Un ambizioso programma per il concerto di giovedì 21 marzo

L'Oratorio del Gonfalone propone un ambizioso programma per il concerto di giovedì 21 marzo, alle 20:30. I quattro quartetti per flauto e archi di Mozart rappresentano infatti una produzione particolare tra le opere del maestro austriaco. La loro genesi è legata all'incontro con un chirurgo olandese e musicista dilettante - all'epoca dei fatti in servizio della Dutch East India Company - Ferdinand Dejean, definito "l'indiano" dallo stesso Mozart in una sua lettera al padre del 1777.

Dejean commissionò al Nostro alcune composizioni per flauto per circa 200 fiorini. Pur avendo accettato con poco entusiasmo, Mozart tentò di portare a compimento il lavoro, fino a quando Dejean non lasciò Mannheim per partire alla volta di Parigi.

Dei quattro quartetti, quello in Do maggiore A171 e in Sol Maggiore (K285a) risultano incompleti. Nonostante ciò, è possibile intravedere un'importante metamorfosi nello stile compositivo di Mozart: la condotta delle parti s'intreccia con la linea melodica secondo uno stile musicale maturo e allo stesso tempo elegante.

Particolarmente interessante è il Quartetto in La maggiore K298, appartenente al genere dei quartetti "d'airs dialogués", molto alla moda nella Vienna di quel tempo, nei quali compositore impiega melodie e temi tratti da brani d'opera o popolari ( in questo caso Hoffmeister e  Paisiello).

Ad eseguire questo iconico repertorio sarà il Quartetto Zauberflöte, costituito da solisti che hanno alle spalle una solida carriera: Enzo Caroli (flauto), Mirei Yamada (violino), Riccardo Savinelli (viola), Michele Chiapperino (violoncello).

Il successivo appuntamento si terrà giovedì 11 Aprile, ore 20.30, con l'Ensemble Mare Nostrum che eseguirà Il Canto di Roma. Un percorso nella musica romana dal Medioevo ai nostri giorni. 

Orario botteghino: apertura ore 19:30

Info: https://www.oratoriogonfalone.eu

Contatti

Tel. 066875952

Email: info@oratoriogonfalone.eu


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma