Cinema Liberi Tutti è un progetto - patrocinato dal IX Municipio - che nasce dal sodalizio tra CRC Balbuzie, Centro di eccellenza accreditato con il Sistema Sanitario Nazionale e il Circuito Cinema.

L'iniziativa consta di una serie di proiezioni, attentamente selezionate, che prenderanno avvio il giorno 22 maggio, alle ore 15:30, presso il Cinema Fiamma di Roma (Via L. Bissolati, 43), con la proiezione del film "Heidi".
A partire dal mese di settembre, poi, la programmazione si snoderà in modo sistematico con cadenza mensile.

Le proiezioni seguiranno gli accorgimenti ascrivibili al Friendly Autism Screening, sistema studiato ad hoc per rendere possibile, in particolar modo a bambini affetti da disturbo dello spettro autistico, l'esperienza cinematografica in sala.

Poche e semplici le norme da rispettare:

• Luci non del tutto spente
• Volume leggermente più basso rispetto agli standard
• Libertà di movimento in sala – a tal scopo ne è stata scelta una totalmente in piano.
• Possibilità di portare il cibo da casa.

Tale iniziativa, già portata avanti in altri Paesi e in altre città italiane nobilita il cinema, elevandolo a strumento di comprensione e integrazione della disabilità, in grado di garantire, non uguaglianza, ma equità. A tal riguardo abbiamo coniato il termine di Cinequità, concetto per cui, nello specifico grazie al cinema, tutti possono raggiungere gli stessi obiettivi, ognuno, però, facendo leva sui mezzi che ha a disposizione.

"Virtuso il progetto Cinema Liberi Tutti, teso ad includere nel concetto di normalità anche bambini, famiglie, cui una vita normale è stata preclusa – spiega Filippo Manti, Neuropsichiatra infantile del CRC, specializzato in malattie rare e autismo - La modalità "dedicata" delle proiezioni cinematografiche nasce con la finalità di ridurre le barriere sensoriali dei "bambini speciali", spesso iperreattivi a stimoli visivi ed uditivi particolarmente intensi. Semplici accorgimenti e piccoli cambiamenti nelle regole delle sale sono stati pensati al fine di innalzare il livello di tolleranza di questi bambini, agevolando una migliore gestione da parte delle famiglie e promuovendo gli aspetti d'integrazione comunicativa e relazionale".

Da non trascurare, dunque, anche l'impatto che un'iniziativa del genere può avere sui genitori di questi bambini, che si ritroverebbero a svolgere, in compagnia dei loro figli, attività, forse usuali per i più, ma che sono, per loro, ancora oggi, così distanti. ?

Il nome dell'iniziativa ricorda il gioco che si faceva da bambini "Tana libera tutti" ed insiste sul termine "Liberi", che allude, rispettivamente, alle libertà previste dal Friendly Autism Screening e a quelle che si vuole raggiungere tramite questo progetto: libertà di credere che basta davvero poco, per fare davvero tanto.

Il CRC, nato 15 anni fa con una specificità per la balbuzie, sta sempre più incrementando iniziative convenzionate rivolte ai disturbi dello Spettro Autistico. Cinema Liberi Tutti può considerarsi figlia di un progetto pilota più ampio che il Centro sta portando avanti, per l'anno scolastico 2016/17, in alcune scuole del IX Municipio, in collaborazione la ASL RM2 e il Municipio stesso, a favore di un gruppo di bambini autistici di età prescolare.

Informazioni, orari e prezzi

Ore 15:30

L'evento sarà totalmente gratuito

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Bambini e famiglie