Concerto per fischio, chitarra e handpan

Martedì 28 maggio, alle ore 19, alla Chiesa di Svezia a Roma, la principiale interprete del fischio melodico, in Italia e nel mondo, Elena Somaré, si esibisce in un concerto benefico con il chitarrista e compositore svedese Mats Hedberg, e l'ospite Marco Testoni all'handpan.

Il suono della voce fischiante di Elena Somarè è delicato, spirituale e sentimentale al contempo, e con lei il fischio diventa un magnifico strumento dalle possibilità espressive inesplorate. L'artista esplorerà la gamma più profonda e nostalgica del suo "strumento", aggiungendo una dimensione struggente alle sonorità "nordiche" di Hedberg.

Ad aprile 2018, Elena Somarè pubblica il suo secondo disco "Aliento", presentato a maggio alla Casa Italiana Zerilli-Marimò della New York University. Il disco ripropone, in chiave del tutto inedita, 13 brani della musica sudamericana, tra grandi classici e canzoni meno note, accompagnata da strumenti inusuali come l'arpa paraguaiana, la viola da gamba, la tiorba e la chitarra barocca.

Elena Somarè, inoltre, ha collaborato alla colonna sonora del film di Paolo Sorrentino "Loro 2", per il quale ha eseguito due brani di repertorio e uno originale, Sea Whistle, composto da Lele Marchitelli, che ha curato e firmato tutte le musiche del film. Elena è stata per me una bellissima sorpresa, dichiara Marchitelli, grande interprete, una sensibilità non comune e provvista di una tecnica sorprendente.

Definita come voce del diavolo, inquietante suono interiore, ribellione di donne maleducate, adatta solo al cabaret, l'arte del fischio ha dovuto lottare per essere eletta a vera forma di espressione artistica. Ad abbattere le barriere sono state quasi sempre donne: l'italiana Daisy Lumini e, prima di lei, l'americana Alice Shaw, che tra Ottocento e Novecento, incarnando la rivolta delle suffragette, lasciò il marito e girò il mondo da solista del fischio. Un ulteriore passo si compie oggi grazie a Elena Somaré.

Già a 6 anni l'artista fischiava le arie delle opere davanti agli amici della madre, ma il pubblico lo incontra solo quando Ada Montellanico la invita sul palco dello storico Alexanderplatz di Roma. 


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma