Un salotto estivo in uno dei giardini più affascinanti e nascosti della capitale

Serata a tema culinario quella di giovedì 28 giugno all'Estate al Polo.

Alle ore 18,30  presentazione libro Eva Forte "Dieci amanti in cucina", edito da Zafferano. Non una presentazione canonica, ma un vero e proprio evento sensoriale. Si parlerà del romanzo, verrà proiettato un video di presentazione del romanzo, ci sarà una pillola teatrale, verranno cucinate e servite delle ricette ispirate allo script.

Ospiti della serata, oltre all'autrice:

- Luca Sessa, giornalista

- Silvia Luna, Food Blogger

- Massimo D'Angelo per Neurospritz

- Alfonso Montefusco, esperto cinofilo

- Renata Ronchetti, Bimby Chef, che preparerà due delle ricette del romanzo che verranno offerte al pubblico (la ricetta della tisana e il risotto alla lavanda)

- Alfonso Montefusco, giornalista ed esperto cinofilo, che farà un simpatico parallelo tra le razze dei cani e i personaggi del libro.

"Dieci amanti in cucina", di Eva Forte, apre le strade ad una nuova forma editoriale, unendo insieme la passione per la cucina ai gialli degni dei migliori scrittori di misteri.

Appuntamento giovedì 28 giugno alle 19, area STAGE.

Alle 22:

Don Pasta food sound system

Lungo viaggio in vinile nella storia del jazz, dall'hard bop al free jazz a suon di stoviglie e fritture

Che mangiava Coltrane mentre componeva A Love Supreme? Melanzane fritte, probabilmente. Archie Shep durante Attica Blues? Pasta con le cozze, roba selvaggia. Tanti i giochi tra vinili e soffritti di donpasta in questo viaggio nella musica più importante dell'ultimo secolo. Cosa la contraddistingueva? Il fatto di essere la più ricercata ma nata nel mondo popolare e eseguita da un misto di uomini e donne che amavano la festa, il cibo ruspante e la ricerac della libertà. Proprio come la cucina italiana. Misto di precisione assoluta nata dalla assoluta improvvisazione.

"A me Coltrane ha cambiato la vita..

Gli renderò omaggio Giovedì.

Cucinerò per lui, friggerò per lui, suonerò per lui..

Farò una pasta di farro a mano, con fagioli neri (black eyed peas), carne di maiale e salsa barbecue fatta li per li..

Soul food afroamericano e mia nonna si incontrano.

come quando Coltrane si disintossicò dall'eroina ma non dalla parmigiana di nonna" Don Pasta

Selezione di vinili jazz dal be bop al free jazz (da Gillespie a Sanders)

La cucina Don Pasta preparerà un mischiato di cucina afroameriacana (fagioli neri, bacon) con la pasta italiana fatta a mano.

"Se hai un problema... aggiungi olio", questo è il motto di donpasta, cuoco poeta, ecologista e stralunato.

Donpasta non cucina mai piatti fuori stagione! Contrario al "fast food" e agli OGM, denuncia le nuove forme di caporalato e rivendica il cibo come frutto di commistioni meticce… come pasta e sarde.

Sul palco usa vinili e pentole contemporaneamente, mixer e minipimer per frullare musica e veloutés. Una consolle, un piano da cucina, fornelli e vinili, coltelli e Technics 1200 si sporcano a vicenda con buone vibes e farina, tenera e di grano duro per l'insostituibile "Imperia" a manovella che sforna tagliatelle.

Tutti i sensi sono chiamati in causa: vista, gusto, olfatto, tatto, udito.

E' una performance multimediale in cui ci si lascia andare alla emozione del cibo, ai suoi profumi, colori, le sue forme, i suoi aromi. Il dj set è speziato di sonorità del mondo intero, tra il funk, il reggae, il Sud America e la Londra meticcia. Profumi di cioccolata e caldo soul.

L'ARTISTA: DANIELE DE MICHELE DON PASTA

Per il New York Times,  "uno (e per certi versi unico) dei più inventivi attivisti del cibo".  Collabora con Geo And Geo (RAI3), La Effe, Fahreneith (Radio3). Nel 2014 ha pubblicato Artusi Remix (Mondadori), frutto di un lavoro condiviso con il Comitato Scientifico di Casartusi. Per Treccani e Corriere della Sera ha curato la serie web-tv "Le nonne d'Italia in cucina", viaggio nelle venti regioni incontrando nonne in cucina. Il suo primo progetto, "Food sound system" è divenuto un libro, edito da Kowalski, e uno spettacolo multimediale, in tournée in giro per il mondo da ormai dieci anni. A questo ha fatto seguito nel 2009 "Wine Sound System" sempre edito da Kowalski, tradotto anche in francese dal marzo 2011. Nel febbraio 2013 è stato pubblicato il suo terzo libro: La Parmigiana e la Rivoluzione. Scrive regolarmente per Repubblica, Corriere della Sera, Left e collabora con Alias, Fooding. Lavora attualmente sul progetto cinematografico Artusi Remix con Casartusi, sulla cucina popolare italiana.

Cosa è Estate al Polo

Un giardino urbano bellissimo nel cuore di Roma che non tutti conoscono. Un luogo storico della nostra città, tra vecchi locomotori e tram d'epoca, all'ombra della Piramide Cestia, all'interno del bellissimo spazio del Polo Museale dell'Atac.

Un salotto estivo in uno dei giardini più affascinanti e nascosti della capitale, pensato per un pubblico più adulto, senza dover fare per forza l'alba, dove cenare all'aperto senza mangiare porcherie, bere veleno e stressare le orecchie.

Uno spazio dedicato alla musica, soprattutto jazz, ma non solo, un orto biologico, un salotto all'aperto, fra palme e vagoni, dove mangiare, bere e godere dell'ottima offerta di food & drink.

Questa è l'idea ESTATE AL POLO, una fresca ventata di musica raffinata

nelle serate dell'estate romana.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma