"Cool Romantics"

Si intitola "Cool Romantics" il nuovo concerto di eMPathia Jazz Duo, con il quale la vocalist Mafalda Minnozzi e il chitarrista newyorchese Paul Ricci presentano in Italia il loro nuovo album (Mpi/Freecom-2018). Assieme ai due artisti, sul palcoscenico di Villa Celimontana un featuring prestigioso, Art Hirahara, pianista di spicco dell'attuale scena jazzistica newyorchese grazie anche alle sue collaborazioni con Stacey Kent, Linda Oh, Rudy Royston, Donny McCaslin e con lo stesso eMPathia Jazz Duo, di cui è stato ospite in alcuni recenti concerti oltreoceano. Dall'inizio dell'anno infatti, la Minnozzi e Ricci hanno già proposto con successo il nuovo spettacolo a New York, con esibizioni da tutto esaurito in locali culto della musica jazz come Birdland, Mezzrow e Zinc, a Brema in Germania, partecipando alla prestigiosa Jazzahead Clubnight e in Brasile, dove il pubblico ha decretato loro una calorosa "standing ovation" al Blue Note di Rio de Janeiro, al Clube do Choro di Brasilia e al Bourbon Street di Sao Paulo.

In "Cool Romantics" il duo ha raggiunto un perfetto equlibrio di fattori in cui emerge la ricerca dell'essenzialità, grazie ai raffinati arrangiamenti e allo stile peculiare del fingerpicking di Paul Ricci, chitarrista di fama internazionale, e all'approccio estetico-espressivo di Mafalda, intriso da una forte teatralità, che inventa, trasforma, traduce ritmi, timbri e gesti; questa combinazione di elementi crea il linguaggio personale e distintivo di eMPathia. Sul palco il duo, supportato dalle preziose sottolineature del piano di Art Hirahara, volteggia tra samba, bossa nova, swing, blues e musica d'autore, firmando inconfondibili interpretazioni che vanno dalla lettura struggente di "Insensatez", di Antonio Carlos Jobim, al "divertissement" musicale creato in "Triste sera" di Luigi tenco e ad una versione piena di temperamento di "Every time we say goodbye" di Cole Porter.

Mafalda, interprete poliedrica di levatura internazionale, canta nella sua lingua madre, in inglese ("Dindi", "My shining hour"), in francese (nella rilettura blues di "Nuages" di Django Reinhardt) e in portoghese, sebbene il vero linguaggio di eMPathia sia quello creato dal dialogo tra la sua voce e la chitarra di Paul, le cui linee digradano fino ad accogliere le note del piano di Hirahara, in un sempre più effuso paesaggio sonoro. L'incontro tra Mafalda e Paul è avvenuto nel 1996, in Brasile, paese dove lei è molto popolare e gode di grande rispetto e considerazione da parte della classe artistica nazionale; da allora, ha avuto inizio una parabola artistica sfociata nel loro attuale progetto. La vocalist vanta collaborazioni con Toquinho, Martinho da Vila, Milton Nascimento, Leny Andrade, Guinga, Paulo Moura, Art Hirahara, Jane Duboc, Gene Bertoncini, Gabriele Mirabassi, Daniele di Bonaventura, Giovanni Falzone e Giovanni Ceccarelli, mentre Ricci ha suonato con Roy Haynes, Kenny Barron, Gary Burton, Sonny Fortune, Bebel Gilberto, Astrud Gilberto, Mino Cinelu, Randy Brecker, Manolo Badrena e il grande Harry Belafonte. Riferendosi alla Minnozzi, il critico musicale Gerlando Gatto ha scritto: "… Mafalda è un artista veramente cosmopolita, che canta in diverse lingue con piena padronanza delle stesse e con estrema disinvoltura … mi viene in mente Caterina Valente …"

Line-up

Mafalda Minnozzi - voce

Paul Ricci - chitarre

Art Hirahara – piano

Appartiene ad un evento principale:


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma