Un ricordo del percussionista brasiliano di fama internazionale

Il progetto è creare un primo evento a Roma, per rendere omaggio a Nanà

Vasconcelos, percussionista brasiliano di fama internazionale, che ci ha lasciato il 9 marzo di quest'anno, all'età di 71 anni.

In apertura di serata saranno proiettati alcuni video, musiche e foto sulla vita di

Nanà, oltre a un omaggio sonoro alle Baterías de Maracatù, tanto care a Nanà,

diretto dal percussionista brasiliano Marcus Acauan.

A seguire, il concerto di Peppe Consolmagno (percussioni, voce), amico e

collaboratore d'antica data di Nanà, insieme a Massimo Aureli (chitarra sette

corde)e Paolo Innarella (flauti) che si incontreranno per l'occasione, all'insegna

dellacondivisione, della creatività, del dialogo per rendere omaggio al percussionista pernambucano. Non mancheranno testimonianze e racconti su Nanà.

Nanà Vasconcelos ci ha lasciato il 9 di marzo 2016, era malato da circa un anno.

Strumentista e compositore, ha imparato a suonare da solo sin da bambino,

creando ritmi dalle pentole e vasini da notte. Non ha mai frequentato nessuna

scuola di musica, considerandosi autodidatta lungo tutta la sua carriera. In

un'intervista dichiarò: "se impari la teoria musicale sui libri, avrai sempre

bisogno di consultarli. Quando impari con il tuo corpo, è come andare in

bicicletta. Il tuo corpo si ricorda".

Tra il 1983 e il 1990 è stato nominato, per otto volte, dalla rivista Down Beat,

considerata la Bibbia del jazz, il miglior percussionista del mondo. Ha lavorato fino all'ultimo. Nel dicembre 2015 gli è stata conferita la Laurea Honoris Causa

dall'Università Federale Rurale di Pernambuco (UFRPE). La camera ardente è stata allestita presso l'Assemblea Legislativa di Pernambuco, ed è stato decretato il lutto ufficiale di tre giorni, in omaggio all'artista simbolo del Carnevale e della cultura afrobrasiliana.

Nanà è un vero maestro, ha esportato la cultura della sua città in tutto il mondo per decenni e ha elevato Recife e il suo Carnevale a livelli internazionali. Per quindici anni consecutivi ha aperto il tradizionale carnevale, conducendo un corteo di più di 500 "batuqueiros" delle 11 "nações" di Maracatu di "baque virado".

Tramite il suo lavoro artistico è riuscito a riunire comunità di Maracatu ancora quasi.

L'evento, patrocinato dall'Ambasciata del Brasile in Italia e dall' ICBIE Europa Onlus, si terrà il 30 aprile presso l'Assoc. Culturale "Beba do Samba" a San Lorenzo, Roma, in Via dei Messapi 8, a partire dalle h 20,00.

a cura di Lara Ferrara


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma