A seguito delle numerose richieste, Fondazione Aida ripropone per la quarta volta in pochi mesi, l'evento online  Il re che aveva paura del buio, uno spettacolo per i bambini dai 4 anni dedicato al tema delle paure, dell'ignoto e a quel sentimento che inevitabilmente tutti provano crescendo. Ma è dedicato anche alle opportunità e agli aspetti positivi della notte, come i sogni e il riposo.

Lo spettacolo sarà presentato il 21 febbraio su Zoom alle ore 16.00, 17.00 e 18.00.

In Il re che aveva paura del buio la lucciola diventa simbolo della necessità dell'esistenza della notte e del buio, e ricorda che c'è sempre un modo per illuminare e sentirsi al sicuro.

Protagonisti oltre alla lucciola sono un bambino, un principe che insegnerà a suo padre, il re, come non avere paura del buio, e anzi amarne le caratteristiche, naturali e suggestive come quelle della luce. E' una favola originale, scritta e interpretata da Mariangela Diana, premio Hystrio alla vocazione 2019, allestita con Fabio Bersan, tecnico, e Stefano Piermatteo, consulente digitale. Le ispirazioni nascono dal racconto "L'ombra" di Hans Christian Andersen, dalla favola "Fioccobianco e i rumori della notte" di Anna Oliviero Ferraris.

L'evento è parte della rassegna Teatro OnliFe realizzata da Fondazione Aida in collaborazione con l'Assessorato all'Istruzione del Comune di Verona, proseguirà il 28 febbraio con B&B (Biancaneve e la Bella Addormentata) nella valle incarTata.

Prezzo per accesso: 7,00 euro disponibile su:
https://www.fondazioneaida.it/negozio/

Per info: 
tel. 045.8001471/045.595284 
fondazione@fondazioneaida.it.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Bambini e famiglie