Visita guidata per bambini e ragazzi

Ai piedi di Bomarzo si estende un Boschetto Stregato abitato da Magici Mostri e Creature Fantastiche, pronte a raccontarvi le loro storie e a svelare "alcuni" misteriosi segreti: Sirene, Orchi, Draghi, Giganti, Mostri Marini, Sfingi e perfino un Orso ed un Elefante. Unisciti a noi per ascoltare cosa hanno da dire, ti aspettiamo!

Picnic,  Mostri e Magie nel Bosco di Bomarzo. 

Visita guidata "senza stress" del Bosco Sacro di Bomarzo per famiglie con BAMBINI e RAGAZZI.

La visita guidata sarà preceduta da un pranzo al sacco da consumare nell'area pic nic del Bosco, così che anche chi ama dormire quell'oretta in più alla domenica possa approfittare dell'opportunità di partecipare ad una gita senza stress in compagnia dei propri figli.

La visita sarà condotta da: Donatella Panzera, guida turistica abilitata, esperta in attività culturali e di svago per bambini.

Durata della visita: 1 ora e 30 minuti circa + il tempo necessario per consumare il picnic prima di iniziare la visita (40 minuti circa). Chi lo vorrà, al termine della visita guidata potrà rimanere nel parco fino all'ora di chiusura prevista per il tramonto.

COME ARRIVARE

Autostrada A1: Uscita Attigliano, direzione Bomarzo.

Bomarzo dista da Roma 105 km e la si raggiunge comodamente in auto utilizzando l'autostrada A1, il viaggio dura 1 ora e 30 minuti circa, consigliamo di entrare in autostrada non più tardi delle ore 9.00, così da giungere al parco in orario.

TRENO

Fermata Stazione: Orte Scalo poi prendere Autobus direzione Bomarzo.

Viterbo, Autobus direzione Bomarzo

info orari: http://www.cotralspa.it

NOTE DA LEGGERE!

Per partecipare alle nostre attività è necessario essere socio oppure diventarlo, nel rispetto del nostro Regolamento (pubblicato sul nostro sito: http://romaelazioperte.blogspot.it/) e delle normative vigenti in materia di associazionismo (L. 383/2000 e Art. 14-42 Codice Civile).

La quota sociale (inclusa nel contributo di partecipazione, di cui sopra) è prevista dalle normative che in Italia disciplinano l'associazionismo (L. 383/2000 e Art. 14-42 Codice Civile). Quota sociale, contributi di partecipazione e donazioni, sono i principali strumenti di sostentamento per un'associazione no-profit: questi servono a coprire le spese annuali organizzative, amministrative e di gestione ordinaria e a mantenere in vita il progetto sociale e culturale portato avanti dal direttivo, consentendo di organizzare e promuovere sempre nuove attività per tutti i soci."

Foto tratta in rete (scatto anonimo)


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma