Ha inizio una nuova settimana di eventi di Roma Culture con tanti interessanti appuntamenti nell'ambito di Contemporaneamente Roma 2022, la stagione dedicata ai linguaggi più innovativi della cultura contemporanea proposti dalle associazioni vincitrici dell'avviso pubblico triennale di Contemporaneamente Roma 2022, e le iniziative proposte dalle istituzioni culturali cittadine. Numerosi anche gli eventi organizzati in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre. Continua, inoltre, la programmazione di PPP 100 - Roma racconta Pasolini, dedicata alla celebrazione del centenario pasoliniano. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito culture.roma.it e culture.roma.it/pasolini100roma e sui canali social di @cultureroma. Ecco alcuni degli appuntamenti della settimana.

IN EVIDENZA
Si intitola Ennio Flaiano, il Marziano a Roma l'evento speciale che il 23 novembre alle 20 inaugura la nuova settimana di Casa del Cinema di Villa Borghese. Fortemente voluto da Roma Capitale e dalla stessa Casa del Cinema per celebrare l'indimenticato intellettuale pescarese a 50 anni dalla sua scomparsa, l'evento vedrà la partecipazione del Direttore Giorgio Gosetti e di Fabrizio Corallo e Valeria Parisi, registi del documentario Ennio Flaiano, straniero in Patria, in programma al termine dell'incontro. A impreziosire la serata anche un contributo video di Maurizio Costanzo che leggerà un testo inedito scritto per l'occasione. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

L'Auditorium dell'Ara Pacis (ingresso da via di Ripetta 190) ospita il 25, 26 e 27 novembre alle 21 MITI ED EROI. La nascita di Roma, un ciclo di tre reading, promosso da Roma Capitale e prodotto da Frame – Festival della Comunicazione, per raccontare Roma, recuperando storie e narrazioni sulle origini della città, le sue istituzioni e la sua identità culturale. Ad accompagnare il pubblico in questo viaggio sarà Maurizio Bettini, classicista e scrittore, che con la sua capacità narrativa, incalzato dalle letture dell'attore Jacopo Rampini, porterà alla luce aneddoti, curiosità e leggende del passato, dando voce ogni sera a un personaggio diverso: prima Enea, poi Romolo e infine Numa. Le tre date sono al momento sold out. Qualora all'orario previsto d'inizio dell'evento, risultassero ancora posti disponibili, saranno assegnati, fino a esaurimento degli stessi, agli utenti presenti non prenotati.

All'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone e in altri luoghi si svolge fino al 27 novembre il Festival delle Scienze di Roma 2022 che ha scelto per questa XVII edizione il tema Esplorare. Tra gli eventi in programma in Auditorium, si segnalano alle 21: il 23 novembre l'incontro Le radici del conflitto, indagine sulle radici neuroscientifiche, sociologiche ed emotive dei conflitti e su come poter usare le conoscenze per plasmare società più pacifiche; intervengono Nathalie Tocci, direttrice dell'Istituto Affari Internazionali, e Mari Fitzduff, politica e accademica irlandese esperta di politiche di co-esistenza e risoluzione di conflitti, nonché autrice del libro Cervelli in guerra (Codice Edizioni, 2022). Modera l'incontro Marco Motta, giornalista e conduttore di Radio3 Scienza. Il 24 novembre Quanto. La parola che ha cambiato la fisica, spettacolo-conferenza a cura di INFN nel quale Marco Pallavicini, vicepresidente dell'INFN e professore all'Università di Genova, condurrà il pubblico in un viaggio attraverso la realtà descritta con lo sguardo della meccanica quantistica, accompagnato dalla musica di Paolo Fresu. Il 25 novembre Tra terra e cielo. Scienza, Musica e Danza, per un viaggio ai confini della conoscenza, spettacolo a cura di GSSI dedicato alle scoperte conquistate dall'uomo nel corso dei secoli, raccontate da Eugenio Coccia, professore di astrofisica e direttore dell'Institute of High Energy Physics, accompagnato dalle musiche della pianista e compositrice Paola Crisigiovanni e dalle coreografie del Centro Danza Art Nouveau. Il 26 novembre il dialogo in musica a cura di INFN A un passo dal Big Bang è dedicato a una delle più grandi scoperte della storia, quella del bosone di Higgs, un'avventura sperimentale durata quasi trent'anni, un'idea teorica che ha richiesto cinquant'anni di ricerca per essere confermata e che ha scritto un nuovo capitolo nella storia della scienza. Con Stefania De Curtis, direttrice del Galileo Galilei Institute for Theoretical Physics, Lucio Rossi, coordinatore del Comitato Acceleratori dell'INFN, Antonio Zoccoli, Presidente dell'INFN, gli interventi musicali de La Banda dell'Uku e le letture di Francesco Patanè illustrate da Luca Ralli. Modera Sara Zambotti, conduttrice radiofonica Rai. Il 27 novembre evento di chiusura con i divulgatori scientifici Barbascura X e Luca Perri che nell'incontro Infodemia rifletteranno su come l'enorme quantità di informazioni e fake news che quotidianamente provengono dai media sommerge la nostra mente.
Tanti anche gli appuntamenti nelle Biblioteche di Roma. Da non perdere le Esplorazioni in Biblioteca, ciclo di presentazioni di libri e laboratori realizzati in collaborazione con le case editrici e con ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, per promuovere il sapere scientifico presso il grande pubblico. Questi i prossimi eventi in programma: il 23 novembre la Biblioteca Arcipelago (via Benedetto Croce 50) ospita alle ore 17.30 la presentazione del libro Contro lo smart working (Laterza, 2022) di Savino Balzano accompagnato da Geminello Preterossi; alla stessa ora presso la Biblioteca Gianni Rodari (via F. Tovaglieri 237/A) l'autore Alfonso Lucifredi interverrà con Graziano Ciocca per presentare il suo libro Gatti marinai e polpi indovini (Hoepli, 2022); il 24 novembre alle 17 appuntamento alla Biblioteca Raffaello (via Tuscolana 1111) per Il metodo geniale di Giulio Deangeli (Mondadori, 2022) con Giorgio Vivacqua; presso la Biblioteca Flaminia (via Cesare Fracassini 9) alle 17.30 presentazione di Paura della scienza (Treccani, 2022) alla presenza dell'autore Enrico Pedemonte e Marco Filoni. Il 25 novembre alle 17.30 la Biblioteca Marconi (via Gerolamo Cardano 135) ospita Pier Paolo Di Fiore per la presentazione del libro La vita inevitabile (Codice, 2022) con l'autore ed Elena Dusi; il 26 novembre alle 11 alla Biblioteca Flaminia presentazione di Biodiversità a Roma: storie, curiosità su animali e piante della Capitale di Bruno Cignini (Pandion Edizioni). Ingresso libero.
Sempre nell'ambito del Festival delle Scienze, al Museo Civico di Zoologia si terranno due appuntamenti: il 24 novembre l'incontro La tassidermia: un'arte al servizio della scienza a cura di Carla Marangoni, funzionario zoologo e curatore delle collezioni ornitologiche del museo, e di Maurizio Gattabria che ha lavorato come tassidermista, per quasi quaranta anni, proprio presso il museo; il 25 novembre sarà la volta dell'incontro Storie di esplorazioni e di naturalisti a cura di Carla Marangoni e Spartaco Gippoliti, studioso di mammiferi e di conservazione della biodiversità, con un forte interesse per la storia della ricerca zoologica in Africa. Tracciando la storia di alcune spedizioni italiane del passato, si illustreranno esempi di esplorazioni ai nostri giorni, in equilibrio tra ricerca e conservazione delle specie. Entrambi gli incontri inizieranno alle 17 e saranno a ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili.

Il Teatro dell'Opera di Roma inaugura la Stagione 2022/2023 con Dialogues des Carmèlites, l'opera di Francis Poulenc, tratta dall'omonimo testo di Georges Bernanos, diretta da Emma Dante, dal 27 novembre al 6 dicembre sul palco del Teatro Costanzi. "Chi erano le carmelitane prima del voto? Che tipo di donna si cela dentro la loro tunica da suora?". Sono gli interrogativi dai quali è partita la regista. L'opera in tre atti e dodici quadri del compositore francese basato sulla novella del 1931 Die Letzte am Schafott (L'ultima al patibolo) di Gertrud von Le Fort e sulla sceneggiatura di Révérend-Père Bruckberger e Philippe Agostini, vedrà come protagonista nel ruolo di Blanche de la Force il soprano americano Corinne Winters. Accanto a lei Anna Caterina Antonacci, Ewa Vesin, Ekaterina Gubanova e Jean-François Lapointe. Completano il cast Emöke Baráth, Krystian Adam, Alessio Verna, William Morgan e Roberto Accurso. Diversi i talenti provenienti dalle ultime edizioni di Fabbrica Young Artist Program del Teatro dell'Opera di Roma: Irene Savignano, Sara Rocchi e Andrii Ganchuk. Dirige il M° Michele Mariotti mentre il Coro del Teatro dell'Opera di Roma è diretto da Ciro Visco. Orari: 27 novembre ore 19, 29 novembre ore 20. 

GIORNATA INTERNAZIONALE PER L'ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA SULLE DONNE
Una tuta da ginnastica, un tubino nero attillato, ma anche il grembiule per le pulizie o il pigiama, i jeans con il maglione a collo alto, un vestito: è Com'eri Vestita? la mostra che il 25 e 26 novembre, nell'ambito delle iniziative in programma per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, viene ospitata negli spazi del MACRO (e in contemporanea in altre 20 località in tutta Italia) a cura di Libere Sinergie, promossa da Amnesty International e con il patrocinio del Municipio Roma II. Per suscitare una maggiore consapevolezza del pubblico sul tema della violenza di genere, il progetto racconta storie di violenza sessuale attraverso i vestiti che le donne indossavano quando hanno subito violenza. Lo scopo è quello di sostenere la necessità di combattere il senso di colpa scaricato sulle vittime. La mostra è a ingresso gratuito e visitabile martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Tra le iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali il 25 novembre presso la Villa di Massenzio apre al pubblico l'esposizione gratuita MEMINI ME Ricordami che presenta installazioni artistiche in memoria delle vittime di femminicidio (visitabile fino al 10 gennaio 2023 dal martedì alla domenica ore 10-16, ultimo ingresso mezz'ora prima). 

Al Teatro Tor Bella Monaca il 23 e 26 novembre alle 21 in Sala Piccola debutta Api e lievito, un testo poetico e immaginifico di Valeria Patera, interpretato da Ana Kusch e diretto da Maddalena Emanuela Rizzi, in cui la dissociazione sembra la realtà e che parla di abuso, abitudine e bisogno d'amore (musiche dal vivo e sonorizzazioni di Giuliana Elena Jurado Bonomi). 

Il Teatro Biblioteca Quarticciolo ospita il 25 novembre alle 19 la proiezione di Una femmina di Francesco Costabile. Liberamente ispirato al libro di Lirio Abbate Fimmine ribelli. Come le donne salveranno il Paese dalla 'ndrangheta (Rizzoli, 2013), il film porta sullo schermo la storia di Rosa, una ragazza inquieta e ribelle che vive con sua nonna e suo zio in un paesino della Calabria la cui quotidianità viene improvvisamente stravolta da qualcosa che emerge dal suo passato, un trauma che la lega indissolubilmente alla misteriosa morte di sua madre. Dopo la proiezione la giornalista Francesca De Sanctis dialogherà con il regista. Ingresso libero con prenotazione consigliata al numero 06.69426222.

Presso le Biblioteche di Roma verranno organizzate numerose iniziative. Il 24 novembre alle 17 la Biblioteca Valle Aurelia (viale di Valle Aurelia 129), in collaborazione con il Municipio XIII, ospita la presentazione di Libere, libro di Sara Lorenzini realizzato dall'associazione Casa sull'albero con il progetto "Il coraggio di essere libere". Presso la Biblioteca Casa del Parco (via della Pineta Sacchetti 78) presentazione il 25 novembre alle 17.30 dell'antologia curata e illustrata da Pietro Vanessi, MaiMOLESTIN mai più violenze, scritti di Donne sulla violenza e il femminicidio (Officina Grafica Edizioni, 2019), libro collettivo scritto da sessantanove donne. Tra le iniziative proposte presso la Biblioteca Collina della Pace (via Bompietro 16), il 25 novembre maratona di lettura di Chiamarlo Amore non si può (Casa editrice Mammeonline, 2013): dalle 9 alle 15.30 grandi e piccoli si alterneranno nella lettura del libro nella Sala Eventi. Dal 25 novembre al 1° dicembre presso la Biblioteca Elsa Morante (via Adolfo Cozza 7) sarà visitabile la mostra Non violare (inaugurazione il 25 novembre alle 17). Artisti, poeti, attori, scrittori e musicisti si esprimeranno con i diversi linguaggi dell'arte per unirsi in una sola voce a favore delle donne e contro ogni tipo di abuso. Ingresso libero.

MUSICA
Il cartellone dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia vede il 25 novembre alle 20.30 all'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone il ritorno sul podio dell'Orchestra di Kazuki Yamada che alzerà la bacchetta per dirigere la Quinta Sinfonia di Schubert e la Seconda Sinfonia "Lobgesang" di Mendelssohn. Le parti solistiche verranno interpretate da Masabane Cecilia Rangwansaha e Ann Hallenberg, tra le più affermate e amate cantanti della loro generazione, e dal tenore Werner Güra, affiancati dal Coro di Santa Cecilia istruito da Piero Monti (repliche il 26 e 27 novembre alle 18). Biglietti online su https://www.ticketone.it. Il 27 novembre alle 11 nella Sala Coro dell'Auditorium, per il ciclo Dentro la Musica, avrà luogo la conferenza-concerto Eros e thanatos nella vita di Schumann, a cura di Piero Rattalino e con la partecipazione della pianista Ilya Kim. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Prosegue fino al 26 dicembre la XXV edizione di Incontri Festival a cura di MRF5 e diretto da Luigi Cinque che porta in diversi luoghi del centro storico della città musica, poesia, video arte e tanto altro. Il 25 novembre presso la Parrocchia di Santa Dorotea (via di Santa Dorotea 23) appuntamento con Dialoghi: concerto per trio con Gabriele Coen (clarinetti, sax soprano), Ziad Trabelsi (oud, voce) e Marco Loddo (contrabbasso). Esponenti di punta della cultura musicale ebraica e araba nel nostro paese, i tre musicisti intessono un fitto dialogo musicale che rivela le comuni radici di questi due popoli del Mediterraneo, attingendo alla musica tradizionale ma anche proponendo proprie composizioni originali che guardano al mondo della moderna improvvisazione jazzistica, alla world music, al blues e al rock. Ingresso libero.

Al Teatro Tor Bella Monaca prosegue Musica fuori dal centro, rassegna musicale a cura dell'Ensemble Roma Sinfonietta. Il 28 novembre alle 21 ultimo appuntamento con Woody Allen Movie Music: il Luca Velotti Trio salirà sul palco per proporre le più celebri colonne sonore dei film del regista americano. Gratuito fino a esaurimento posti, è consigliata la prenotazione a promozione@teatrotorbellamonaca.it o chiamando allo 06.2010579 (dalle 10.30 alle 19.30).

Continua la programmazione di Musica per Roma all'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. il 28 novembre Luigi Viva presenta Viva De André, uno spettacolo che fa emergere un Faber fuori dagli schemi, grazie anche a inediti contributi audio. L'idea del concerto-racconto si basa sull'assenza/presenza della voce. La voce politica, dell'impegno civile, che vive attraverso la sua opera e si contrappone all'assenza fisica della voce che non può più cantare per noi. Sul palco del Teatro Studio Borgna anche Francesco Bearzatti (sax, clarinetto), Luigi Masciari (chitarra, direzione musicale e arrangiamenti), Giampiero Locatelli (piano), Francesco Poeti (basso) e Pietro Iodice (batteria). Inizio concerto ore 21. 

Alla Casa del Jazz, invece, dal 25 al 27 novembre Michele Rabbia e Daniele Roccato portano al pubblico Chantiers Sonores, progetto che coinvolge di volta in volta musicisti provenienti dai più disparati ambiti musicali, facendoli dialogare fra loro ed espandendo, a ogni riproposizione, i propri confini. Concerti alle ore 21. 

Nell'ambito delle attività a cura delle Biblioteche di Roma, fino al 27 maggio 2023 la Biblioteca Galline Bianche (via delle Galline Bianche 105) ospita il progetto Musica in biblioteca che si pone l'obiettivo di sensibilizzare bambini, ragazzi e adulti alla fruizione del linguaggio musicale come ulteriore possibilità espressiva e di arricchimento culturale, all'interno di uno spazio protetto e dedicato alla crescita individuale e alla costruzione di relazioni sociali. Il 26 novembre appuntamento alle 11 con In session with Musica Nova sull'origine del pop rock con Caterina Magliozzi (voce), Francesco D'Amico (chitarra), Gabriele Civitella (basso) e Andrea Amici (batteria). Ingresso libero.

TEATRO E DANZA
Fino all'8 dicembre appuntamento con Corpus, progetto di Artestudio che, ispirandosi all'opera di Rainer Fassbinder, regista, drammaturgo e attore tra i maggiori esponenti del Nuovo cinema tedesco negli anni '70 e '80, intende favorire una riflessione scenica sulla possibilità di ri-formulare l'essere un corpo fra i corpi nei vari luoghi della nostra città. Dal 23 novembre al 4 dicembre dalle 16 alle 20 nello Spazio OHM (via dei Volsci 128) Riccardo Vannuccini con Cane Pezzato propongono il laboratorio teatrale Organismo – Antiteater: workshop di arte scenica con elementi di teatro-danza. Il 25 e 26 novembre dalle 10 alle 12 nei giardini di Villa Borghese sarà possibile prendere parte al quinto e sesto appuntamento di Secondo Round. Il Mondo corre sul filo: due nuove tappe della serie di sette azioni urbane a cura di Ferrovie Cucovaz l'una legata all'altra per un vero e proprio racconto scenico in sette episodi ispirato a un programma che Fassbinder realizzò per la televisione. Quattro performer metteranno in scena l'idea del filo come legatura fra un'azione e un'altra, uno spazio e un altro, un materiale e l'altro. Eventi Liberi e gratuiti con iscrizione obbligatoria.

Al Teatro Tor Bella Monaca ultimi due appuntamenti della rassegna Memoralia: in Sala Grande va in scena il 23 novembre alle 21 Tante facce nella memoria, tratto dalle interviste di Alessandro Portelli (che, con le artiste, dopo lo spettacolo incontrerà il pubblico, anche in diretta sui social della manifestazione, nell'incontro dal titolo L'evoluzione in memoria della memoria), con Lunetta Savino, Carlotta Natoli, Bianca Nappi, Simonetta Solder, Chiara Tomarelli, Mia Benedetta e la regia di Francesca Comencini che ne ha curato l'adattamento con Mia Benedetta. Sei storie di donne partigiane e non che nel '44 vissero l'eccidio delle Fosse Ardeatine, feroce rappresaglia dopo il tragico attentato di via Rasella del 23 marzo 1944. Il 29 novembre sempre alle 21 in Sala Piccola Simone Colombari e Piji Siciliani, con le musiche eseguite dal vivo da Egidio Marchitelli, propongono lo spettacolo musicale I Disertori. Interventi bellici dal divano di casa. Il conflitto tra Russia e Ucraina riporta come impellente un pensiero e un desiderio di pace e trasforma in materia pulsante e ancora più concreta tutto ciò che è stato scritto, recitato e cantato contro la guerra. Prosegue la stagione di prosa del Teatro: in Sala Grande, Marco Simeoli nello spettacolo Manca solo Mozart, scritto e diretto da Antonio Grosso, porta sul palco la storia di coloro che hanno dato vita a "Musica Simeoli", il negozio di famiglia. Partendo da carte, documenti, spartiti e note ritrovati alla rinfusa si ripercorre la storia del nostro Paese; in scena il 26 novembre alle ore 21 e il 27 novembre alle ore 17.30. 

Al Teatro Biblioteca Quarticciolo, nell'ambito della rassegna Quarticciolo. Cartografia Umana, il 26 (ore 21) e 27 novembre (ore 17) va in scena Disprezzo della Donna della compagnia Frosini Timpano: uno spettacolo che ripercorre la storia della donna in Italia attraverso i testi e i manifesti del Futurismo. Biglietti online su https://www.ciaotickets.com. Il 29 novembre alle 12, invece, per Orbita Spellbound Centro di Produzione Nazionale della Danza appuntamento con I segreti della danza del Roma City Ballet Company e Luciano Cannito: la storia della danza e del balletto raccontata con semplicità e proiezioni di immagini rarissime d'epoca. 

Per il Teatro di Roma – Teatro Nazionale, la vocazione alla polifonia dei linguaggi contemporanei, la specificità degli spazi e la relazione con la comunità artistica e il pubblico sono al centro delle scelte di ospitalità programmate per la nuova Stagione del Teatro India, tra queste la creazione di Federica Santoro e Luca Tilli in scena con Hedvig dal 25 al 27 novembre alle ore 20. La coppia di artisti lavora in modo estrattivo sull'Anitra Selvatica di Henrik Ibsen, ricavandone un'originale riscrittura. Da non perdere, inoltre, l'appuntamento con una delle esponenti più intense del teatro di narrazione e d'indagine, Giuliana Musso, autrice-performer e ricercatrice dalla accurata consapevolezza civile, che costruisce drammaturgie al confine con il giornalismo d'inchiesta, la poesia e la denuncia, come nella sua creazione Dentro. Una storia vera se volete, in scena dal 29 novembre al 4 dicembre. Nello spettacolo la Musso affronta, anche da interprete sul palco con Maria Ariis e le musiche originali di Giovanna Pezzetta, un tema difficile da raccontare, quello di un abuso intrafamiliare, taciuto e celato; un'esperienza altrettanto difficile da ascoltare, restando connessa all'empatia con lo spettatore per riflettere in profondità sul valore della verità. Inizio spettacoli alle ore 20, domenica ore 19. Ancora in scena fino al 4 dicembre al Teatro Argentina Amleto, nell'adattamento e regia di Giorgio Barberio Corsetti, che mette al centro il "teatro" e la sua rappresentazione attraverso una complessa macchina scenica. Orari: martedì e venerdì ore 20, mercoledì e sabato ore 19, domenica e giovedì 24 novembre ore 17; lunedì riposo. Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

CINEMA
Nell'ambito della programmazione di Casa del Cinema, dal 24 al 26 novembre appuntamento con la nuova edizione di Heroes International Film Festival, il primo festival delle "maestranze" che celebra artisti e professionisti del mondo del cinema e della serialità di genere horror, fantasy, sci-fi, thriller, action e cross-over. Nei tre giorni di festival si terranno 6 anteprime italiane, 2 concorsi per 2500 cortometraggi, 14 masterclass, oltre a premiazioni, eventi speciali e, infine, 3 grandi ospiti internazionali.
Il 27 novembre alle ore 17 è in programma l'evento La Shoah nel cinema italiano presentato da La Fondazione Museo della Shoah, con la proiezione del film di Maurizio Ponzi A luci spente. Introduce Isabella Insolvibile, presenzia l'ospite speciale Giulio Scarpati (prenotazione obbligatoria a eventi@museodellashoah.it).
Continuano anche le rassegne in corso: il 27 novembre, per Heimat l'integrale, è in programma alle ore 20 la proiezione dell'episodio L'arte o la vita, mentre nell'ambito della rassegna Carlo Lizzani: la storia e le storie, il 28 novembre alle ore 18 si terrà la proiezione del suo film Caro Gorbaciov presentato da Francesco e Flaminia Lizzani.
Prosegue infine, fino al 19 dicembre, la mostra Passeggiate Romane di Cinema con le fotografie di Paolo Grana: racconto per immagini, del fascino del cinema italiano degli anni '60 e '70. Tranne dove diversamente indicato, tutti gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Info su 

Si conclude il 25 novembre la XXI edizione del RIFF – Rome Independent Film Festival a cura dell'Associazione culturale RIFF: oltre 85 opere audiovisive contemporanee in concorso tra anteprime europee e mondiali per un ricco calendario di proiezioni e incontri in diversi luoghi della città. Tra gli appuntamenti in programma al Nuovo Cinema Aquila: il 23 novembre alle 22 proiezione di At Night All Cats Are Black (Svizzera, 2022) diretto da Valentin Merz presente in sala; il 24 novembre alle 20 partecipa alla serata anche il regista di Escape to the Silver Globe, Kuba Mikurda (Polonia, 2021). Biglietti online su https://riff.it. Il 25 novembre alle 20 Cerimonia di premiazione e a seguire, alle 21, proiezione del film fuori concorso Troppa famiglia (Italia, 2021) diretto da Pierluigi Di Lallo che incontrerà il pubblico. Ingresso libero.

ARTE
Al MACRO apre al pubblico il 24 novembre Rome is still falling, un nucleo di venti opere di Robert Smithson, realizzate tra il 1960 e il 1964, molte delle quali sono presentate al pubblico per la prima volta. Nel 1961, all'età di ventitré anni, Smithson arriva a Roma per una personale a tema religioso presso la galleria George Lester: l'esposizione prende questo evento come punto di riferimento per presentare una serie di opere meno note dell'artista, che attingono e allo stesso tempo si discostano dalle idee religiose di Smithson durante il suo periodo romano, mostrando l'evoluzione del suo percorso artistico verso nuove sperimentazioni legate alle immagini della cultura popolare (fino al 21 maggio 2023). Dal 24 novembre, inoltre, due nuove opere entreranno a far parte di RETROFUTURO, la collezione sulla nuova generazione dell'arte italiana che cresce nel tempo. Si tratta della scultura Figura che divora se stessa di Giulia Cenci e del lavoro fotografico di Jim C. Nedd, Camouflage Milieux (opening ore 18). Proseguono le mostre in corso. Fino al 19 marzo 2023 c'è la personale di Diego Perrone Pendio piovoso frusta la lingua che unisce opere degli ultimi vent'anni di produzione dell'artista italiano con cinque nuovi lavori: due opere/display, una distorsione dello spazio, un video e una serie fotografica. Il museo continua a esplorare il mondo editoriale con la mostra Hanuman Books 1986-1993, dedicata alla casa editrice fondata nel 1986 dall'artista Francesco Clemente e dall'editor e curatore Raymond Foye, che presenta l'intero catalogo delle pubblicazioni insieme al racconto della vita della casa editrice, tramite un'intervista con i due fondatori realizzata da Luca Lo Pinto e una selezione di materiali di archivio (fino al 12 marzo 2023). Philippe Thomas declines his identity è la prima mostra dedicata da un'istituzione italiana a offrire un ritratto articolato dell'artista francese Philippe Thomas (1951-1995) e della sua ricerca sul concetto di autorialità, confluita nell'agenzia da lui fondata readymades belong to everyone® (fino al 5 marzo 2023). La compositrice e artista del Kuwait Fatima Al Qadiri porta al MACRO la sua sperimentazione sonora con Isekai: la sala per l'ascolto del museo offre un percorso attraverso la sua produzione, dagli esordi alle collaborazioni con il cinema, tra cui la colonna sonora del premiato lungometraggio Atlantique (2019) di Mati Diop (fino al 19 marzo 2023). Il mondo del graphic design entra nella sede museale con Åbäke, collettivo transdisciplinare fondato a Londra nel 2000 da Benjamin Reichen, Kajsa Ståhl, Maki Suzuki e Patrick Lacey, con la mostra, Deep Publishing (fino al 12 marzo 2023). Tutte le mostre sono a ingresso gratuito e visitabili martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Al Palazzo delle Esposizioni, per la seconda edizione della rassegna Mostre in mostra, dal 29 novembre verrà riproposta, a cura di Daniela Lancioni, l'esposizione intitolata Mario Merz. Balla, Carrà, de Chirico, de Pisis, Morandi, Savinio, Severini che venne allestita alla Galleria dell'Oca di Roma il 15 marzo del 1978. Una mostra nata dalla collaborazione tra Luisa Laureati Briganti, fondatrice della storica Galleria, e i galleristi Luciano Pistoi e Gian Enzo Sperone. Riconosciuta dai testimoni e dagli studiosi come una pietra miliare nella storia delle esposizioni contemporanee, la mostra colpisce per l'accostamento, all'epoca considerato spregiudicato, tra i lavori di Mario Merz – esponente di spicco della neoavanguardia che aveva minato tecniche e processi tradizionali dell'arte – e i dipinti dei maestri del Novecento italiano (fino al 26 febbraio 2023). Biglietti su https://ecm.coopculture.it. Prosegue fino al 27 novembre il Premio Driving Energy 2022 – Fotografia Contemporanea, progetto creato da Terna e a cura di Marco Delogu che raccoglie da tutta Italia le opere di 40 fotografi che hanno tratto ispirazione dal potere metaforico del guidare e del trasmettere l'energia (tema di questa prima edizione era infatti Cameras on Driving Energy). Il Premio Driving Energy vuole anche essere una leva di innovazione e sostenibilità e per questo è stata sviluppata anche nel Metaverso, segnando una "prima volta" congiunta: è infatti il primo progetto con cui sia Terna che Palazzo delle Esposizioni approdano in questo spazio virtuale. Una versione 3D dell'esposizione sarà presto messa a disposizione sul sito ufficiale del Premio e rimarrà esplorabile anche dopo la chiusura della mostra. Ingresso libero. Si conclude, sempre il 27 novembre, la mostra fotografica Vicino/lontano. In occasione del 50° Anniversario della Convenzione UNESCO sulla Protezione del Patrimonio Mondiale culturale e naturale, al Palazzo delle Esposizioni e in alcune sedi delle Biblioteche di Roma (Biblioteca Europea a piazza Fiume, Ennio Flaiano al Tufello, Pier Paolo Pasolini a Spinaceto, Enzo Tortora a Testaccio), un viaggio fotografico alla scoperta del patrimonio culturale e naturale dell'immigrazione in Italia. Nell'ambito della mostra, nella Sala Fontana del Palazzo delle Esposizioni, il Laboratorio d'arte del museo, in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, propone il 24 novembre dalle 10 alle 13 Ti guido io, una visita aperta, gratuita e partecipata in cui le allieve e gli allievi del Centro Astalli, sede italiana del Jesuit Refugee Service – JRS che offre servizi di accoglienza e integrazione a chi arriva in Italia in fuga da guerre e violenze, daranno voce ad alcuni scatti esposti in mostra in italiano e in lingua madre (info e prenotazioni www.palazzoesposizioni.it).  Le mostre sono a ingresso gratuito. Per il Palazzo delle Esposizioni gli orari sono: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 20 (ingresso fino a un'ora prima della chiusura). Per le Biblioteche, consultare il sito https://www.bibliotechediroma.it.

Al Mattatoio prosegue la mostra di Jonas Mekas Images Are Real: nel centenario dalla nascita del regista e teorico, un progetto espositivo a cura di Francesco Urbano Ragazzi allestito nel Padiglione 9b con un'ampia selezione delle sue opere cinematografiche che va dagli anni '60 alla fine degli anni '10 del nostro secolo, dentro e oltre la storia del cinema d'avanguardia. La mostra si propone di leggere il lavoro del filmmaker lituano come una forma di resistenza alla brutalità umana, una ricerca della felicità attraverso cui affrontare l'incertezza del presente. In corso anche la mostra Roma: William Klein - Plinio De Martiis a cura di Daniela Lancioni e Alessandra Mauro e incentrata sulla Roma degli anni '50. Il progetto espositivo, allestito nel Padiglione 9a, mette a confronto lo sguardo di William Klein, acclamato fotografo di fama mondiale, e quello di Plinio De Martiis, leggendario gallerista romano, che da giovane abbracciò la professione di fotografo con risultati sorprendenti. Entrambe le mostre sono visitabili fino al 26 febbraio 2023. Orari: dal martedì alla domenica dalle 11 alle 20 (ultimo ingresso ore 19). Biglietti su https://ecm.coopculture.it.

Tra le iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali presso la Casina delle Civette - Musei di Villa Torlonia, nell'ambito della mostra in corso Matema(n)tica. La scienza si divulga anche così, il 24 novembre dalle 15 alle 17 si terrà il laboratorio gratuito Pendoli, cristalli temporali e superconduttori: la fisica dei ritmi per andare alla scoperta di fenomeni affascinanti come la sincronizzazione spontanea, l'ordine indotto dal disordine, e i cristalli temporali che emergono quando molti di questi sistemi "non-lineari" interagiscono fra di loro. Con Dario F. Marletto, Andrea Puglisi, Andrea Gnoli, José Lorenzana ed Hector Pablo Ojeda Collado (max 25 partecipanti, prenotazione obbligatoria: tel 328 9059530). 
E ancora il 26 novembre alle 10 e alle 11 in programma le visite guidate (max 15 persone a turno) alla Casa Museo Alberto Moravia, l'abitazione sul Lungotevere dove lo scrittore abitò dal 1963 fino al 1990, l'anno della sua morte. 
Prosegue nel fine settimana l'iniziativa Autunno nei Musei, la serie di visite didattiche gratuite e senza necessità di prenotazione, usufruibili ogni sabato e domenica dai visitatori dei Musei civici. Si comincia la mattina del 26 novembre con le visite in programma alle 10 alla Villa di Massenzio; alle 11 ai Fori Imperiali, alla Galleria d'Arte Moderna, al Museo dell'Ara Pacis, al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco e ai Musei di Villa Torlonia; alle 12 al Museo delle Mura; alle 17 alla Centrale Montemartini, ai Musei Capitolini (visita in inglese) e al Museo di Roma In Trastevere. La mattina del 27 novembre in programma alle 10 la visita al Museo Carlo Bilotti e il laboratorio al Museo Civico di Zoologia; si prosegue con le visite alle 11 al Circo Massimo, ai Musei Capitolini, al Museo di Casal de' Pazzi e al Museo Napoleonico e alle 12 al Museo Pietro Canonica; nel pomeriggio previste le visite alle 16 alla Galleria d'Arte Moderna, ai Mercati di Traiano, al Museo della Repubblica Romana e al Museo di Roma a Palazzo Braschi.
Per il ciclo aMICi il 23 novembre alle 16 al Museo di Roma a Palazzo Braschi, appuntamento con Il Femmineo perturbante. Lo sguardo di Medusa, visita a cura di Giulia Macaluso e Alessandra Cicogna, per approfondire e riflettere sui molteplici significati attribuiti a Medusa e all'ambiguità del suo sguardo (max 15 persone). 
A seguire, il 24 novembre alle 17 alla Centrale Montemartini, in programma Olympos: le divinità dell'Olimpo greco alla Centrale Montemartini, visita a cura di Serena Guglielmi tra le statue esposte nel museo per conoscere le avventure e le storie degli antichi dei e le interessanti vicende legate alla scoperta delle sculture stesse (max 25 partecipanti). 
Il ciclo Archeologia in Comune propone invece il 26 novembre alle 11, a cura di Sergio Palladino, una visita guidata a Monte Testaccio, familiarmente chiamato dai romani monte dei cocci, formatosi tra il I e il III secolo d.C. con l'accumulo volontario di frammenti di anfore (max 15 partecipanti, appuntamento in via Nicola Zabaglia, 24).
Il 27 novembre alle 11.30 Carla Termini guiderà la visita all'area archeologica del Sepolcro degli Scipioni che si trova lungo il tratto urbano della via Appia Antica, all'interno delle Mura Aureliane (max 12 persone, appuntamento in via di Porta San Sebastiano, 9).
Per la partecipazione alle visite guidate e ai laboratori è obbligatoria la prenotazione al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Nell'ambito del progetto Flautissimo, il festival diffuso diretto da Stefano Cioffi e a cura dell'Accademia italiana del Flauto, alla Biblioteca Vaccheria Nardi (via di Grotta di Gregna 37) continua il ciclo di letture in biblioteca a cura di Serena Sansoni che vedono protagonista un grande classico della letteratura, Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas. Prossimo appuntamento il 28 novembre alle ore 11; ingresso gratuito.

Continua 6 1 MITO, il progetto installativo a cura di Q Academy nato come esperienza in realtà aumentata site specific all'interno del quartiere Eur. Dopo Venere e Diana, protagonista di questa terza annualità sarà Minerva. Fino al 31 dicembre, attraverso un'App in realtà aumentata che trasforma lo smartphone in un "locative media", ogni partecipante potrà "inseguire" la dea passeggiando nelle aree esterne aperte al pubblico intorno all'edificio della Nuvola di Fuksas (marciapiede fra viale Asia, viale Shakespeare e via Cristoforo Colombo). La piattaforma di realtà aumentata impiegata è gratuita (scaricabile al link https://61mito.unitear.com). Per informazioni: info@qacademy.it.

ATTIVITÀ DELLE BIBLIOTECHE
Nell'ambito degli appuntamenti a cura delle Biblioteche di Roma il 25 novembre alle 17.30 la Biblioteca Aldo Fabrizi (via Treia 14) accoglie Gaja Cenciarelli autrice del libro Domani interrogo (Marsilio, 2022). Interverrà la scrittrice Ginevra Lamberti. La periferia romana dove sorge la scuola che è al centro di questo romanzo è la Rebibbia raccontata da Zerocalcare. Nel liceo si parla romano e le aule sono abitate da strani esseri viventi: alcuni disegnati sui muri, alcuni umani ma dalle cui bocche escono suoni incomprensibili. Ingresso libero.

PPP100 – ROMA RACCONTA PASOLINI
Al Teatro del Lido di Ostia ultima settimana per visitare nel foyer del teatro la mostra a ingresso gratuito Pasolini 100 a cura di Nestor Saied (Associazione Enecedete): un'opportunità per riscoprire le locandine e i manifesti della filmografia di Pasolini conservati nell'Archivio Grafico della Cineteca di Bologna. L'esposizione è visitabile fino al 27 novembre negli orari di apertura della biglietteria, dal venerdì alla domenica dalle 17 alle 20.

Nell'ambito del progetto espositivo Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO coordinato e condiviso da Azienda Speciale Palaexpo di Roma, Gallerie Nazionali di Arte Antica e MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo per celebrare nelle rispettive sedi museali la figura del regista, scrittore e artista, proseguono le tre mostre in corso. A Palazzo delle Esposizioni è visitabile fino al 26 febbraio 2023 Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico, a cura di Giuseppe Garrera, Cesare Pietroiusti, Clara Tosi Pamphili e Olivier Saillard (co-curatore per la sezione dedicata ai costumi). Un'accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto "corporeo" e inedito del grande intellettuale italiano. Al centro del percorso espositivo, lo spazio circolare della Rotonda di Palazzo delle Esposizioni è trasformato in una grande sala-lettura in cui sono presenti numerose edizioni di libri su e di Pier Paolo Pasolini liberamente fruibili dal pubblico. Dal martedì alla domenica ore 10-20 (ultimo ingresso un'ora prima). Biglietti online su https://ecm.coopculture.it. In occasione della mostra, il 23 novembre alle 18.30 la sala Auditorium del Museo ospita la presentazione del libro Racconti romani di Jhumpa Lahiri (Guanda, 2022). Nove racconti in cui riconosciamo una città contraddittoria che ridefinisce se stessa, trasformandosi di generazione in generazione in un amalgama, in un viavai ibrido di stranieri e romani che si sentono comunque sempre tutti fuori posto. Un percorso inedito nella Roma di oggi e di ieri, al contempo ospitale e ostile, attraverso lo sguardo e la prospettiva critica di due autori d'eccezione, Jhumpa Lahiri e Gianni Biondillo. Modera il giornalista e autore televisivo Yari Selvetella. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Nell'ambito della mostra, nella Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni, ancora in programma la rassegna cinematografica Pasolini prossimo nostro a cura dell'Azienda Speciale Palaexpo e del Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale che fino all'8 dicembre propone film (in pellicola 35mm) di Pasolini e di altri registi che hanno trattato tematiche simili alle sue o che a lui si sono ispirati. In cartellone questa settimana: il 23 novembre Il contagio di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (2017); il 24 novembre Non essere cattivo di Claudio Calligari (2015); il 25 novembre Trash – I rifiuti di New York di Paul Morrissey (1970), il cui adattamento in italiano fu curato da Pasolini con Dacia Maraini che introdurrà la proiezione con Alessandro Del Puppo. Il 26 novembre è in programmazione Sweet Movie di Dusan Makavejev (1974); il 27 novembre La terra dell'abbastanza dei fratelli D'Innocenzo (2018); il 29 novembre L'imbalsamatore di Matteo Garrone che sarà presente nel corso della serata in dialogo con Marco Delogu. Ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione obbligatoria sul sito www.palazzoesposizioni.it dalle ore 9 del giorno precedente alla proiezione fino a un'ora prima.

Legata a Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico è anche la mostra Pier Paolo Pasolini ed Ezra Pound. A Pact, a cura di Giuseppe Garrera. Dal 24 novembre al MACRO, il percorso espositivo ripercorre l'incontro televisivo tra Pasolini e Pound avvenuto nel 1967 come punto di arrivo di un percorso di odio, ripensamento e ricongiungimento. Una selezione di documenti storici, articoli di giornali e libri contestualizza l'evoluzione del rapporto tra i due ripercorrendo una storia di devozioni, dubbi, perplessità, considerazioni sul ruolo della poesia. Alle narrazioni che emergono dai numerosi materiali d'archivio si aggiungono gli interventi di tre autori contemporanei, Allison Grimaldi Donahue, Olaf Nicolai e Luca Vitone. Opening il 24 novembre dalle 18 alle 21; la mostra è visitabile gratuitamente fino al 19 febbraio 2023. Orari: dal martedì al venerdì ore 12-19, sabato e domenica ore 10-19. Lunedì chiuso. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

A Palazzo Barberini, invece, fino al 12 febbraio si può visitare Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo veggente, mostra a cura di Michele Di Monte che esplora il ruolo determinante dell'ispirazione della tradizione artistica nel cinema e nell'immaginario figurativo pasoliniano. Il percorso espositivo, concepito come un "montaggio", illustra il potere di sopravvivenza delle immagini trasfigurate dall'obiettivo poetico di Pasolini. Visitabile dal martedì alla domenica ore 10-19 (ultimo ingresso ore 18). Biglietti su https://www.ticketone.it. Fino al 5 febbraio 2023, ogni domenica alle ore 11, salvo le prime domeniche del mese, in programma visite guidate per adulti a cura di Si pArte! ASP.

Al MAXXI continua, inoltre, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo politico a cura di Hou Hanru, Bartolomeo Pietromarchi e Giulia Ferracci. In questa esposizione la chiave di lettura dell'opera pasoliniana è restituita attraverso le voci di artisti contemporanei le cui opere evocano l'impegno politico dell'autore e l'analisi dei contenuti sociali ispirati alle sue opere. L'esposizione è visitabile dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19 (la biglietteria è aperta fino a un'ora prima della chiusura del Museo). In occasione della mostra, presentando in biglietteria un biglietto di Palazzo delle Esposizioni o delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini, si avrà diritto a un ingresso ridotto al Museo; la promozione è valida fino al 12 marzo 2023.

KIDS
Al Teatro del Lido di Ostia il 24 novembre alle 17, nell'ambito del Progetto Miaohaus, Magazzino dei Semi presenta Digital Art for Kids a cura di Chiara De Angelis e Alessandro Floridia. Un laboratorio gratuito ispirato alle xerografie di Munari, in cui scanner e computer prendono il posto delle fotocopiatrici, per dare sfogo alla creatività e alla voglia di sperimentare e divertirsi (dai 6 agli 11 anni, max 12 partecipanti; per iscrizioni: promozione@teatrodellido.it). C'è tempo fino a fine novembre, inoltre, per iscriversi a due laboratori gratuiti organizzati nell'ambito del Festival Teatri di Vetro dedicato ai linguaggi contemporanei e alla valorizzazione delle estetiche e della creatività emergente. Fino al 26 novembre per NEVER YOUNG_Game over a cura di Biancofango per ragazze e ragazze fino ai 17 anni; fino al 30 novembre per Esercizi per Madrelingua a cura di Opera Bianco, per 3 bambine e bambini tra gli 8 e gli 11 anni e 3 adulti over 65 (info e iscrizioni al 339.2824889).

Nell'ambito di Ti racconto Roma per Scegli il Contemporaneo, la rassegna a cura di Senza titolo s.r.l., il 26 novembre alle 16, appuntamento dedicato ai più piccoli con la visita animata al Museo delle Civiltà (piazza Guglielmo Marconi 14). Per molto tempo sul nostro pianeta hanno convissuto diverse specie umane: allora perché oggi tutti gli esseri umani appartengono a una sola specie? Con questa domanda inizia il percorso di visita per scoprire come si è evoluta quella capacità comune solo agli esseri umani di inventare cose che non esistono nella realtà e di raccontare storie immaginarie. Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti.  

Per il Teatro di Roma – Teatro Nazionale, appuntamento fino al 4 dicembre al Teatro India con Fabio Cherstich e il suo Cenerentola Remix, rilettura contemporanea di una fiaba senza tempo, come archetipo di libertà e alterità dedicata a un pubblico dagli 11 anni in su. Lo spettacolo trae ispirazione dalla favola originariamente scritta da Giambattista Basile in napoletano e poi riscritta da Charles Perrault e dai fratelli Grimm, per un lavoro corale di reinvenzione agito attraverso un nutrito cast di giovani interpreti (Julien Lambert, Giuseppe Benvegna, Annalisa Limardi, Alessandro Pizzuto, Evelina Rosselli e Giulia Sucapane). Orari: da martedì a venerdì ore 10.30, sabato e domenica ore 17, lunedì riposo. 

Al Palazzo delle Esposizioni, nell'ambito della mostra Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO, il 27 novembre alle 11 secondo appuntamento di Modelli in sartoria, letture e laboratorio in Atelier per famiglie con bambini dai 3 ai 6 anni. Stiliste, costumisti, sarte e aiutanti, tante persone dietro alla realizzazione degli abiti di scena, veri e propri capolavori di artigianato. Il mondo della moda e i suoi segreti attraverso le illustrazioni dei libri dello Scaffale d'arte: abiti, copricapi e accessori protagonisti di un laboratorio per grandi e piccoli per immaginare e realizzare insieme abiti straordinari, in uno spazio allestito come una vera sartoria. Per info scrivere a laboratoriodarte@palaexpo.it. 

Tra le iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali proseguono gli appuntamenti dell'offerta didattica Lab For Family che il 27 novembre alle 11, propone il laboratorio per famiglie con bambini di 6-12 anni (max 20 partecipanti) Il giro del mondo in un giorno al Museo Pietro Canonica. Un'avventura di viaggio che dal verde di Villa Borghese porterà genitori e figli a girare per il mondo sulle tracce dei numerosi viaggi svolti dallo stesso scultore Pietro Canonica e testimoniati dalle sue opere conservate nel museo. https://www.museocanonica.it.
Ancora il 27 novembre, sempre alle 11, a Villa di Massenzio per bambini di 4-12 anni (max 20 partecipanti) è in programma Piccoli artisti spiccano il volo, laboratorio gratuito di ceramica per la realizzazione di uccellini - calamite che verranno poi esposti negli spazi della Villa. Attività a cura di Francesca Romana Cappa e Manuela Troilo (Associazione Culturale Officina Creativa Le Lase). Per la partecipazione alle visite guidate e ai laboratori è obbligatoria la prenotazione al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Nell'ambito della XVII edizione del Festival delle Scienze di Roma, si arricchisce di un interessante calendario di laboratori per bambini e ragazzi la rassegna Esplorazioni in Biblioteca proposta nelle Biblioteche di Roma in collaborazione con ENEA. Il 23 novembre alle 16 la Biblioteca Galline Bianche (via delle Galline Bianche 105) ospita I microrganismi: gli abitanti speciali del suolo che aiutano le piante a diventare grandi e assicurano un cibo di qualità a cura di Luciana Di Gregorio, Manuela Costanzo e Valeria Poscente, dedicato ai bambini della scuola primaria (max 30 partecipanti): attraverso il gioco si scoprirà come funziona l'ecosistema suolo e perché dobbiamo difenderlo; il 24 novembre alla Biblioteca Casa dei Bimbi (via Libero Leonardi 153) alle ore 16 c'è Sai cosa mangi? Le cose buone che fanno bene a noi e all'ambiente a cura di Claudia Zoani ed Emilia Pucci (età: 4° e 5° anno della scuola primaria, max 12 partecipanti): in un percorso didattico sulla qualità dei cibi che arrivano sulle nostre tavole, i bambini saranno divisi in squadre per giocare a fare una spesa sostenibile; il 26 novembre alle 11 ultimo appuntamento presso la Biblioteca Aldo Fabrizi (via Treia 14) per Un eco-cuscino per Poseidone a cura di Sergio Cappucci, Barbara Di Giovanni e Carla Creo (età: scuola primaria): con il gioco i bambini impareranno a riutilizzare i residui di Posidonia per imbottire dei "cuscinoni" così da rendere le spiagge e le nostre vacanze più ecosostenibili. 

Informazioni, orari e prezzi

Programma completo e aggiornamenti su:
www.comune.roma.it
culture.roma.it
#NatalediRoma2022
FACEBOOK: cultureroma
INSTAGRAM: cultureroma
TWITTER: culture_roma
#CultureRoma
#ContemporaneamenteRoma2021 
#contemporaneamenteroma

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Attività