Alessandro Fortunato, Francesco Fortes e Stefano Sorrentino in concerto

Alessandro Fortunato, Francesco Fortes e Stefano Sorrentino, gli interpreti che hanno registrato il tutto esaurito per oltre 500 spettacoli a Sorrento dal 2016 ad oggi, presentano un evento inedito sul palcoscenico del Teatro Sala Umberto di Roma: "I Tre Tenori: Arie d'Opera, Napoli e Canzoni". Un concerto che sorprenderà il pubblico non soltanto per il grandissimo valore artistico e tecnico, ma anche per la perfetta intesa tra i tre giovani artisti. Il segreto del trionfo? Non solo le performance vocali e la capacità di coinvolgere gli spettatori, ma soprattutto l'estro e la passione tipici dei napoletani: «Prima ancora che artisti – raccontano Sorrentino, Fortes e Fortunato – siamo ragazzi semplici che adorano il contatto col pubblico. Ed è proprio questa la nostra forza». 

IL PROGRAMMA

Ispirato al popolare format dei tre tenori L. Pavarotti, P. Domingo e J. Carreras, il programma musicale del primo tempo spazia dalle più grandi arie d'opera di Puccini, Verdi, Donizetti e Leoncavallo a brani celebri come Granada di Agustín Lara. Nel corso del secondo tempo, saremo condotti nella terra di Napoli con le note di Di Capua, De Curtis e gli altri grandissimi compositori partenopei. Insieme a questi, anche gli interpreti della canzone italiana che assurgono agli onori dei classici. C'è Dalla, che a Napoli ha lasciato 'un piezz' e core', come testimonia con Caruso. C'è Modugno con Nel blu dipinto di blu. Ad accompagnare I Tre Tenori, l'Orchestra di Opera e Lirica, con il primo violino Elvin Dhimitri.

GLI ARTISTI

Alessandro Fortunato si distingue per il timbro della voce profondo e soave, oltre che per il suo notevole eclettismo: è infatti tenore, musicista e compositore. In costante collaborazione con il teatro G. Verdi di Salerno, con il quale ha partecipato a molte produzioni operistiche, ha dedicato il suo impegno anche a numerose tournée italiane, tra cui quella del Fantasma dell'Opera diretta da André De La Roche, nella quale ha interpretato il ruolo di protagonista. Autore dell'opera pop "Orfeo ed Euridice – Amore Immortale", ha dimostrato di credere fermamente nell'attualità del genere operistico. L'opera lirica, in parole sue, «è una scatola magica che può trasportare lo spettatore in mondi inaspettati».

Francesco Fortes, sin dal suo debutto nel ruolo di Calaf nella Turandot di Puccini, si è distinto per l'eccezionalità timbrica e la potenza ineguagliabile della sua voce, che lo ha condotto a esibirsi nei più grandi teatri dell'opera in Italia e all'estero, dal San Carlo di Napoli al Teatro Comunale di Bologna, a Roma al Teatro Argentina, all'Eliseo e al Quirino, in Russia al Teatro Lirico di Ufa, poi a Mindelo nelle isole di Capo Verde, a Kiel in Germania, a Zurigo, a Londra. Racconta di aver realizzato un sogno nel cassetto all'inizio del 2019 portando in tournée nei più bei teatri d'Italia la Bohème di Puccini. Il sogno prosegue con la tournée all'estero della Turandot che si terrà proprio a febbraio 2020. È un onore averlo con noi in via del tutto eccezionale a Roma nella data del 29 maggio. Come lui stesso spiega, è l'affiatamento con i colleghi dell'ensemble di Opera e Lirica che gli rende impossibile rinunciare a quello che sarà il vero evento dell'anno.

Stefano Sorrentino unisce la qualità della voce, la passione e il patrimonio artistico delle sue origini in un unico grande impegno.Il timbro caldo e luminoso, Sorrentino sente di doverlo al sole che bacia la sua città natale, Napoli. Da lì, l'opera lo ha portato dall'Italia al Brasile, poi a Barcellona per la produzione de "Il Matrimonio Segreto" di Cimarosa. È salito sul palcoscenico nei panni più svariati, impersonando Peppe in Pagliacci, Rodolfo ne La Bohème, Alfredo ne La Traviata, tra gli altri ruoli. In costante collaborazione con La Nuova Orchestra Scarlatti e altre associazioni, mantiene una intensa attività concertistica. Elvin Dhimitri, primo violino, riconosciuto come artista che riesce a fondere un'energia appassionata e un'intensa capacità comunicativa, ha ricoperto il ruolo di primo violino di orchestre quali la Bilkent Youth International Symphony Orchestra e l'Orchestra Sinfonica di Roma e del Lazio, oltre ad essersi esibito all'interno dell'Orchestra Sinfonica dell'Ente Luglio Musicale Trapanese, la Nuova Orchestra Sinfonica Scarlatti di Napoli e la Filarmonica Toscanini di Parma, tra le altre.

https://www.opera-lirica.com

Per la programmazione completa, consulta l'anteprima concerti a Roma nella sezione dedicata.


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma