Al Gregory's Jazz Club

Joyce Elaine Yuille è un'artista che mantiene viva l’eredità della migliore tradizione del jazz, è stata anche solista e corista per Paolo Conte nella tournèe del 2002, e Sabato 11 aprile porta al Gregory's un quintetto di alto livello, impreziosito dalla presenza del trombonista Stafford Hunter, membro stabile della Duke Ellington Orchestra.

Tutto quello che una voce nera femminile vi può far pensare Joyce Elaine Yuille ce l'ha. Grande classe, soul e senso del blues. Nella voce di Joyce Elaine Yuille e nella sua musica convergono influenze R&B, gospel e jazz, trovando la sua ispirazione e i suoi modelli nelle regine del canto jazz, da Billie Holiday, a Sarah Vaughn, da Denise Williams a Phyllis Hyman, la sua preferita e alla quale è stata spesso paragonata. Queste influenze la hanno aiutata a creare uno stile personale che ne fa una delle più interessanti e apprezzate vocalist della scena contemporanea. Il suo talento e il suo carisma sulla scena hanno consentito collaborazioni con famosi jazzisti e artisti pop a livello internazionale.

Due set e due ore di jazz dal vivo guidati dall'eleganza e dal carisma di Joyce Elaine Yuille.

JOYCE ELAINE YUILLE feat Stafford Hunter

Spring Jazz Festival 2015

Joyce Elaine Yuille - Voce

Stafford Hunter - Trombone

Ettore Carucci - Piano

Francesco Puglisi - Contrabbasso

Amedeo Ariano - Batteria


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma