L'importanza della lingua, il valore delle parole per descrivere, ma anche per immaginare, un mondo più bello: nasce da qui la fantasiosa storia di due sorelline. L'improvvisa scomparsa di Vola catapulta Margherita in un viaggio misterioso. Per ritrovarla dovrà attraversare strani universi in cui la normale grammatica quotidiana sembra impazzita. Tra sparizioni di lettere e di parole, regole inventate e stravolte, Margherita si confronterà con tutta la bellezza della lingua italiana. Una lingua piatta, povera, è anche lo specchio di un mondo misero, uniforme e banale. Insieme alle parole si comincia a perdere l'attenzione per una realtà ricca di sfumature: tutto inizia ad assomigliarsi, tutto diventa pian piano uguale per poter essere descritto con le solite duecento parole. Ecco che allora prendersi cura della nostra lingua diventa un modo per resistere alla banalità.

ETA'CONSIGLIATA: DAI 7 ANNI

prima nazionale DURATA 55


drammaturgia Emanuele Di Giacomo
con Ottavia Leoni e Chiara lombardo
disegni e scenografie Schegge di Cotone, costumi Eva Seeber
una produzione Asociazione Ersilio M., Teatro Il Moderno, Schegge di Cotone

Informazioni, orari e prezzi

Ore 15.00

INFO E PRENOTAZIONI:
associazione Cadmo per Le vie dei Festival 334.8464104 infoleviedeifestival@gmail.com - www.leviedeifestival.com

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Bambini e famiglie