Suoni del Medioevo: tra sacro e profano

Musiche di H. von Bingen, H. von Landsberg,

W. Von Vogelweide, Alfonso X El Sabio e... altri

Dario Paolini, voce

Complesso strumentale "Armonia Antiqua"

Antonio Addamiano, Claudio Caponi

Vladimiro Galiano, Guido Ivessich

Un concerto agli antipodi del precedente, un tuffo tra gli antenati degli attuali strumenti musicali che ci vede immersi tra il sacro e il profano dei suoni medievali.

I brani, tratti da differenti raccolte medioevali, tra cui le Cantigas de Santa Maria, il Libre Vermell dell'abbazia di Montserrat si alternano a danze e canzoni trobadoriche ed illustrano i caratteri, a volte giocosi, di allegria e di festa, a volte austeri e meditativi sono lo specchio del mondo medioevale che sta facendo i primi passi verso la costruzione dei futuri stili polifonici.

Il complesso vocale e strumentale Armonia Antiqua, attivo dal 1975, si dedica allo studio e alla diffusione della musica e degli strumenti dell'epoca medievale e rinascimentale; svolge da oltre un ventennio un'intensa attività concertistica, discografica ed editoriale e ha preso parte alle maggiori manifestazioni musicali e teatrali dedicate al medioevo e al rinascimento, presentando tra l'altro musiche inedite del XVI e XVII secolo di propria trascrizione.

Il gruppo utilizza fedeli copie degli strumenti dell'epoca, ricostruiti da liutai specializzati sulla base delle più recenti ricerche organologiche condotte sugli esemplari originali, oggi custoditi nelle principali collezioni museali del mondo.

Gli strumenti impiegati sono flauti dolci, flauti traversi, corni di camoscio, cromorni, ciaramella, bombarde, tromboni rinascimentali, rankett, dulciane, pipe and tabor, zampogna, salterio, dolcemelo, spinetta dei Vosgi, chitarra saracena, ghironda, liuto, viella, ribeca, arpa, viola da gamba e percussioni.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma