle 17 alle 20.

Sempre per IMMAGINA Festival Internazionale del Teatro di Figura, il Teatro di Villa Pamphilj, ospita dal 6 al 31 maggio la mostra Nel mondo di Laura che raccoglie le creazioni dell'artigiana e artista Laura Furlan. Materiali semipreziosi e poveri tra le sue mani diventano oggetti preziosi e unici attraverso un utilizzo ispirato dei colori e dei materiali, che si tratti di abiti, cappelli, gioielli o mobili. Il risultato è una raccolta di pezzi unici che seguono la tendenza creativa del momento. Inaugurazione il 6 maggio alle 18. Ingresso gratuito dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19. Info: 06.5814176.

Nell'ambito della programmazione di PPP 100 - Roma racconta Pasolini, dedicata alla celebrazione del centenario pasoliniano, alla Galleria d'Arte Moderna di via Crispi, fino al 4 giugno l'esposizione Pasolini pittore mette a fuoco le capacità pittoriche di Pasolini nel contesto della storia dell'arte del Novecento (visitabile dal martedì alla domenica ore 10-18.30; ultimo ingresso mezz'ora prima della chiusura). 
C'è tempo fino al 28 maggio, invece, per visitare al MAXXI Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo politico a cura di Hou Hanru, Bartolomeo Pietromarchi e Giulia Ferracci. In questa esposizione la chiave di lettura dell'opera pasoliniana viene restituita attraverso le voci di artisti contemporanei le cui opere evocano l'impegno politico dell'autore e l'analisi dei contenuti sociali ispirati alle sue opere. La mostra, visitabile dal martedì alla domenica ore 11-19 (la biglietteria è aperta fino a un'ora prima) è l'ultima tappa del progetto espositivo Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO coordinato e condiviso da Azienda Speciale Palaexpo di Roma, Gallerie Nazionali di Arte Antica e MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo che hanno voluto celebrare, nelle rispettive sedi museali, la figura del regista, scrittore e artista. 

MUSICA
All'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone prosegue la programmazione di Musica per Roma. Atteso nel Teatro Studio Borgna il concerto del PMCE – Parco della Musica Contemporanea Ensemble, orchestra residente della Fondazione Musica per Roma, che il 4 maggio traccerà il profilo di uno dei compositori più iconici dello scorso secolo, Luciano Berio, con un programma incentrato sui brani più significativi della produzione da camera. Il 5 maggio, nella stessa sala, è in programma il duo formato da Olivia Trummer e Nicola Angelucci, con un repertorio di brani originali affiancati ad alcune personali versioni di standard jazz. Il concerto sarà l'occasione per presentare il loro Dialogue's Delight, in compagnia del fisarmonicista Luciano Biondini. Il 6 maggio a salire sul palco sarà Paolo Benvegnù che presenterà i brani del nuovo EP Solo fiori e quelli che hanno segnato la sua ormai trentennale carriera.
Doppio appuntamento questa settimana in Sala Petrassi con Ernesto Assante e Gino Castaldo e le loro Lezioni di Rock: il 5 maggio serata dedicata a La Rivoluzione: le parole durante la quale si analizzeranno i testi, gli slogan, i riflessi nel linguaggio parlato e, infine, il cambiamento di significato nel tempo di parole fondamentali come libertà e progresso; il 6 maggio Speciale Lezioni di Rock, in compagnia dell'Auditorium Band, serata nella quale si racconteranno e si eseguiranno dal vivo brani del 1969, l'anno della musica libera, dai King Crimson ai Led Zeppelin, a Iggy Pop, i primi successi dei Jackson 5 e di David Bowie, la prima volta di Battisti  a Sanremo, l'anno di riconferme come per i Rolling Stones, del clamoroso addio dei Beatles, della svolta elettrica di Miles Davis, e poi di Woodstock, che grazie al cinema moltiplica all'infinito un pubblico già oceanico e racconta al mondo dove è arrivato il rock.
Il 9 maggio, infine, nello Studio 3 tornano le Lezioni di Ascolto condotte da Giancarlo Valletta e Giulio Salvioni che parleranno de Il giradischi, questo conosciuto che in questi ultimi anni, insieme alle cuffie, sta conoscendo una nuova primavera. Inizio eventi alle ore 21. 

Sono tre gli appuntamenti di questa settimana alla Casa del Jazz. Il 4 maggio il chitarrista Francesco Diodati in trio con il batterista Stefano Tamborrino e Lei?la Martial alla voce ed elettronica, presenta il suo progetto Oliphantre, in cui suggestioni hip hop, sferzanti linee rock e punk, groove e melodici lirismi si mescolano a spontaneità e improvvisazione. Il 5 maggio live solo di Marco Colonna che, a 25 anni dal primo lavoro registrato in solitudine, porta al pubblico TERRA, una sintesi in continuo mutamento dei materiali musicali, poetici e spirituali alla base della sua ricerca solistica. Il 6 maggio è la volta di Angelo Olivieri e il suo B-side in cui mette in luce elementi fino a oggi laterali, anche se fondamentali, nella sua musica. Sarà accompagnato sul palco da Alessandro Gwis (pianoforte), Federica Michisanti (contrabbasso) e Max Trabucco (batteria). Inizio concerti alle ore 21.
Il 7 maggio alle 11, nell'ambito delle Lezioni di Jazz a cura di Stefano Zenni, rassegna dedicata in questa X edizione ad Africa in Jazz/Jazz in Africa, appuntamento con Dal Cairo a Lagos: il jazz in Africa dedicata al diffondersi del jazz nel continente africano a partire dagli anni Cinquanta. 

Prosegue il cartellone dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Doppio debutto per Estasi, il concerto in programma il 4 maggio alle ore 19.30 (con repliche il 5 maggio alle ore 20.30 e il 6 maggio alle ore 18): sul palcoscenico della Sala Santa Cecilia dell'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, saliranno il direttore tedesco Markus Stenz e il pianista russo Andrei Korobeinikov. Questo il programma: si parte con il Terzo Concerto per pianoforte di Sergej Rachmaninoff a cui seguiranno tre composizioni di Gabriel Fauré per orchestra e coro, Les Djinns, il Cantique de Jean Racine e la Pavane. Chiude il concerto il Poema dell'estasi di Skrjabin. Il 5 maggio alle 19, prima del concerto, c'è Preludio, appuntamento per approfondire i brani del programma sinfonico eseguito dall'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e per scoprire la storia e il contesto in cui i grandi capolavori hanno visto la luce in compagnia di Markus Stenz e con Stefano Catucci.
Il 7 maggio in Sala Sinopoli alle ore 18 l'Ensemble Arte della fuga (composto da Carlo Maria Parazzoli al violino, Raffaele Mallozzi alla viola, Mauro Valli al violoncello, Antonio Sciancalepore al contrabbasso e Francesco Bossone al fagotto) eseguirà L'Arte della fuga di Bach, composizione incompiuta del maestro di Eisenach, e fra le opere più studiate dai musicologi. Composta da 21 brani, il cui ordine di esecuzione non è stato fissato in maniera definitiva dall'autore, così come l'organico, nel corso dei secoli è stata rielaborata svariate volte: dalle versioni per uno, due o tre strumenti a tastiera, fino a quelle per orchestra. In occasione del concerto ceciliano, l'esecuzione è affidata a l'ensemble composto dalle prime parti dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Presso il Teatro del Lido di Ostia il 5 maggio alle 21, per la rassegna Proposte dal territorio, è in cartellone YOUNG TALENTS ON STAGE: una serata di performance di giovani artisti emergenti. Un'occasione per scoprire i nuovi talenti artistici del Municipio Roma X. Alla serata prenderanno parte: OFF- Ostia Film Factory, Michele Porcaro, AuryTrip10, Nucleo Creativo Armato, Caffa, Decamoon Collective, Lorenzo Carucci, AIM- Art In Motion, Francesco De Benedictis, Lorenzo Nardi e Merrick. L'ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria su https://www.eventbrite.it.
Il 7 maggio alle 17.30 c'è Allegro con fuoco!, concerto della Blind International Orchestra diretta da Alfredo Santoloci e Valentina Rivis, maestra del coro. La prima orchestra che accoglie musicisti ciechi e ipovedenti in un repertorio che propone Vivaldi, Telemann, Bach, Orff e alcuni fra i gospel più emozionanti della tradizione musicale afro-americana. 

Al Teatro di Villa Pamphilj prende il via la rassegna di primavera Parole Note: tre giornate per celebrare il matrimonio tra musica e teatro. Si parte il 7 maggio alle 11.30 con il concerto del cantautore, poeta e teatrante Ivan Talarico. Canzoni sorprendenti e inaspettate, ricche di giochi di parole, paradossi, sentimenti profondi e vocalizzi incomprensibili: un viaggio alla ricerca del senso del viaggio stesso.  Prossime date: 21 e 28 maggio. Biglietti presso la biglietteria del teatro. Info e prenotazioni: 06.5814176.

ATTIVITÀ DELLE BIBLIOTECHE
Tra gli altri appuntamenti in programma questa settimana nelle Biblioteche di Roma si segnalano: il 4 maggio alle 17.30 alla Biblioteca Cornelia il quarto appuntamento del ciclo Incontri con i candidati al Premio Strega 2023. Per l'occasione Claudia Durastanti intervisterà Vincenzo Latronico autore di Le perfezioni (Bompiani, 2022) e Andrea Canobbio autore di La traversata notturna (La nave di Teseo, 2022). Prenotazioni fino a esaurimento posti disponibili: 06.45460411.
Ancora il 4 maggio alle 17.30 alla Biblioteca Europea la presentazione del libro La nuora. Il genocidio armeno di Kessab in Siria di Kevork George Apelia (Edizioni Radici Future, 2022). Partecipano all'incontro Laura Mirachian (Ambasciatrice), Kegham J. Boloyan (Professore Università di Bari e Lecce), Nicola Migliorino (autore del saggio sulla diaspora armena in Libano e Siria). Ingresso libero fino a esaurimento posti.
L'8 maggio alle 17.30 presso la Biblioteca Aldo Fabrizi lo scrittore e giornalista Franco Faggiani presenterà il suo libro L'Inventario delle nuvole (Fazi, 2023). Condurrà l'evento Elena Pandolfi, giornalista e autrice televisiva. Ingresso libero.
Infine il 9 maggio alle 18 alla Casa delle Letterature la presentazione del libro Calvino fa la conchiglia. La costruzione di uno scrittore di Domenico Scarpa (Hoepli, 2023). Con l'autore interviene Laura Di Nicola. L'incontro è realizzato in collaborazione con la libreria Altroquando - Otherwise. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

KIDS
Tra gli eventi dedicati da Biblioteche di Roma ai bambini e ai ragazzi nel segno della lettura e delle attività culturali, si segnalano diversi appuntamenti. Alla Biblioteca Flaminia, il 6 maggio alle 10, per ragazzi dai 14 anni, appuntamento con Bookfireclub, laboratorio di giochi di ruolo per immergersi nell'ambientazione di Dungeons&Dragons, il gioco di ruolo fantasy più famoso del mondo, o in quella di Alien il gioco di ruolo ispirato ai celebri film di Ridley Scott (prenotazione obbligatoria: 06.45460441).
Ancora il 6 maggio, ma alle 10.30, presso la Biblioteca Casa dei Bimbi, in occasione della Giornata Mondiale del Colore, si terrà l'incontro Coloriamo il mondo - World Kids Colouring Day, letture e laboratorio creativo, ispirati all'iniziativa che ha l'obiettivo di infondere nelle nuove generazioni una maggior consapevolezza circa la bellezza, la particolarità e le diversità che rendono il mondo unico e meraviglioso. Per bambini dai 5 anni in su (prenotazione obbligatoria: 06.45460381.
Il 9 maggio alle 11 presso la Biblioteca Villino Corsini nuovo appuntamento con Nati per Leggere, le letture a bassa voce rivolte ai genitori e bambini di età compresa fra i 6 e i 12 mesi, a cura delle volontarie NpL (prenotazione obbligatoria.
Inoltre, per festeggiare la Festa della Mamma, l'8 maggio alle 16.45 la Biblioteca Galline Bianche ospiterà un'edizione speciale di Peluche in biblioteca rivolta ai bambini dai 3 ai 10 anni, durante la quale si terranno letture ad alta voce sul rapporto madre-figli: inoltre i bambini sono invitati a portare i propri peluche, per lasciarli in biblioteca e ritirarli nei giorni successivi per scoprirete quale libro avranno scelto per ciascuno di essi durante la notte (max 15 bambini, prenotazione obbligatoria: 06.45460453). Il 9 maggio invece in programma due eventi, entrambi alle 17: alla Biblioteca Casa dei Bimbi l'evento Una favola di mamma, letture a tema e laboratorio creativo per bambini e bambine dai 3 ai 6 anni (info e prenotazioni: 06.45460381); alla Biblioteca Renato Nicolini l'evento Mamma ti scrivo, letture di albi illustrati e laboratorio creativo per bambini di 4-7 anni, che saranno invitati a mandare un messaggio alla propria mamma, scritto o disegnato (info e prenotazioni: 06.45460441).

Nell'ambito della programmazione dedicata ai ragazzi del Teatro di Roma – Teatro Nazionale, il Teatro di Villa Torlonia ospita dal 4 al 7 maggio Boxes, progetto della compagnia UnterWasser, ideato e realizzato da Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti e Giulia De Canio, con la partecipazione di Francesco Capponi. Un'opera di teatro visuale, un'installazione composta di "scatole" al cui interno sono racchiusi micro-spettacoli e giochi interattivi, fruibili da uno spettatore per volta. Alcune di esse sono animate dagli attori, altre sono interattive o solo contemplative. Osservando all'interno delle scatole attraverso piccole fessure e spiragli, lo spettatore si immerge in uno spazio intimo e protetto che contiene piccoli mondi poetici. Software, circuit design e physical computing, Francesco Bianchi; sound design, Valeria Bianchi e Posho. Lo spettacolo, della durata di 30 minuti e dedicato a un pubblico dai 7 anni in su, è per 5 spettatori alla volta. Prenotazione obbligatoria alla (max 30 persone al giorno). 

Prosegue il cartellone dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia dedicato al giovane pubblico e alle famiglie. Il 7 maggio alle 11.30, nella Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, è in calendario l'ultimo appuntamento della stagione 2022-2023 dei Family Concert, i concerti della domenica mattina preceduti da una breve introduzione al programma. Sul palco il duo composto da Adriana Ferreira, Primo flauto dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e Silvia Podrecca, Prima arpa della compagine ceciliana.
Da non perdere in Sala Santa Cecilia, il 7 maggio alle ore 16.30 la favola musicale Pierino e il lupo di Sergej Prokof'ev che verrà eseguita dalla JuniOrchestra dell'Accademia di Santa Cecilia. La formazione sarà accompagnata, nel ruolo di narratore, dall'attore Stefano Fresi che racconterà le gesta dell'intrepido eroe Pierino il quale, allontanatosi da casa contro la volontà del burbero nonno, alla fine riesce a catturare il lupo destinato a finire rinchiuso in un giardino zoologico. Il concerto, che verrà diretto da Simone Genuini, si aprirà con il brano Harry Potter and The Half-Blood Prince di Nicholas Hooper, al quale seguirà la Marcia op. 99 di Prokof'ev. Per bambini dai 5 anni in su.

Tra le iniziative per bambini e famiglie promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali si segnala che al Planetario di Roma il 6 maggio alle 12, è in programma Girotondo tra i pianeti, spettacolo giocoso e interattivo per bambini dai 3 anni in su, in cui la sala si trasforma in un'immaginaria rampa di lancio verso i pianeti del sistema solare. 

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Piccola, il 7 maggio alle 17 ultimo appuntamento della rassegna Teatro in famiglia con lo spettacolo Il re senza corona, un viaggio musicale tra fiabe e filastrocche di Gianni Rodari dedicato ai bambini dai 6 anni in su. Un piccolo musical diretto da Roberto Zorzut (che cura anche le luci) tra fantasia e realtà immaginata o immaginifica, paradossi, eventi imprevisti, personaggi anticonformisti e paesaggi fantastici. Un omaggio all'attenta e puntuale capacità di Rodari di osservare e riflettere sulla realtà all'insegna dell'ironia, dell'eleganza e del gusto della rima. In scena Alessandra Cavallari, Elena Stabile e Claudia Fontanari. 

Al Nuovo Cinema Aquila, il 4 e 5 maggio torna la seconda edizione del Moscerine Film Festival, un'occasione unica per tutti gli under 12 di mettersi alla prova con l'arte del cinema, diventando registi. La partecipazione è completamente gratuita e le sezioni del concorso quest'anno saranno tre: "Competitiva under 12" a cui potranno prendere parte tutti i bambini fino ai 12 anni, con un corto a tema libero; "Focus scuole", dedicata ai progetti video realizzati all'interno degli istituti scolastici (per entrambe le sezioni, lunghezza max 20 minuti); "Young creator" in cui i bambini potranno partecipare con un video girato in verticale (max 90 secondi), secondo il linguaggio di TikTok. Anche quest'anno, il festival vanta una giuria d'eccezione: Maria Fares, produttrice e presidente della giuria, l'attrice e regista Claudia Gerini, la vicedirettrice di Rai Kids Maria Mussi Bollini, l'autore e sceneggiatore Mario Bellina, Simona Ercolani di Standbyme, Alessandro Loprieno di WeShort, il doppiatore Alex Polidori, la regista e sceneggiatrice Paola Randi, lo sceneggiatore Stefano Rulli, il giornalista Michele Santoro e il regista Vito Zagarrio. La direzione artistica del Festival è affidata a Nina Baratta, regista e produttrice nonché insegnante di educazione all'immagine. Il festival prevede anche proiezioni di film e cortometraggi.

Al Palazzo delle Esposizioni, all'interno del percorso espositivo VITA DULCIS. Paura e desiderio nell'Impero romano, è in programma il 7 maggio alle 11 il primo appuntamento di Antico presente, letture e laboratorio per bambine e bambini dai 3 ai 6 anni. Dalle antiche statue in marmo di eroi e imperatori a quelle colorate e sorprendenti di Jeff Koons e Niki de Saint Phalle, fino alle sculture da viaggio di Bruno Munari: un percorso attraverso le pagine dei libri dello Scaffale d'arte che porterà grandi e piccoli a costruire le proprie leggerissime sculture di carta.

Informazioni, orari e prezzi

TUTTE LE INFO SU 
www.culture.roma.it  
www.culture.roma.it/romacapodarte

E SUI SOCIAL DI ROMA CULTURE
FACEBOOK: cultureroma
INSTAGRAM: cultureroma
TWITTER: culture_roma
#CultureRoma #ContemporaneamenteRoma2022 #contemporaneamenteroma #Pasolini100Roma #romacapodarte2023

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Attività