Spettacolo di Lucilla Galeazzi e il gruppo vocale Levocidoro

"Dove erano e dove sono le donne che hanno partecipato al farsi della storia? Perché scompaiono così facilmente dalla memoria collettiva? Si tratta di una censura consapevole, voluta, oppure, cosa ancora peggiore, di una incapacità quasi automatica di riconoscere autonomia attiva al corpo e alla mente delle donne? Personalmente propendo per quest'ultimo comportamento, tanta è la naturalezza con cui i nomi femminili vengono dimenticati e trascurati, persi nella preziosa ricostruzione della tela narrativa di un popolo, di un paese. Purtroppo spesso sono proprio le donne a tapparsi

gli occhi e la bocca di fronte alla storia scritta dai vincitori, preferendo riconoscersi nelle splendenti e rappresentative figure maschili, piuttosto che chiedersi il perché del silenzio sui nomi femminili. Raccontare, dare riconoscibilità e parole ai fatti accaduti, sono attività fondamentali per la costruzione di un'identità di genere." Così afferma Dacia Maraini nella bella

introduzione al libro "Donne nella Grande Guerra". Una lettura della Grande Guerra al femminile, per capire come e quanto rimescolò le carte della vita quotidiana di milioni di uomini e donne. Attraverso testimonianze, storie individuali e canti di tradizione orale, che raccontano con efficacia ed emozione l'inferno di quella guerra! In scena sette voci che cantano: accompagnate dalla chitarra, in polifonie a tre voci o a due voci, o a voce sola, senza alcun accompagnamento.

"Café Jerusalem" è il titolo del nuovo progetto musicale dei Radiodervish. Un album dove viene data voce e suono ai ricordi di una società che ha vissuto una travolgente trasformazione intorno alla metà del secolo scorso nella città di Gerusalemme. Entrando nella dimensione del caffè mediorientale si rivela il carattere multiculturale di una città dove tradizione e modernità si confrontano e dove, grazie alla presenza dei racconti degli Hakawati, i cantastorie che animavano i caffè di Gerusalemme, si entra facilmente in dimensioni fiabesche e surreali parallele. L'eredità culturale palestinese custodita nei semplici oggetti, negli eventi e nella memoria dei personaggi viene mostrata a partire dalla scoperta dell'amore verso il diverso e dall'amara consapevolezza delle difficoltà implicite, in quanto inevitabili trasformazioni hanno mutato il percorso storico di quella terra. Gerusalemme, ancora oggi, continua ad essere al centro di un conflitto singolare, ricco di simboli che condizionano la storia e la coscienza del mondo. Canzoni e brani strumentali si alternano in un affresco impressionistico ispirato a un testo ambientato nella città eterna concepito da Paola Caridi, scrittrice e giornalista che ha vissuto a Gerusalemme per più di dieci anni.

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi

spettacolo di Lucilla Galeazzi

con

Lucilla Galeazzi e il gruppo vocale Levocidoro

con la partecipazione di Maria Rosaria Omaggio

e con

Lucilla Galeazzi (mezzosoprano) canto, chitarra, narrazione

Sara Marchesi (mezzosoprano) canto, narrazione

Chiara Casarico (mezzosoprano) canto, narrazione

Susanna Buffa (soprano) canto

Susanna Ruffini (soprano) canto

Marta Ricci (soprano) canto

Nora Tigges (soprano) canto

Stefania Placidi chitarra

Il testo e la ricerca musicale sono di Lucilla Galeazzi

Sabato 23 maggio

Radiodervish

"Café Jerusalem"

Nabil Salameh voce, buzuki, percussioni

Michele Lobaccaro chitarra, basso, cori

Alessandro Pipino tastiere, fisarmonica, cori

Adolfo La Volpe oud, chitarra elettrica

Pippo Ark D'Ambrosio percussioni

Domenica 24 maggio

Il Fronte delle donne

Spettacolo di Lucilla Galeazzi

con

Lucilla Galeazzi e il gruppo vocale Levocidoro

con la partecipazione di

Maria Rosaria Omaggio

Lucilla Galeazzi (mezzosoprano) canto, chitarra, narrazione

Sara Marchesi (mezzosoprano) canto, narrazione

Chiara Casarico (mezzosoprano) canto, narrazione

Susanna Buffa (soprano) canto

Susanna Ruffini (soprano) canto

Marta Ricci (soprano) canto

Nora Tigges (soprano) canto

Stefania Placidi chitarra

Il testo e la ricerca musicale sono di Lucilla Galeazzi


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma