Un viaggio nel "sentire" italo-americano vissuto in immagini e suoni, un incontro di culture diverse

Venerdi 8 gennaio 2016, ore 21.00, al Teatro Studio Borgna dell' Audiorium Parco della Musica di Roma, andrà in scena per la prima volta a Roma, dopo la data del 6 gennaio 2016 al Teatro Stabile di Napoli, lo spettacolo musicale Lostland, dell'attore e musicista Mauro Gioia. Introdurrà il concerto Gino Castaldo, noto critico musicale e giornalista del quotidiano Repubblica.
Lostland è una raccolta di testimonianze di migranti italiani a New York, nato come album di canzoni diventa un cortometraggio e ora uno spettacolo musicale. E' un viaggio nel "sentire" italo-americano vissuto in immagini e suoni, un incontro di culture diverse. L'idea dell'album nasce in Italia per poi svilupparsi all'estero grazie alla collaborazione con Mark Plati, produttore, già al fianco di David Bowie, The Cure e Prince.  Il primo disco di inediti del musicista partenopeo non poteva quindi chiamarsi in altro modo se non Lostland.
Quella di Lostland è una storia che vale la pena di essere raccontata: Mauro Gioia decide che per trovare l'ispirazione per i testi avrebbe dovuto attraversare l'Oceano per sentirsi a tutti gli effetti uno straniero, esprimendosi quindi in una lingua che non fosse la sua. Da questa ricerca della dimensione del migrante nasce anche l'idea di mettere insieme una band che fosse tutta italo-americana, su suggerimento di Plati nasce dunque una super-band: Lisa Germano, cantautrice e musicista che vanta collaborazioni con Iggy Pop, Simple Minds e Billy Joel e che duetta con Mauro nel brano Knowledge And Love; Earl Sick, chitarrista noto per aver lavorato – tra gli altri - con David Bowie, John Lennon, Yoko Ono e New York Dolls; Jack Petruzzelli, produttore e musicista, che ha lavorato all'ultimo disco di Joan Osborne e membro stabile della band di Patti Smith, e Jerry Marotta, batterista che ha suonato con Elvis Costello, Jackson Browne, Peter Gabriel e Paul McCartney.
"Volevo raccontare una storia corale - la storia di tanti uomini, donne e bambini - ma anche la storia di una grande solitudine."
(Mauro Gioia)
Mauro Gioia, musicista attore e regista napoletano, ha legato le sue creazioni e la sua carriera al recupero della memoria canora della sua città e alla rivisitazione evocativa della sua tradizione teatrale legata al varietà, ai fantasisti del cabaret e dell'avanguardia novecentesca. Vive tra Parigi e l'Italia esibendosi in tutto il mondo.

Site


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma