Cantos è parola che diventa suono e si fa tramite di una comunicazione complessa in cui significato e significante hanno la stessa importanza, in cui i gesti artistici diventano i media di una divulgazione di contenuti intellettuali ed emotivi che attraversa tempo e spazio.
CANTOS voci e media dei nostri tempi è un happening di incontri sulla contemporaneità a partire da repertori sonori del Novecento, proposto dell’associazione Freon nel weekend, 26 e 27 gennaio. Grazie al contributo della Provincia di Roma, il Centro Congressi Frentani sarà gratuitamente aperto alla fruizione di concerti, video-installazioni, interazione di musica, letteratura e arti visive. Il Frentani, a pochi passi dalla stazione Termini, per le sue caratteristiche strutturali, la presenza del grande auditorium ma anche la sua articolazione in piccole sale multimediali, è il contenitore non occasionale, di una kermesse che ospiterà sincronicamente eventi artistici, istallazioni e incontri con gli autori rappresentativi delle nuove tendenze musicali. Tra le iniziative anche uno spazio per la visualizzazione di alcuni degli eventi musicali del ‘900 più significativi ed eclatanti come Pierre Boulez che dirige Le Sacre du Printemps di Stravinsky nello spettacolo dei cavalli di Zingaro; Bob Dylan & Joan Baez che cantano Blowing in the wind; Chet Baker, George Harrison e Ravi Shankar nel Concert for Bangla Desh del 1969. “E’ importante rivedere in un contesto collettivo queste performance. In un’epoca in cui tutto può venire facilmente archiviato, registrato e scaricato da Internet – spiega Stefano Cardi direttore artistico e presidente di Freon – capita che le cose vengano metabolizzate così velocemente da dimenticare la sorgente del nostro stupore, l’episodio, il concerto o la collaborazione artistica che cambiò per sempre il nostro modo di vedere le cose”.

Il programma sarà vivificato dall’opera degli artisti che collaborano con l’associazione Freon come la Scuola Popolare di Musica di Testaccio e, in particolare, i giovanissimi artisti di Conservatori e delle Scuole di Musica dell’Emilia Romagna. “Abbiamo voluto dare un segno attivo di solidarietà e vicinanza a questa terra piagata dal terremoto del maggio 2012 – continua Stefano Cardi – sottolineando la continuità di un lavoro che da 7 anni l’associazione Freon svolge nelle città di Bologna, Modena e Ferrara e relative province”.

Lo spazio performance audio video ospiterà Corti muti d’autore, musicati estemporaneamente da Naga Project.

Sabato 26 gennaio l’inaugurazione comincia alle ore 20 con installazioni curate da Francesca Checchi. Alle 20:45 verrà presentato Bagagli di Gianni Cascone e musiche di Andrea Orsi con le valigie di Vittorio Marangoni, recitato da Marcello Prayer. Alle ore 21:45 Canti dall’America Latina con musiche di Ginastera; Gardel, Aguillar, Trilo; pixinguiha, Jobim, Lyra, Bonfà, interpretate da Daniella Firpo, Laura Polimeno, Daniela Troilo, voci; Giuseppe Pelura, flauto; Roberto Manuzzi, sax; Enrico Bellonzi, Stefano Cardi, Andrea Orsi, chitarra; Dario Flammini, bandoneón; Caterina Bono, violino; Indiana Raffaelli, contrabbasso; Gianluca Manfredonia, percussioni.
Nella serata il celebre film di Georges Méliès Le voyage dans la lune (1902) sarà sonorizzato dal vivo da Naga Project | Errico De Fabritiis, sassofoni; Alberto Popolla, Noel Taylor, clarinetti; Giulio Maschio, batteria.

Domenica 27 gennaio la kermesse comincia alle ore 18:30 Alle ore 19:15 il Concerto musiche di Aperghis, Gould, Kancheli, Reich, Tradizionali, Villa-Lobos, Villeggia, Weill, Wilson interpretati da Keiko Morikawa, voce; Trio vocale Meltin’Pop, Freon Ensemble, giovani interpreti dei conservatori dell’Emilia Romagna e Orchestra d’Archi della Scuola Popolare di Musica di Testaccio. Nella serata La febbre degli scacchi (1925) di Vsevolod I. Pudovkin sonorizzato dal vivo da Naga Project | Errico De Fabritiis, sassofoni; Alberto Popolla, Noel Taylor, clarinetti; Giulio Maschio, batteria.

Informazioni, orari e prezzi

Centro Congressi Frentani

Info Line 06 44481262

Programma dettagliato su:
http://www.freonmusica.com

Dove e quando

Concerti - Vascello in musica: classica senza limiti