Avreste mai immaginato un Surdato 'nnammurato che canta Oje vita, oje vita mia in blues? Tutto questo accade per effetto della Neapolitan Contamination.
Napoli è un luogo-simbolo dove la Contaminazione ha potuto operare con particolare vivacità, avendo radici antiche nei secoli e matrici molteplici nei luoghi di provenienza. La Città assorbe queste contaminazioni come una spugna, le metabolizza, poi le diffonde, esportando 'napoletanità' in tutto il mondo e in qualche modo restituendo, arricchito, a ciascuno il messaggio di civiltà che ciascuno ha contribuito, in parte, a creare.

Il progetto NeaCo' (sigla di NEApolitan COntamination, ma volendo anche di, Nèa Koinè, nuovo linguaggio comune a culture e a popoli diversi) riproduce questa dinamica con la Canzone napoletana, proponendo i suoi brani più celebri in modo nuovo e particolarissimo. L'ascoltatore viene condotto in un viaggio tra i continenti e gli stili musicali, dall'Europa al Medio Oriente, all'Africa centrale, fino al Nordamerica del gospel, del blues, del jazz e del funky, al Centroamerica del calypso, del reggae, della rumba, e giù giù fino al tango argentino.

Tutto questo, nella splendida cornice del MAXXI di Roma.

Informazioni, orari e prezzi

CONTATTI
Telefono: info +39 06 3201954 (mar-dom 10-18)
info
infopoint@fondazionemaxxi.it
edumaxxi@fondazionemaxxi.it (didattica)
Facebook: museomaxxi
Instagram: museomaxxi
Twitter: Museo_MAXXI

Dove e quando

Concerti - Dialoghi Sinfonici. Mozart, Verdi, Rossini
Concerti - Vascello in musica: classica senza limiti