Un grande concerto al Gregory's Jazz Club

Quando si pensa al senso profondo dello swing, alla raffinatezza e all'eleganza musicale, a un tecnica formidabile e ad un suono fragoroso, c'è solo una cerchia ristretta di pianisti a cui pensare e uno di loro è senza dubbio Eric Reed.

Eric Reed ha lo swing, l'espressività e la capacità di coinvolegere emotivamente lo spettatore, una tecnica formidabile e un sound che unisce le radici del gospel con lo studio appassionato dei classici e degli standard; uno dei più importanti pianisti degli ultimi anni e uno dei musicisti più "advanced" della sua generazione.

Bambino prodigio, che ha trascorso più tempo come autodidatta che come studente, ricorda “Non ero interessato a suonare Bach, ero troppo impegnato a studiare Horace Silver!”. Precoce talento pianistico, portato ventenne alla ribalta jazz da Wynton Marsalis, con il quale collabora stabilmente al sestetto dal 90 al 95, entra a far parte per due anni dell’Orchestra del Jazz at Lincoln Center, dal 96 al 98, Reed ha inoltre collaborato con le band di Freddie Hubbard e Joe Henderson dal 91 al 92; attualmente è uno dei migliori interpreti della musica di Thelonious Monk delle ultime generazioni.

Un bambino prodigio nato con un dono di Dio, Eric ha iniziato a suonare il pianoforte all'età di due anni e ha iniziato gli studi privati ??a sette anni presso la Settlement Music School dove faceva disperare i suoi insegnanti confessando poi che "Non ero interessato a studiare Bach; ero troppo occupato ad ascoltare Horace Silver! " Ha ottenuto subito grande fama come membro permanente del Wynton Marsalis Ensemble (1990-1995), facendo innumerevoli registrazioni e apparizioni televisive con lui. Ha lavorato anche con Freddie Hubbard e Joe Henderson (1991-1992) dopo aver incontrato nella sua carriera Wayne Shorter, Jessye Norman, Patti Labelle, Edwin Hawkins, Quincy Jones, Natalie Cole e numerosi altri. A proposito di painisti Ahmad Jamal ha definito Eric "di gran lunga uno dei miei pianisti preferiti."

Mercoledì 3 e Giovedì 4 giugno sarà al Gregory's per un appuntamento imperdibile, con una sezione ritmica d'eccezione formata da Vincenzo Florio al contrabbasso e Adam Pache alla batteria.

MERCOLEDI 3 E GIOVEDI 4 GIUNGO 2015

ERIC REED TRIO

Eric Reed - Piano

Vincenzo Florio - Contrabbasso

Adam Pache - Batteria


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma