Il Coro Latinoamericano di Roma presenta così questo suo concerto

Dodici anni di percorso corale hanno allargato l' orizzonte del coro verso una sonorità autentica della musica popolare latinoamericana sempre alla ricerca di nuovi generi musicali, dedicando spesso programmi monografici a noti compositori per coro come Carlos Guastavino, Ariel Ramirez, Heitor Villa-Lobos, Anibal Troilo, il barocco latinoamericano o la musica del Carnevale in sudamerica . Il coro in ogni concerto intende creare eventi di qualità e spessore musicale senza perdere la freschezza e la spontaneità che caratterizza lo spirito sudamericano sfuggendo ai più facili luoghi comuni sulla musica di questo continente.

L'ingresso al concerto è libero e, come di consueto, è possibile lasciare un'offerta per le iniziative di condivisione di Sant'Eustachio con gli Amici più poveri.

E' molto gradita ogni collaborazione alla massima diffusione di questo evento.

Il Coro Latinoamericano di Roma presenta così questo suo concerto:

"Continuiamo con i concerti dedicati ai ritmi particolari presenti sul territorio, la murga, il taquirari, la cueca, la chacarera, il carnavalito e la zamba. La particolaritá di questo nuovo concerto sará la presenza di una voce narrante che ci aiuterá a conoscere ed apprezzare quel filo invisibile che lega ogni manifestazione dedicata al Carnevale presente in latinoamerica. L'importanza, che attraverso i festeggiamenti del Carnevale, si dava all'integrazione, alla mescolanza delle usanze, alla condivisione dei suoni e delle danze.

Danze, tipiche per ogni popolazione originaria ma arricchite da nuovi spunti che arrivavano dai conquistatori spagnoli e successivamente dagli schiavi neri provenienti dall'Africa.

Il Coro Latinoamericano di Roma diretto dal Mº Eduardo Notrica , verrá accompagnato dal gruppo Combo Latinoamericano. La voce narrante sará di Paolo De Santis Mangelli."


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma