Jazz, o come suonara senza regole?

Il quarto evento della CONVIVIA. Associazione culturale e Scuola di Alti Studi in Psicopatologia si apre al mondo del JAZZ e lo mette in contatto con la psicanalisi; i due linguaggi accomunati da un percorso impastato di regole nascoste che nel tentativo, nell’improvvisazione e nell’ascolto si apre a nuove strade, duetteranno il 15 giugno a Roma.

In francese il verbo jouer, “suonare”, significa anche “giocare”. Allora: come far giocare insieme jazz e psicanalisi, musica e vita, canto e inconscio?

Per porre domande su questo gioco arriverranno da Parigi gli psicanalisti lacaniani Charles Melman e Marc Moraly che si alterneranno al critico d’arte Massimo Sgroi, a FAUSTO MESOLELLA (chitarrista jazz già parte degli Avion Travel), LUCA VELOTTI (sassofonista della formazione di Paolo Conte) ed ENRICO ZANISI (giovanissimo pianista e compositore, Premio Miglior Talento di Top Jazz 2012).

A nutrire ancor più l’incontro il video-contributo di Ascanio Celestini.

Di seguito il programma completo.

IL JAZZ, O COME SUONARE INSIEME SENZA REGOLE?

con

Massimo Sgroi (Critico d'arte contemporanea)

Play with eyes

CONCERTO DI FAUSTO MESOLELLA (AVION TRAVEL)

Suonerò fino a farti fiorire

Marc Moraly (Psicanalista e jazzista)

L'accordo perduto

Interviene

CHARLES MELMAN (Psichiatra e psicanalista)

Video-intervista ad ASCANIO CELESTINI

A seguire

CONCERTO JAZZ

LUCA VELOTTI (sassofinista di PAOLO CONTE)

ENRICO ZANISI (Top Jazz 2012 – Miglior nuovo talento)

in collaborazione con Editori Internazionali Riuniti e il Centro Bibliografico Tullia Zevi.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma