Grande attesa per il primo concerto a Roma di una star della musica classica, il trentatreenne pianista Yundi Li

Uno dei più famosi pianisti dei nostri giorni, il cinese Yundi Li, debutta finalmente a Roma, unica delle grandi capitali mondiali dove non si è ancora esibito: il suo concerto per la IUC a Roma sabato 12 marzo alle 17.30, nell'Aula Magna della Sapienza sarà un vero evento, atteso da anni e a lungo rinviato.

Yundi Li è il più giovane pianista nella storia ad aver vinto (nel 2000, ad appena diciotto anni) lo "Chopin" di Varsavia, il più importante concorso pianistico internazionale. Da allora è cresciuta a macchia d'olio la cerchia dei fedeli ammiratori che seguono le sue apparizioni nelle più importanti sale concertistiche in Europa, America e Asia e le sue incisioni discografiche.

Ha studiato in Cina e in Germania ed ora è tornato in patria. In Cina è una star amatissima e in tutto il mondo è considerato l'anti Lang Lang. Sono i due più famosi musicisti cinesi ma sono molto diversi, sia come persone che come artisti: più introverso Yundi Li, più mediatico Lang Lang. Nelle loro interviste i due si sono scambiati reciproci complimenti ma anche battute polemiche.

Si occupa di varie iniziative di carattere umanitario. E' ambasciatore della Croce Rossa Cinese e ambasciatore per l'ambiente della sua città natale, Chongquing. Inoltre è molto coinvolto nella promozione della musica classica in un contesto educativo ed è uno dei pionieri dell'educazione musicale in Cina, dove il suo successo ha spinto milioni di bambini a studiare il piano.

Per le sue interpretazioni di Chopin Yundi Li è stato insignito dal governo polacco della Medaglia per Meriti Culturali "Gloria Artis". Nel 2010 è stato invitato a suonare nel Teatro dell'Opera Nazionale di Varsavia per le celebrazioni del bicentenario di Chopin.

Incide per Deutsche Grammophon ed EMI Classics. Lo scorso autunno è uscita il suo cd con i Preludi di Chopin e proprio in questi giorni è in distribuzione un altro suo cd dedicato al compositore polacco. Le sue incisioni dedicate a Beethoven, Schumann, Ravel, Prokofiev e Liszt dimostrano l'ampiezza de suoi interessi artistici, che abbracciano tutta la grande musica per pianoforte. Il suo cd dedicato a Prokofiev e Ravel con i Berliner Philharmoniker (è stato il primo pianista cinese a registrare con la più illustre orchestra tedesca) è stato segnalato nel 2007 come "Best CD of the Year" dal New York Times (Li aveva avuto questo riconoscimento anche nel 2003) e "Editor's Choice" del mensile Gramophone.

Il suo concerto romano dimostrerà l'intera gamma delle qualità tecniche e interpretative del pianista cinese, che inizierà con due brani che racchiudono l'anima romantica di Fryderyk Chopin (i Notturni in si bemolle minore op. 9 n. 1? e in do minore op. 48 n. 1), proseguirà con una delle opere più rappresentative dell'arte di Robert Schumann (la Fantasia op. 17) e con due delle più famose Sonate di Ludwig van Beethoven (n. 23 in fa minore op. 57 "Appassionata" e n. 14 do diesis minore op. 27 n. 2 "Al Chiaro di Luna"). Come sorpresa finale Yundi Li eseguirà alcuni brani tradizionali cinesi.

Il concerto fa parte della rassegna "Sapienza in musica" con il sostegno della Regione Lazio.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma