Giovedì 31 gennaio, alle ore 20.30, l'Oratorio del Gonfalone dedicherà una serata a un peculiare repertorio cameristico, che vede l'ensemble Salotto Europeo protagonista del concerto. Costituito da Eleonora Contucci (soprano), Giampio Mastrangelo (flauto), Carlo Torlontano (corno) e Anna Grossi (pianoforte), la formazione musicale propone un repertorio singolare, frutto di un'intensa attività di ricerca, che comprende musiche dei compositori più rappresentativi dell'Ottocento e del genere. Saranno eseguiti lieder di Louis Spohr (1784-1859), tra cui Was treibt den Waidmann ("Cosa spinge il cacciatore"), una pagina musicale sul coraggio intrepido dell'eroe romantico, il bucolico Das Alphorn ("Il corno delle Alpi") di Heinrich Proch (1809-1878), e  L'usignuolo del toscano Cesare Ciardi, noto per la descrizione di sentimenti popolari tipici della Toscana ottocentesca.
A seguire uno dei capolavori dell'opera francese di fine Ottocento, l'aria Va! Laisse couler mes larmes!, tratta dall'Atto III del Werther (1887), di Jules Massenet.
Il concerto propone inoltre alcune composizioni scritte per accentuare il virtuosismo del flauto, come i Joueurs de flûte op. 27, opera del 1924 di Albert Roussel – del quale ricorrono i 150 anni dalla nascita quest'anno - dedicata ai migliori flautisti contemporanei di Roussel, e recanti titoli che richiamano personaggi celebri della letteratura, tutti suonatori di flauto.
Quest'anno ricorrono i 150 dalla morte di Hector Berlioz (1803-1869), compositore francese celebre soprattutto per la sua opera come didatta. Di lui saranno eseguiti il lied Le Jeune Patre Breton e Villanelle, quest'ultimo del ciclo Les Nuits d'Eté.
L'ensemble intende celebrare la recente riscoperta della compositrice francese Cécile Chaminade (1857-1944), ritenuta iniziatrice della grande tradizione francese della chanson, coltivata in seguito dagli immortali Edith Piaf, Charles Trénet e Yves Montand. Definita da George Bizet "il mio piccolo Mozart", la Chaminade godette un enorme successo nei primi anni della sua carriera. Ma venne dimenticata a partire dalla seconda metà del Novecento, perchè lo spirito della sua musica era ritenuta troppo "leggera" per l'epoca.


Informazioni, orari e prezzi

Orario botteghino: apertura ore 19.30

Info: https://www.oratoriogonfalone.eu

Contatti:
tel. 066875952
info@oratoriogonfalone.eu

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Concerti