presentazione del cd "The Swing of Things"

"The Swing Of Things" il nuovo album del Paolo Pavan Quartet è una produzione indipendente nata anch’essa come le precedenti sotto il segno della musica Creative Commons.

All’interno una raccolta di brani originali composti da Paolo Pavan e Davide Marinacci che vedono l’alternarsi di sonorità tipicamente jazz , come Do It, One, Escare, con quelle più Funk (Open The Source), ed etniche (Moja e Uolz). L’intero lavoro vanta la collaborazione di musicisti provenienti da scuole differenti (Francesco Merenda, Carmine Iuvone, Pasqualino Ubaldini, Giovani Amato, Fabio Sartori, Davide Roberto) che danno al tutto la giusta armonia tra il classico e lo sperimentale.

Un album eclettico che riscuote immediatamente il riconoscimento del pubblico internazionale, definito da Jamendo "una delle migliori band in Europa".

Paolo Pavan Quartet è già all'attivo con gli album: “The Swing Of The Things”, “Looking For A Way Out” e “Inside”.

Paolo Pavan collabora con diversi musicisti della Capitale spaziando all'interno di sonorità differenti che vanno dal pop al rock e dal jazz alla musica leggera. Il quartetto è formato da Davide Marinacci al sassofono, che ha attivamente collaborato, sia come musicista che come arrangiatore, con numerosissime orchestre jazz della capitale tra le quali quella di Gianni Oddi e con musicisti come Javier Girotto, Gianni Savelli e Rosario Giuliani; Francesco Merenda alla batteria, attivo con numerose esperienze in studio e live con artisti pop e soprattutto jazz quali Rossana Casale, Tony Esposito, Amalia Gré, ..Carmine Iuvone al contrabbasso, impegnato in una intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi in importanti club e manifestazioni jazzistiche - sia in Italia che all'estero - con Danilo Rea, Bill Smith, Roberto Gatto,Stefano Di Battista, Israel Varela, ecc... I

l primo nucleo della formazione nasce circa dieci anni fa, dall'incontro di Paolo Pavan e Davide Marinacci, l'intesa musicale tra i due non tarda a esprimersi sul palco di varie eventi della scena jazz romana, forte anche della loro passione comune per i grandi jazzisti come T. Monk, J. Coltrane e M. Davis. Da entrambi, dunque nasce un preciso progetto musicale fatto di brani originali di jazz raffinato sempre più elaborati e complessi sviluppati all'interno del quartetto secondo il principio per cui sono nati i brani, cioè l'interazione e quindi l'improvvisazione tra i quattro musicisti. Il primo album "Inside" rispecchia in pieno questo principio che sarà ampliamente espresso anche nel secondo Looking For A Way Out.

Oggi il gruppo vanta diverse collaborazioni e varie esibizioni live nei jazz club jazz più rinomati della capitale, oltre che in vari festival. È proprio sul palco che il quartetto esprime al meglio e con forte passionalità l'amore per la musica jazz.

È possibile accedere alla discografia del Paolo Pavan Quartet, in streaming e download sul sito Jamendo.

PAOLO PAVAN Quartet

presenta il cd "The Swing of Things"

Paolo Pavan piano

Davide Marinacci sax

Andrea Colella contrabbasso

Matteo Bultrini batteria


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma