Arti Visive e Teatro per l'integrazione dei rifugiati

Ad Explora, il Museo dei Bambini di Roma, parte "JOURNEYS", progetto cofinanziato dal Programma Europa Creativa dell'Unione Europea, per promuovere l'integrazione dei rifugiati attraverso le arti visive e il teatro, con il patrocinio di Regione Lazio, Roma Capitale e della Presidente del Municipio Roma II.

Il progetto, coordinato dall'agenzia culturale inglese ArtReach, trae origine dal Journeys Festival International, iniziato nel 2013 a Leicester, esteso a Manchester e Portsmouth e che oggi coinvolge Explora a Roma, CESIE a Palermo, Altonale GmbH ad Amburgo, in qualità di partner e il Comune di Rieti e Trafo House of Contemporary Arts a Budapest, in qualità di partner associati.

Le attività per il pubblico ad Explora, in programma dal 1 al 9 Aprile, propongono il racconto sulle esperienze dei rifugiati: filo conduttore l' "emozione". Il progetto coinvolge l'artista e attivista urbano Sibomana, la graphic journalist & screenwriter Takoua Ben Mohamed e l'associazione ArteStudio, attiva nell'integrazione dei rifugiati attraverso workshop e performance teatrali.

La figura del rifugiato ha un ruolo chiave: all'esperienza tragica dell'abbandono delle proprie radici ha contrapposto una visione propositiva del futuro. Il rifugiato è colui che entra in contatto con un nuovo mondo e porta con sé la sua esperienza favorendo un miglioramento, sul lato umano e culturale, verso un linguaggio universale.

"Avevo disegnato una barca di carta, come quelle barchette che si mettono in testa come cappello: dentro c'era un migrante con il salvagente. Più tardi quell'uomo mi ha raccontato che era arrivato in Europa proprio così, su un gommone" racconta Sibomana, artista e attivista urbano che espone al museo Explora alcune opere realizzate per il progetto.

Il festival si apre il 27 Marzo, con la mostra "Sotto il velo" di Takoua Ben Mohamed, a cura di Manuela De Leonardis, in programma nel foyer del teatro Flavio Vespasiano nella città di Rieti.

Il racconto del progetto sarà seguito dal fotografo e filmaker Luigi Narici.

Date degli eventi ad Explora:

Sabato 1 Aprile

- "Play on the beach-Respir'azione"- allenamento corpo/voce e performance teatrale a cura di ArteStudio nello spazio esterno del museo, ore 11.00. Attività gratuita per bambini dai 6 anni e accompagnatori su prenotazione con ingresso omaggio al museo nel turno delle 12.00.

- "La diversità come ricchezza"- Workshop, per bambini dai 6 anni, sul Fumetto Intercultura con la graphic journalist & screenwriter Takoua Ben Mohamed, ore 16.00 presso il bookshop di Explora. Attività gratuita su prenotazione.

Domenica 2 Aprile

- "Viaggio a colori"- Workshop artistico per bambini con l'artista e attivista urbano Sibomana per realizzare 3 opere da esporre nell'area esterna del museo, ore 10.30. Attività gratuita per bambini dai 6 anni su prenotazione.

Domenica 9 Aprile

- "Play on the beach- Respir'azione"- allenamento corpo/voce e performance teatrale a cura di ArteStudio nello spazio esterno del museo, ore 11.00. Attività gratuita per bambini dai 6 anni e accompagnatori su prenotazione con ingresso omaggio al museo nel turno delle 12.00.

Il 21 Aprile, ad Explora alle ore 12.00, si terrà l'Inaugurazione della mostra fotografica dedicata al progetto, alla presenza dei Partner Internazionali, degli Artisti, della Stampa e delle Istituzioni.

ArteStudio, associazione culturale italiana attiva nell'integrazione dei rifugiati attraverso workshop e performance teatrali, coordinata da Riccardo Vannuccini. Dopo il successo dello spettacolo Respiro al Teatro Argentina (2016), arriva ad Explora con attori professionisti e un gruppo di rifugiati e richiedenti asilo.

Takoua Ben Mohamed, nata a Douz (Tunisia) nel 1991 e cresciuta a Roma. Graphic journalist e sceneggiatrice, disegna e scrive storie vere a fumetti su tematiche sociali, quali l'immigrazione e i diritti umani. Fonda "Il Fumetto Intercultura" all'età di 14 anni, come strumento di integrazione e dialogo interculturale, grazie agli studi in giornalismo e all'attivismo in associazioni giovanili, culturali ed umanitarie di volontariato, collaborando con università italiane e straniere, scuole ed associazioni, con conferenze e mostre.

Sibomana, di origini italo-belga da parte di madre e congolesi da parte di padre, si definisce un artista e attivista urbano. Il messaggio delle sue opere è chiaro: educare la gente all'integrazione tra popoli. Con il progetto "Waves of the Heroes", iniziato nel 2015, disegna poster sul tema della migrazione nelle principali tappe del viaggio dei profughi: Lesbo, Atene, Roma, Berlino, Istanbul.

Explora, il Museo dei Bambini di Roma è un museo privato e non profit, basato sul modello dei musei didattici internazionali per bambini in cui i più piccoli possono osservare, toccare, scoprire, in piena autonomia attraverso gioco e socialità. Nel museo è possibile avvicinarsi e scoprire scienza, ambiente, alimentazione, ingegneria, robotica, matematica, sviluppo sostenibile e soprattutto cooperazione e interazione grazie a nuove metodologie didattiche con le quali si lascia al bambino la possibilità di imparare attraverso il fare, coniugando così divertimento e sperimentazione.

Il progetto è cofinanziato dal programma Europa Creativa dell'Unione Europea

Tutte le attività sono consigliate per bambini dai 6 anni.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma