Un concerto di musica world e jazz in sostegno ai bambini senegalesi

L'obiettivo del concerto, promosso dall'Associazione Culture del Mondo in collaborazione con Janghi Onlus, è raccogliere fondi per finanziare il progetto Talibés di Janghi Onlus, per sostenere l'accesso all'istruzione scolastica nazionale laica senegalese dei bambini che per varie ragioni non possono permetterselo.

L'Ensemble Janghi si è formato in occasione di questo evento, sebbene i suoi componenti abbiano già suonato insieme in varie occasioni. Il gruppo proporrà un insieme di musica africana, seguendo la tradizione griot senegalese, con venature jazz e world, e sarà animato da Madya Diebate, importante musicista e griot senegalese, da Ady Thioune, griot senegalese, musicista con all'attivo diverse collaborazione internazionali, percussionista di grande potenza e sensibilità, da Giuseppe Bassi, uno dei più importanti contrabbassisti jazz d'Italia, da Riccardo Manzi, poliedrico chitarrista che ha studiato con maestri africani, fondatore dei Klezroym, da Ousmane Koulibaly, griot del Burkina Faso, vero funambolo del balafon e della kora, da Elisa Scapeccia, danzatrice romana con grande esperienza di danza etnica e da Jacelyn Parry, sensibilissima musicista malese - australiana che si esibirà con uno strumento a corde del Sarawak (Borneo).

JANGHI

Janghi vuol dire "andare a scuola". In Senegal, dove la popolazione è di quasi 13 milioni di abitanti e più della metà ha meno di 20 anni , secondo un'inchiesta demografica del 2010-12, risulta che solo la metà dei bambini che dovrebbero andare a scuola , frequenta le elementari e che il tasso di alfabetizzazione fra i giovani compresi tra i 15 e 24 anni é di solo il 57,3%. Il governo per vari motivi socio-politici ha difficoltà a raggiungere l'obiettivo del millennio per l'educazione: " educazione elementare per tutti". La situazione è maggiormente difficile nei quartieri periferici dove esiste un alto tasso di povertà: i più poveri sono i primi ad essere svantaggiati.

I Talibés sono bambini affidati dalle proprie famiglie, generalmente contadini estremamente poveri, ad un "marabout" o "maestro coranico" per un'istruzione puramente religiosa. Non hanno nulla e per mangiare devono mendicare molte ore al giorno nelle strade delle grandi città e sopravvivere con l'elemosina raccolta e con il cibo offerto dalla comunità. Questi bambini trascorrono la loro infanzia, dai 4-5 anni di età fino all'adolescenza, lontano dai genitori, in condizioni estremamente precarie, ricevendo come unica formazione la memorizzazione del Corano.

Link per approfondire la conoscenza del progetto Talibés:

info

Associazione Culture del Mondo

L'Associazione Culture del Mondo si prefigge di costruire la pace attraverso l'arte e la cultura e di stabilire un dialogo tra le diverse culture del mondo attraverso la promozione e l'organizzazione di eventi musicali, artistici, video, cinema, festival, incontri, seminari, workshop, scambi di professionisti ed artisti, poesia, arti visive, danza, letteratura, e quant'altro rappresenti un contributo per favorire la libera espressione delle diversità culturali in Italia e nel mondo.

Nel 2015 l'Associazione ha organizzato "Spiritual Bridges - Come to my Home", un festival multiculturale di musica e arte, che si è svolto in diversi luoghi della città, con il patrocinio del Comune di Roma, dell'UNESCO e dell'Ambasciata del Marocco.

Nel 2016 l'Associazione ha organizzato una serie di 5 concerti intitolati "Accordi di Pace" . In ogni concerto erano chiamati a suonare insieme due musicisti provenienti da due paesi in conflitto fra loro. Un altro concerto di questa serie è in fase di organizzazione per l'autunno 2017.

Janghi Onlus

JANGHI è un'associazione senza scopo di lucro creata a Milano, nel Dicembre 2013, da un gruppo di giovani italiani e senegalesi con lo scopo di contribuire a ridurre le conseguenze dell'ineguaglianza nei bambini, in particolare riguardo all'educazione, principale motore per la realizzazione personale e per lo sviluppo economico di un paese.

La referente in Senegal dell'associazione è Maria Laura Mastrogiacomo, sociologa e pediatra, sposata con un senegalese e da sempre immersa nelle realtà socio-culturali del Senegal dove vive e lavora da più di 30 anni. Maria Laura ha una grande esperienza in campo umanitario avendo lavorato per varie ONG (COOPI, Medici con Africa CUAMM), Cooperazioni bilaterali (italiana e tedesca) e organismi internazionali (UNICEF) anche in altri paesi dell'Africa (Rwanda, Angola e Mozambico). E' stata presentata da CUAMM come Donna dell'Anno 2011 (Per maggiori dettagli, vedi qui). Insieme a lei collaborano diversi giovani senegalesi e un rwandese, tutti volontari (Per maggiori dettagli, vedi qui).

JANGHI interviene sia direttamente che in collaborazione con strutture locali che condividono i suoi obiettivi. In particolare, JANGHI si appoggia all'ONG senegalese Enfance et Paix , riconosciuta ed operante in Senegal dal 1992, che gestisce una scuola per i bambini che non hanno avuto accesso o sono stati esclusi dal sistema scolastico nazionale. (Per maggiori dettagli, vedi qui).

JANGHI

Un concerto di musica world e jazz in sostegno ai bambini senegalesi

Per dare la possibilità ai bambini più poveri di beneficiare

del sistema scolastico nazionale, permettendo ai talibés di andare a scuola

invece di passare le giornate a mendicare.

CON:

Madya Diebate - Kora e voce

Ady Thioune - Percussione

Giuseppe Bassi - Contrabasso

Jacelyn Parry- Sape

Riccardo Manzi- Chitarra e live electronics

Ousmane Coulibaly - balafon

Elisa Scapeccia - Danza


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma