Universalmente nota come la Nona Sinfonia o Sinfonia corale

La Sinfonia n. 9 in re minore per soli, coro e orchestra Op. 125, universalmente nota come la Nona Sinfonia o Sinfonia corale, è l'ultima sinfonia compiuta da Ludwig Van Beethoven, eseguita per la prima volta venerdì 7 maggio 1824 al Theater am Kärntnertor di Vienna, con il contralto Caroline Unger e il tenore Anton Aizinger.

Il quarto tempo contiene una versione musicata dell' "Ode Alla Gioia" (An die Freude) di Friedrich Schiller, mentre i primi tre movimenti sono esclusivamente sinfonici.

È una delle opere più note ed eseguite di tutto il repertorio classico, ed è considerata uno dei massimi capolavori di Beethoven, se non la più grandiosa composizione musicale mai scritta. È stata per lungo tempo la maggiore composizione sinfonica con voci. Beethoven conferì alla sua opera un carattere patriottistico con l'esaltazione dei sentimenti tipica del Romanticismo.

Il tema del finale, riadattato da Herbert von Karajan, è stato adottato nel 1972 come Inno europeo.

Nel 2001 spartito e testo sono stati dichiarati dall'UNESCO Memoria del mondo, attribuendoli alla Germania.

Rossana Cardia, Soprano

Olivia Andreini, Mezzosoprano

Delfo Paone, Tenore/Tenor

Donato Martini, Baritono/Baritone

Coro Accademia Vocale Romana/Accademia Vocale Romana Choir

Lorenzo Macrì, Direttore/Conductor


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma