Uno dei più famosi pianisti dei nostri giorni, il cinese Yundi Li, debutta finalmente a Roma, unica delle grandi capitali mondiali dove non si è ancora esibito: il suo concerto per la IUC a Roma sabato 12 marzo alle 17.30, nell'Aula Magna della Sapienza sarà un vero evento, atteso da anni e a lungo rinviato.
Yundi Li è il più giovane pianista nella storia ad aver vinto (nel 2000, ad appena diciotto anni) lo "Chopin" di Varsavia, il più importante concorso pianistico internazionale. Da allora è cresciuta a macchia d'olio la cerchia dei fedeli ammiratori che seguono le sue apparizioni nelle più importanti sale concertistiche in Europa, America e Asia e le sue incisioni discografiche.
Ha studiato in Cina e in Germania ed ora è tornato in patria. In Cina è una star amatissima e in tutto il mondo è considerato l'anti Lang Lang. Sono i due più famosi musicisti cinesi ma sono molto diversi, sia come persone che come artisti: più introverso Yundi Li, più mediatico Lang Lang. Nelle loro interviste i due si sono scambiati reciproci complimenti ma anche battute polemiche.
Si occupa di varie iniziative di carattere umanitario. E' ambasciatore della Croce Rossa Cinese e ambasciatore per l'ambiente della sua città natale, Chongquing. Inoltre è molto coinvolto nella promozione della musica classica in un contesto educativo ed è uno dei pionieri dell'educazione musicale in Cina, dove il suo successo ha spinto milioni di bambini a studiare il piano.
Per le sue interpretazioni di Chopin Yundi Li è stato insignito dal governo polacco della Medaglia per Meriti Culturali "Gloria Artis". Nel 2010 è stato invitato a suonare nel Teatro dell'Opera Nazionale di Varsavia per le celebrazioni del bicentenario di Chopin.

Incide per Deutsche Grammophon ed EMI Classics. Lo scorso autunno è uscita il suo cd con i Preludi di Chopin e proprio in questi giorni è in distribuzione un altro suo cd dedicato al compositore polacco. Le sue incisioni dedicate a Beethoven, Schumann, Ravel, Prokofiev e Liszt dimostrano l'ampiezza de suoi interessi artistici, che abbracciano tutta la grande musica per pianoforte. Il suo cd dedicato a Prokofiev e Ravel con i Berliner Philharmoniker (è stato il primo pianista cinese a registrare con la più illustre orchestra tedesca) è stato segnalato nel 2007 come "Best CD of the Year" dal New York Times (Li aveva avuto questo riconoscimento anche nel 2003) e "Editor's Choice" del mensile Gramophone.
Il suo concerto romano dimostrerà l'intera gamma delle qualità tecniche e interpretative del pianista cinese, che inizierà con due brani che racchiudono l'anima romantica di Fryderyk Chopin (i Notturni in si bemolle minore op. 9 n. 1? e in do minore op. 48 n. 1), proseguirà con una delle opere più rappresentative dell'arte di Robert Schumann (la Fantasia op. 17) e con due delle più famose Sonate di Ludwig van Beethoven (n. 23 in fa minore op. 57 "Appassionata" e n. 14 do diesis minore op. 27 n. 2 "Al Chiaro di Luna"). Come sorpresa finale Yundi Li eseguirà alcuni brani tradizionali cinesi.

Il concerto fa parte della rassegna "Sapienza in musica" con il sostegno della Regione Lazio.

Informazioni, orari e prezzi

Ore 17.30

BIGLIETTI:
Interi: da 15 euro a 25 euro (ridotti da 12 euro a 20 euro)
Giovani: under 30: 8 euro; under 14: 5 euro

INFORMAZIONI:
Istituzione Universitaria dei Concerti
tel. 06 3610051-2 – fax: 06 36001511
www.concertiiuc.it
botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Concerti