Quel vociare del jazz indipendente romano

Il progetto New Orleans del Maestro Iacoucci aprirà la terza edizione di JAZZ in FORTE.

In scaletta i brani del nuovo Cd “Do You know what it means to miss New Orleans” che celebra i 25 anni dal conferimento della cittadinanza onoraria e le chiavi della città di New Orleans. Insieme a Paola Massero alla voce, Filiberto Palermini al sax soprano e Nicola Puglielli alla chitarra, per rivivere la struggente intensità dei suoni e delle atmosfere che rendono unica la città di New Orleans.

“Il nostro intento è di onorare la memoria storica di questa città attraverso i brani ad essa legati che hanno fatto la storia del jazz”, ha spiegato il maestro Iacoucci, pianista, compositore, direttore d’orchestra, musicista e docente di caratura internazionale che vanta collaborazione con artisti come Lee Konitz, Steve Grossman, Josephine Baker e Domenico Modugno. “I brani scelti sono legati anche alla mia biografia di artista: sono stati selezionati per la componente affettiva che mi lega a questa città”. Una componente fortissima, visto che il maestro Iacoucci ha ottenuto, nel 1989, la cittadinanza onoraria e le chiavi della città di New Orleans dopo quattro anni trascorsi nelle chiese battiste a studiare e a prendere spunti da riversare nel coro di gospel e spiritual che il maestro dirigeva, all’epoca, in italia.

giovedi 9 Aprile

GERARDO IACOUCCI e PAOLA MASSERO

"Do You know what it means to miss New Orleans"

Gerardo Iacoucci , pianoforte ed arrangiamenti

Paola Massero, voce

Filiberto Palermini, sax soprano

Nicola Puglielli, chitarra

II set

GRETA PANETTIERI

"Under control"

Greta Panettieri - voce

Andrea Sammartino - piano

Francesco Fratini - tromba

Daniele Mencarellli- basso

Armando Sciommeri batteria

E’ una delle voci più incantevoli del panorama italiano e internazionale: Greta Panettieri, cresciuta artisticamente a New York, è una musicista dalla personalità vulcanica che sta facendo sempre più parlare di sé in Italia e all’estero. Non solo cantante e compositrice ma anche multistrumentista – suona il violino, la chitarra, il pianoforte – ed autrice di testi anche per le canzoni dei suoi colleghi. Attualmente è in tour nei club e teatri italiani accompagnando il pubblico nel suo “Viaggio in Jazz” attraverso i brani del suo ultimo album soul jazz “Under Control” e del suo acclamatissimo “Non Gioco Più” (Italian ’60 in Jazz), disco che rilegge i successi interpretati dalla grande Mina con uno stile del tutto inedito ed originale, riproponendo anche il virtuosissimo brano “Brava” grazie alle eccellenti doti vocali di Greta che duetta con il trombettista Fabrizio Bosso. Album amatissimo dalle radio italiane, “Non Gioco Più” ha subito conquistato il pubblico italiano registrando il tutto esaurito in diversi teatri e club italiani, ma anche negli States su importanti stage tra cui il Rockwood Music Hall di New York. Dallo scorso “Non Gioco Più” è distribuito anche in Giappone dalle etichette Albore Jazz e Tower Records.

“Under Control” è un disco autobiografico racconta il passaggio dal management di una grande major a una dimensione più creativa e indipendente, dove trovare finalmente la dose libertà per realizzare la propria musica in modo autentico.

“Viaggio in jazz” è anche il titolo della Graphic Novel pubblicata a dicembre 2014 da Edizioni Corsare, ispirata proprio all'avventurosa ascesa artistica di Greta durante gli anni vissuti a New York: un libro a fumetti che ripercorre l’inizio della sua carriera con la scoperta delle sue innate doti vocali, fino al suo ritorno in Italia che ha segnato l’inizio di una nuova fase professionale.

________________________________________

venerdì 10 Aprile

SILVIA MANCO 4tet

"Night O’Day, omaggio ad Anita O’Day"

Silvia Manco: piano, voce arrangiamenti

Francesco Lento: tromba

Michele Salgarello: batteria

Francesco Puglisi: contrabbasso

Un concerto interamente dedicato a una una figura unica, carismatica,irresistibile del vocal jazz: Anita O’Day.

Dai primi ingaggi nelle orchestre di Gene Krupa, Woody Herman, Stan Kenton, Cal Tjader e Marty Paich alla consacrazione da solista con le incisioni per la prestigiosa etichetta Verve: l’approccio “hip” e spregiudicato al canto e al repertorio, lo straordinario senso dello swing e dell’improvvisazione, il fraseggio intriso di bebop nel quale riecheggiano i riff delle sezioni fiati. delle grandi orchestre dell’era dello swing, le ballad rese con commozione da una voce screziata e piena di sfumature mutevoli hanno fatto di Anita O’Day un’icona del jazz, unica e originale.

La sua lunghissima carriera , durata fino al 2005, anno in cui tornò con l’album Indestructible!, toccò senza dubbio il suo vertice nell’indimenticabile performance del ’58 al Newport Jazz Festival, contenuta nel film documentario Jazz on a Summer’s Day.

Corteggiata anche dal cinema, ha rivestito più volte anche ruoli da attrice; nel 2007 il documentario sulla sua vita, Anita O’Day: The Life of a Jazz Singer ,è stato premiato al Tribeca Film Festival.

II set

CLAUDIA MARSS 5tet

"Raizes"

Claudia Marss – voce

Stefano Nencha – chitarra

Paolo Innarella – sax e flauto

Marco Loddo – basso

Simone Prattico – batteria

Il Progetto Raizes è dedicato alla MPB, “Música Popular Brasileira” dalle radici ai giorni nostri: un racconto musicale dal “lundú” cantato dagli schiavi al samba-canção, dalla bossa nova al partido-alto, fino alle composizioni più moderne, armonicamente molto sofisticate e adatte al linguaggio jazzistico, arricchite dalla poliritmia afro-brasiliana.

Ed attingendo da questo grande crogiolo stilistico in perenne mutazione che è la moderna MPB, Claudia Marss, Stefano Nencha, Paolo Innarella, Marco Loddo e Simone Prattico con il “Progetto Raizes” ci guideranno in un’altra tappa del viaggio all’interno della vastità della musica brasiliana con un set pieno di dinamismo e l’eleganza. ________________________________________

sabato 11 Aprile

ALICE CLAIRE RANIERI 4tet

Alice Claire Ranieri – voce

Andrea Frascaroli – piano e arrangiamenti

Stefano Cesare – contrabbasso

Gianni Di Renzo – batteria

Il quartetto di Alice Claire Ranieri propone un repertorio modern mainstream nel quale trovano spazio standards e classici moderni, opportunamente riarrangiati, e brani originali che si richiamano alla storia più recente della formula del vocal jazz. Il risultato del lavoro quotidiano di questo collettivo (la formazione è composta dagli stessi elementi da ben dieci anni) è un sound moderno, maturo e riconoscibile che è valso al quartetto la pubblicazione di due dischi editi dalla nota etichetta Philology (“Change the world” 2007 e “Every song” 2010), la nomination di Alice Claire come miglior cantante jazz 2009 agli Italian Jazz Awards ed entusiastiche critiche di riviste, radio e siti specializzati negli Stati Uniti, in Giappone, Francia, Argentina e Italia.

II set

MARIA PIA DE VITO

"RE-MIND THE GAP"

Maria Pia De Vito – voce

Claudio Filippini – piano

Daniele Mencarelli – basso

Walter Paoli – batteria

Cos’è un Gap? E’ una lacuna, un vuoto, uno spazio non riempito. Un intervallo, un interludio, una frattura nella continuità. Una differenza, disparità, un contrasto tra due vedute, o situazioni.

È quello iato che percepiamo a volte tra ciò che vogliamo e ciò di cui abbiamo “bisogno”.

O tra la nostra visione della vita, i nostri sogni, e la realtà che invece viviamo.

Cantante, compositrice, arrangiatrice, MARIA PIA DE VITO studia canto lirico e contemporaneo e inizia l’attività concertistica nel 1976 come cantante e strumentista (plettri, percussioni, piano) in gruppi di ricerca su musica etnica, polifonia etnica e non, in particolare dell’area mediterranea, balcanica e sudamericana.

Dall’80 è attiva in campo jazzistico, collaborando stabilmente con musicisti quali John Taylor, Ralph Towner, Rita Marcotulli, Ernst Rejiseger, Paolo Fresu, Norma Winstone, Steve Swallow, Gianluigi Trovesi ed esibendosi con musicisti del calibro di Joe Zawinul, Michael Brecker, Miroslav Vitous, Uri Caine, Dave Liebman, Billy Hart, Eliot Ziegmund, Cameron Brown, Steve Turre, Maria Joao, Ramamani Ramanujan , David Linx, Diederik Wissels e molti altri, partecipando ai più importanti festival internazionali, e svolgendo tournèe europee ed oltreoceano.

________________________________________

direzione artistica: Massimo Megale, Valentina Pettinelli e Nicola Puglielli


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma