Dai madrigali alla musica contemporanea

La libertà della voce. Questo il titolo dell'originale concerto che sabato 14 maggio, alle 18:00, riempirà di inusuali e ammalianti note i maestosi spazi della Biblioteca Angelica di Roma.

A esibirsi sarà un duo fuori dagli schemi formato dal tenore Francesco Giannelli e dal chitarrista Antonio Pilato, che nella loro esibizione accosteranno musiche diverse tra loro e lontane nel tempo, partendo dalle antiche arie dei madrigali per arrivare alla musica contemporanea.

L'evento è parte della rassegna artistica "La rivolta del pensiero. Tra conoscenza e sapienza delle immagini", organizzata dall'associazione Ipazia Immaginepensiero Onlus, con il patrocinio del ministero dei Beni e delle Attività Culturali, per celebrare i trent'anni di attività artistica della pittrice Roberta Pugno.

Francesco Giannelli, tenore lirico, ha iniziato giovanissimo lo studio della chitarra classica con il Maestro Guglielmo Papararo e ha intrapreso gli studi vocali a Roma, sua città natale. Il suo repertorio spazia dalla lirica alla musica contemporanea. Ha ricoperto e ricopre diversi ruoli solistici e di comprimariato sotto la direzione dei più importanti direttori d'orchestra presso il Teatro dell'Opera di Roma, dove ha vinto il Concorso Nazionale per Artisti del Coro. Ha inciso per la casa discografica AlfaMusic il cd "Occhi" affrontando un repertorio di stili diversi tra rock, jazz e musical. Dal 2009 collabora con la trasmissione radiofonica di Rai 2 "Il ruggito del coniglio" reinterpretando in chiave ironica brani del repertorio tenorile.

Antonio Pilato, nato ad Ischia, svolge parallelamente l'attività di chitarrista professionista e quella di insegnante di chitarra presso la Scuola Media. Nonostante gli studi accademici, da sempre, ha mostrato interesse per il repertorio popolare, in particolare per quello dell'America Latina e dell'area mediterranea. Ha partecipato alla realizzazione dei cd "Serenata Mediterranea" (2007) con musiche di Dimitri Nicolau, "Mosaique" (2009) con musiche di V. Beer Demander, "Dal Vesuvio all'America Latina" (2009) in duo mandolino e chitarra.

Questo l'elenco dei brani in programma:

- JOHN DOWLAND, Come again! Sweet love doth now invite - Flow my tears

- ROBERT SCHUMANN, Im wunderschonen Monat Mai (Da " Dichterliebe "op.48)

- DIMITRI NICOLAU, La ballata dei canti e dei conti

- CARLOS GUASTAVINO, La rosa y el sauce

- ANDREA FALCONIERI, Vezzosette e care pupillette

- NICCOLÒ PICCINNI, Notte, dea del mister

- ANDREA FALCONIERI, Bella porta di rubini

- OTTORINO RESPIGHI, Stornellatrice

- GEORGE & IRA GERSHWIN, It ain't necessarily so (Da " Porgy and Bess ")


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma