Evento speciale alla XIII Festa del Cinema di Roma

Proiezione in anteprima del film "Il Flauto Magico di Piazza Vittorio" per la regia di Mario Tronco e Gianfranco Cabiddu. Produzione Paco Cinematografica e Denis Friedman Productions. L'Orchestra di Piazza Vittorio sarà presente alla proiezione in sala Sinopoli.

Musicisti che provengono da dieci paesi e parlano nove lingue diverse. Insieme, trasformano le loro variegate radici e culture in una lingua singola, la musica. Questa è l'Orchestra di Piazza Vittorio. Partendo dalla musica tradizionale di ogni paese, mischiandola e intingendola con rock, pop, reggae, e classica, si arriva alla sonorità unica dell'OPV. Tra musicisti che partono e altri che arrivano, cambia il suono dell'orchestra senza mai tradire la vocazione iniziale a sfide nuove e orizzonti aperti al mondo intero. Una fusione di culture e tradizioni, memorie, sonorità antiche e nuove, strumenti sconosciuti, melodie universali, voci dal mondo.

Dal salvataggio dello storico Cinema Apollo di Roma che rischiava di diventare una sala bingo, si sviluppa l'idea di creare un'Orchestra. Ideata e creata da Mario Tronco e Agostino Ferrente, l'Orchestra di Piazza Vittorio è nata nel 2002 all'interno dell'Associazione Apollo 11, un progetto sostenuto da artisti, intellettuali e operatori culturali che hanno voluto valorizzare il rione Esquilino di Roma, dove gli Italiani sono una minoranza etnica. L'Orchestra di Piazza Vittorio rappresenta una realtà unica. È la prima ed unica orchestra nata con l'auto-tassazione di alcuni cittadini che ha creato posti di lavoro e relativi permessi di soggiorno per eccellenti musicisti provenienti da tutto il mondo ed ora di fatto nostri concittadini. Basta guardarli tutti insieme, sul palco, per comprendere quanto possano felicemente rappresentare un messaggio di fratellanza e di pace ben più efficace di proclami, comizi e dibattiti televisivi. Ma al di là del valore politico e sociale L'Orchestra promuove la ricerca e l'integrazione di repertori musicali diversi e spesso sconosciuti al grande pubblico, costituendo anche un mezzo di recupero e di riscatto per  musicisti stranieri che vivono a Roma a volte in condizioni di emarginazione culturale e sociale.

L'Orchestra di Piazza Vittorio debuttò il 24 novembre 2002 con il concerto di chiusura del Romaeuropa Festival.

Il Flauto Magico secondo L'Orchestra di Piazza Vittorio:

il celebre singspiel mozartiano è stato oggetto di svariate interpretazioni che di volta in volta hanno individuato nei suoi personaggi fiabeschi simboli della massoneria o della cultura illuminista, metafore politiche o allegorie mistiche.

La versione dell'Orchestra di Piazza Vittorio torna invece al carattere gioioso del Flauto Magico, rivelandone tutta la leggerezza e l'allegria originali. Concepita come una favola tramandata per via orale e giunta al tempo presente filtrata dalle diverse culture dei musicisti, la più famosa fiaba della storia della musica diventa così un racconto contemporaneo ambientato in una società multirazziale, in cui la musica mozartiana è trasformata con sorprendente naturalezza in reggae, jazz, intrecci ritmici africani ed orientali dai 21 interpreti in scena. Un inno alla gioia e al potere della musica, con tutte le sue forme e tradizioni, una produzione originale Romaeuropa Festival 2009 e Festival Les Nuits de Fourvière che ha fatto il giro del mondo.

A maggio 2007 la prima fase, l'ouverture. Nel 2009 il debutto mondiale dell'opera completa al festival Les Nuits de Fourvière a Lione e, subito dopo, il debutto Italiano al Romaeuropa Festival. Spettacoli in festival e teatri nazionali e internazionali come Parigi, Atene, Barcellona, Napoli, Genova, Bahrein, Helsinki, Aix en Provence, Amsterdam e Rotterdam, dove l'Orchestra incide il live incluso nel libro Il Flauto Magico secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio (Ellliot Edizioni, 2010).

Per la programmazione completa, consulta l'anteprima concerti a Roma nella sezione dedicata.

Appartiene ad un evento principale:


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma