Un percorso musicale nella storia del famoso gruppo ungherese

Sabato 16 marzo p.v. alle ore 19.00 presso l'Accademia d'Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) si terrà il concerto dei Kaláka. 

Un percorso musicale nella storia del famoso gruppo ungherese Kaláka, fondato nel 1969. I Kaláka sono tutti polistrumentisti, cantano poesie di autori non esclusivamente magiari e suonano arrangiamenti originali in puro stile folk. La poesia sperimenta elementi letterari diversi, mentre il canto è quello originalissimo che scaturisce dalla mescolanza collaudata delle loro quattro voci. Gábor Becze (contrabbasso, chitarra) Dániel Gryllus (flauti, cetra, flauto di Pan, clarinetto, tárogató, cornamusa) Vilmos Gryllus (violoncello, chitarra, charango, liuto moldavo, jews harp) Balázs Radványi (mandolino, chitarra a 12 corde, ukulele, cuatro, viola, kalimba).

Il concerto si inserisce nella presentazione di Sátoraljaújhely, nota città ungherese della regione vinicola di Tokaj-Hegyalja. L'evento viene realizzato con il sostegno di Városok, Falvak Szövetsége.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma