Bellucci incontra Beethoven

Il M° Giovanni Bellucci è tra i dieci grandi interpreti lisztiani della storia, unico italiano accanto a Claudio Arrau, Martha Argerich, Georges Cziffra, Wilhelm Kempff, e Krystian Zimerman. Dopo il perentorio responso della rivista francese Diapason, per il suo Cd dedicato alle Parafrasi su temi d’opera di Verdi e Bellini (premio “Choc” di Le Monde de la Musique e “Editor’s choice” di Gramophone), il pianista Giovanni Bellucci, attualmente impegnato in una monumentale integrale discografica beethoveniana pubblicata mondialmente dalla Brilliant Classics, e acclamato interprete il 10 marzo scorso del Requiem per pianoforte e orchestra di Hans Werner Henze per l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, torna a suonare ad Ostia Antica, nella splendida cornice della Sala Riario-Episcopio.

Giovanni Bellucci propone un concept innovativo: il monumentale corpus delle 32 Sonate di Beethoven eseguito attraverso una serie di 8 talk-recitals, introdotti e punteggiati da inediti racconti sulla vita del genio di Bonn, sui suoi processi creativi, sul contesto storico nel quale l’Autore ha dato alla luce i suoi capolavori.

Durante ogni concerto il Maestro Bellucci, oltre a interpretare il ciclo beethoveniano (quella colossale opera che fu definita dal grande pianista tedesco Hans von Bülow come il “Nuovo Testamento” della storia della musica), offrirà al pubblico un bonus a sorpresa: di volta in volta altri geniali autori di musica pianistica del XVIII e del XIX secolo saranno accostati a Beethoven, in un interessante parallelo evocato attraverso l’esecuzione di brevi opere pianistiche “fuori programma”.

Promotrice dell’iniziativa L’Associazione Musicale In…cantando, un’organizzazione “no profit” che per questo progetto ha ottenuto i prestigiosi patrocini della Regione Lazio, della Provincia di Roma, del Comune di Roma – e in particolare del suo Municipio XIII –, dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania e dell’Ambasciata d’Austria.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma